skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Governo societario: i deputati votano per rafforzare la trasparenza fiscale

Le grandi imprese e le società quotate dovrebbero divulgare informazioni in merito ai profitti realizzati, alle imposte pagate sugli utili e alle sovvenzioni pubbliche ricevute per ogni paese dove sono presenti, secondo il progetto legislativo su trasparenza e impegno a lungo termine degli azionisti approvato dal Parlamento mercoledì. Il testo prevede inoltre che i soci votino almeno ogni tre anni la politica retributiva dei manager.

Strasburgo, Aula plenaria del PE - I deputati al voto per alzata di mano.
Parlamento europeo - I deputati al voto

Il testo, cosi come emendato dal Parlamento, è stato approvato con 556 voti favorevoli, 67 contrari e 80 astensioni. I deputati hanno inoltre deciso di non chiudere la prima lettura e avviare colloqui informali con gli Stati membri per cercare un accordo sulla versione finale della normativa.

Secondo il relatore, Sergio Cofferati (S&D-IT) il voto potrebbe indirizzare il processo decisionale verso una maggiore trasparenza nel governo delle imprese europee.
"Il testo approvato contiene importanti strumenti per la lotta contro l'evasione e l’elusione fiscale, in particolare l’obbligo d'informazione Paese per Paese, affinché le multinazionali dichiarino pubblicamente le tasse che pagano in ogni Paese nel quale operano. Non possiamo perdere quest'opportunità, specialmente dopo Luxleaks e gli altri scandali", ha concluso.

Leggi tutto l'articolo
 

Articolo pubblicato l'8 luglio 2015