skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Il dibattito sulla Brexit e sulle sue conseguenze nella plenaria straordinaria del 28 giugno

Martin Schulz (S&D, DE), Presidente del Parlamento europeo, ha aperto il dibattito sottolineando che si tratta della prima volta in assoluto che ha luogo una sessione straordinaria indetta con un preavviso così breve, evidenziando come pure la decisione dei cittadini britannici di lasciare l'UE non abbia precedenti. La plenaria ha poi adottato una risoluzione sui prossimi passi da intraprendere dopo il referendum del Regno Unito del 23 giugno 2016.

La bandiera a 12 stelle
© European Union 2016 - European Parliament

Il Presidente Schulz ha ringraziato l’ex Commissario Lord Hill per il lavoro svolto alla Commissione europea e per la sua decisione di dimettersi dopo aver sostenuto la campagna in favore della Gran Bretagna nell'UE. Il suo intervento è stato seguito da una standing ovation dei deputati e dei colleghi commissari.

Dopo un dibattito tra i leader dei gruppi politici al Parlamento europeo, il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker e il ministro olandese Jeanine Hennis-Plasschaert in rappresentanza della presidenza di turno dell'UE, il Parlamento ha votato una risoluzione approvata dall'aula con 395 voti a favore, 200 contrari e 71 astenuti.

Nel testo si chiede che il Regno Unito rispetti pienamente la volontà della maggioranza dei cittadini senza ulteriori indugi e proceda alla notifica ufficiale di recesso dall'UE, prima di poter trovare un accordo sulle nuove relazioni con l’Unione. I deputati hanno sottolineato l'urgenza di riforme per garantire che l'UE sia all'altezza delle aspettative dei suoi cittadini.

A seguito dell'esito del referendum nel Regno Unito sulla permanenza nell'UE, la Conferenza dei Presidenti del Parlamento europeo aveva deciso, il 24 giugno, di convocare una sessione plenaria straordinaria per il 28 giugno 2016 a Bruxelles.