skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

European Youth Event: un'esperienza da consigliare

EYE 2014 è stato un forum di discussione giovanile che ha visto partecipare giovani da tutta Europa, creando un networking di idee ed esperienze uniche. Per l'occasione abbiamo intervistato Lorenzo Coratti, studente, che ha partecipato all'esperienza nel 2014 venendo scelto come shadow rapporteur del partito S&D durante una simulazione di lavori in commissione parlamentare.

Lorenzo intervistato a Strasburgo a EYE 2014
Lorenzo intervistato a Strasburgo a EYE 2014

Cosa è stato EYE per te?

EYE è stato il mio primo vero contatto con l'Unione europea. Grazie a questo evento ho avuto la possibilità di conoscere e far conoscere l'Europa, instaurando anche nuove amicizie.

Perchè hai partecipato?

Ho sentito parlare di EYE 2014 su Young Ambassadors Society, un sito di promulgazione di eventi internazionali che collabora con il Ministero Affari Esteri. Quello che mi ha spinto a candidarmi è stata la voglia di immergermi in un contesto giovane e dinamico dove potevo mettere a disposizione le mie idee e le mie esperienze contribuendo così alla visione di un futuro migliore.

Hai acquisito competenze utili per il tuo percorso formativo?

Sicuramente si. Essere stato shadow rapporteur del partito S&D mi ha dato la possibilità di interiorizzare le diverse dinamiche politiche e sociali che ruotano intorno all'Unione europea. Una full-immersion di tre giorni che mi ha portato ad ampliare lo sguardo su una diversa visione del mondo, aprendomi al dialogo interculturale ed interreligioso che ci circonda.

Hai parlato di nuove amicizie...

Si esatto. Ho conosciuto ragazzi e ragazze straordinari, orientati verso una politica del fare insieme per fare il bene. Sono ancora in contatto con molti di loro sperando di rincontrarli ad EYE 2016.

Consiglieresti la tua esperienza ad altri studenti?

Assolutamente si. Essere immersi in un contesto così internazionale e vario potrebbe risultare di forte impatto, ma subito dopo ti accorgi che quel mondo è in realtà la porta d'ingresso di casa tua.