skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 
11/02/2015

Dibattito sull'iniziativa per l'impiego dei giovani: un miliardo di euro nel 2015

I deputati hanno discusso martedì mattina del progetto che mira a sbloccare un miliardo di euro nel 2015 per l'iniziativa per l'impiego dei giovani (YEI) con la commissaria Marianne Thyssen. La maggioranza degli intervenuti ha sostenuto l'idea di accelerare i finanziamenti di progetti di lotta contro la disoccupazione giovanile, elaborando contestualmente soluzioni a lungo termine e introducendo riforme strutturali.

© European Union 2014 - European Parliament
© European Union 2014 - European Parliament

I deputati hanno chiesto di agire rapidamente per ridurre il numero di giovani senza lavoro, una cifra che si eleva a 7,5 milioni in tutta l'UE. Nelle regioni più toccate, in particolare al sud Europa, la disoccupazione tocca il 50% nella fascia tra i 15 e i 24 anni. L'Europa potrebbe perdere una generazione intera di giovani, che non avranno la possibilità di avere una vita indipendente e sviluppare il loro potenziale creativo, hanno aggiunto i deputati. Molti hanno espresso la propria inquietudine riguardo la capacità di alcuni Stati membri di utilizzare efficacemente i fondi e di contribuire a creare impieghi di qualità a lungo termine, piuttosto che dispensare soluzioni rapide ma temporanee.

I paesi dell'UE mettono in opera la Garanzia per i giovani: si tratta di misure che mirano a ridurre la disoccupazione dei cittadini sotto i 30 anni, accelerando la transizione dalla scuola al lavoro. Il finanziamento dell'iniziativa integra l'ammontare del Fondo sociale europeo (FSE) negli Stati membri con regioni il cui tasso di disoccupazione giovanile supera il 25%. La concetnrazione di finanziamenti all'inizio del periodo potrebbe moltiplicare per 30 - passando dall'attuale 1% al 30% - il finanziamento messo a disposizione degli Stati membri nel 2015, aiutandoli nello sforzo di sostenere 650.000 giovani alla ricerca di un impiego.

La commissaria con delega a impiego, affari sociali, competenze e mobilità dei lavoratori, Marianne Thyssen, ha spiegato che concentrare 1 miliardo di euro all'inizio della fase - cioè un terzo del totale per il periodo 2014-2020 - quest'anno è stato necessario perché, dal 2013, i meccanismi dell'iniziativa europea a favore della gioventù (YEI) prendono tempo per decollare. Ha promesso rigore nei controlli e nella valutazione dei progetti, e ha affermato che la misura non intaccherà né gli stanziamenti di budget né i pagamenti in provenienza da altri fondi.

Il Parlamento e il Consiglio dovrebbero modificare le disposizioni del FSE entro la fine dell'anno, al fine di permettere al progetto di concentrare a inizio periodo il finanziamento dell'YEI nel 2015.

DA NOTARE CHE

Le misure della Garanzia per i giovani nei paesi membri dell'UE intendono ridurre la disoccupazione giovanile accelerando la transizione dalla scuola al mondo del lavoro e aiutando a creare impiego.

Il budget dell'iniziativa peYEI per il periodo 2014-2020 ammonta a 3,2 miliardi di euro, da combinare con l'equivalente importo in stanziamenti di FSE dagli Stati membri.

I paesi beneficiari di questa iniziativa (Belgio, Bulgaria, Cipro, Repubblica Ceca, Francia, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e UK) potrebbero quindi ricevere un terzo dello stanziamento, immediatamente dopo l'approvazione dei programmi operativi pertinenti.