skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 
27/04/2015

Cinema europeo nell'era digitale: come raggiungere un pubblico più ampio

La distribuzione dei film europei rimane spesso limitata nel proprio paese. Nonostante l'UE produca più film che gli Stati Uniti, l'industria cinematografica europea fatica a esportarsi. Per aiutare l'Europa in questa sfida, i deputati discutono il 27 aprile - e votano il 28 il giorno successivo - in plenaria una relazione su come i film europei possono raggiungere un pubblico più ampio e competere con gli Stati Uniti.

La maggior parte dei film prodotti in Europa sono distribuiti quasi unicamente nel proprio paese di origine e solo l'8% sono distribuiti al di fuori dell'UE. Al contrario, i prodotti provenienti dagli Stati Uniti sono ampiamente distribuiti in Europa e hanno un pubblico più grande.
  
La distribuzione delle risorse pubbliche è uno dei problemi che l'industria cinematografica europea sta attualmente affrontando: quasi il 70% degli aiuti pubblici sono spesi per la produzione, lasciando i finanziamenti insufficienti per la commercializzazione e la distribuzione.

"La visibilità e la promozione dei film europei nel mondo digitale è una componente essenziale per raggiungere un pubblico più vasto. Abbiamo bisogno di una ripartizione dei finanziamenti più equilibrata tra produzione, promozione e distribuzione" ha indicato Bogdan Brunon Wenta (PPE, Polonia), relatore della relazione che la plenaria discuterà a Strasburgo il 27 e voterà il 28 aprile.