skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 
11/03/2015

Crescita, solidarietà e pagamento fatture: queste le priorità di bilancio del PE per il 2016

Nella risoluzione approvata oggi, il Parlamento europeo sottolinea che le priorità di bilancio dell'Unione europea del prossimo anno dovrebbe essere la promozione della crescita, sostenendo la creazione di posti di lavoro, le imprese e l'imprenditorialità, dimostrarsi solidali con i paesi all'interno e all'esterno dell'Unione europea, mettere ordine nelle finanze comunitarie, affrontando i pagamenti arretrati e, infine, la riforma del sistema delle risorse dell'Unione europea.

L'UE deve promuovere l'occupazione, rafforzare le competenze dei nostri cittadini, sostenere le imprese - in particolare le PMI - e incoraggiare l'imprenditorialità in tutta l'UE. Il bilancio 2016 deve avere un impatto positivo tangibile sulla vita dei cittadiniˮ, ha dichiarato José Manuel Fernandes (PPE, PT), relatore per il bilancio 2016.

Le linee guida sono state adottate con 484 voti favorevoli, 188 contrari e 36 astensioni.

Le linee guida di bilancio sono il primo documento redatto dal Parlamento nel corso della procedura di bilancio annuale. Il tetto del quadro finanziario pluriennale per il 2016 è di 150,217 miliardi di euro in stanziamenti d'impegno.

La Commissione presenterà la sua proposta alla fine di maggio. I bilanci del prossimo anno devono essere concordati tra Consiglio e Parlamento entro la fine del mese di dicembre.

Continua a leggere