skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Il Parlamento europeo riunito in sessione plenaria a Bruxelles

Brexit, conciliare lavoro e famiglia, gasdotti, trasporto su strada, rifiuti, stato di diritto, pesca nel Mediterraneo, controlli alle frontiere nazionali: questi i principali argomenti della plenaria del PE a Bruxelles. Dibattiti su sicurezza, investimenti e appalti pubblici in vista del Vertice UE-Cina e con il premier svedese Löfven sul futuro dell’Unione.

Mercoledì alle 14.00, i deputati discuteranno lo stato di avanzamento dei lavori sul ritiro del Regno Unito dall'UE con la Commissione e il Consiglio.

A seguire, i deputati discuteranno il futuro dell'Europa con il Primo ministro svedese Stefan Löfven.

I deputati dovrebbero approvare giovedì le nuove norme sul congedo di paternità e sul congedo parentale non trasferibile.
estendere le norme UE ai gasdotti provenienti da paesi terzi  

La Plenaria voterà inoltre per garantire che anche i gasdotti provenienti da paesi terzi, come ad esempio Nord Stream 2, siano coperti dalle norme UE su concorrenza e trasparenza.

Il PE discuterà e voterà un pacchetto legislativo che include norme sul distacco e i periodi di riposo dei conducenti, e misure contro le pratiche illegali nel trasporto merci.

A meno di una settimana dal Summit annuale tra UE e Cina, la Plenaria discuterà lo stato delle relazioni commerciali UE-Cina con il Consiglio e la Commissione.

Gli Stati membri dovrebbero migliorare l’applicazione delle norme UE sui rifiuti e aumentare riutilizzo e riciclaggio, secondo un progetto di risoluzione che sarà votato giovedì.

Ancora giovedì sarà in votazione un nuovo meccanismo che permetterebbe di congelare i pagamenti UE agli Stati membri che interferiscono con il lavoro dei tribunali o non contrastano la corruzione.

Il primo piano pluriennale per regolare la pesca nel Mediterraneo occidentale sarà approvato in via definitiva giovedì, insieme a misure per la protezione del pesce spada.

I deputati chiedono di stabilire nuovi limiti temporali e condizioni per i controlli alle frontiere interne dello spazio Schengen.

 

Articolo pubblicato il 2 maggio 2019