skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

I costi di un'Europa senza Schengen

Il Parlamento europeo ha approvato la relazione annuale sullo stato di Schengen. Secondo i deputati, gli Stati membri dovrebbero "promuovere la fiducia reciproca nel funzionamento dell’area Schengen, la solidarietà e la coesione", e si dicono contrari alla reintroduzione dei controlli alle frontiere.

La prima relazione annuale sullo stato di Schengen è stata approvata con 439 voti favorevoli, 157 contrari e 80 astensioni.

Il documento affronta le principali carenze nell’attuazione delle norme di Schengen, lo Spazio che abolisce il controllo dei passaporti alle frontiere tra 26 Paesi europei.

I deputati condannano il continuo ripristino dei controlli alle frontiere interne causate dell’inadeguatezza dell’attuale sistema comune europeo di asilo e dalla mancanza di volontà politica, solidarietà e ripartizione delle responsabilità.

"Se Schenghen muore - ha detto il relatore  Carlos Coelho -  l'Europa dei cittadini che abbiamo oggi svanirà".

Leggi l'intero articolo
 

Pubblicato il 30 maggio 2018