skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Corte dei Conti: il PE approva 6 delle 7 nomine

I deputati hanno approvato, mercoledì 15 novembre, le nomine di 6 candidati membri della Corte dei conti europea (CdC) e ne hanno respinta una. Il Consiglio dovrà ora ratificare la decisione del Parlamento europeo.

 .

La nomina del candidato italiano, l’ex giudice Pietro Russo, membro della Corte dei conti dal 2012, è stata approvata con 506 voti a favore, 81 contrari e 66 astensioni.

Le altre nomine approvate sono state quelle dei candidati spagnolo, danese, portoghese, bulgaro e finlandese, mentre è stata respinta la candidatura belga.

La Corte dei conti europea ha sede a Lussemburgo e si compone di 28 rappresentanti, uno per ciascuno stato membro dell'UE. I suoi membri restano in carica per sei anni, rinnovabili.

I deputati europei esprimono, con votazione a scrutinio segreto, il loro parere sui candidati proposti.
Il primo voto avviene, dopo le audizioni di ciascun candidato, in commissione controllo dei bilanci che presenta successivamente al Parlamento una raccomandazione quanto all'approvazione delle singole candidature proposte.
Dopo il voto in Plenaria, in caso di parere negativo su una o più candidature, il Presidente del PE invita il Consiglio a ritirare tali proposte e presentarne di nuove. Il Consiglio può decidere di non tenere conto del parere negativo del Parlamento.

Leggi il comunicato del servizio stampa del PE
 

Pubblicato il 16 novembre 2017