skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Il Parlamento riunito a Strasburgo dal 2 luglio: ecco l'agenda.

Tra i temi: nuovo sistema di controllo ETIAS per viaggiatori senza obbligo di visto, aggiornamento delle norme UE per trasporto merci su strada, avvio negoziati su copyright, Fondo industriale UE per la difesa. Il PE valuta le decisioni dei leader UE su migrazione e asilo. Il Primo ministro polacco interviene sul Futuro dell’Europa.

Immangine della Plenaria in attesa della discussione zoom microfono - © European Union 2014 - European Parliament
Strasburgo, Parlamento europeo. I deputati saranno riuniti in Plenaria dal 2 al 5 luglio 2018. © European Union 2014 - European Parliament
 .

I deputati discuteranno lunedì e voteranno martedì il primo programma UE dedicato alla promozione dell’innovazione nell’industria europea della difesa.

La decisione della commissione affari giuridici di avviare i negoziati con i Ministri UE sulla riforma del diritto d'autore sarà annunciata lunedì. Il Parlamento potrebbe approvare la proposta negoziale o contestarla e chiedere una votazione in Plenaria.

La Bulgaria passerà il testimone della presidenza del Consiglio all'Austria. Martedì mattina, il Primo ministro bulgaro Boyko Borissov valuterà i risultati della prima - in assoluto - presidenza bulgara dell'UE. A seguire, il cancelliere austriaco Sebastian Kurz presentera le priorità della presidenza entrante.

I risultati del Vertice UE del 28 e 29 giugno a Bruxelles, sulla politica comune in materia di migrazione e asilo, saranno al centro del dibattito di martedì pomeriggio in Plenaria con il Presidente del Consiglio Tusk e il Presidente della Commissione Juncker.

Secondo una proposta di risoluzione che sarà discussa martedì e votata mercoledì, aiutare i migranti per fini umanitari non dovrebbe essere un reato. Nel testo si chiede agli Stati membri di introdurre eccezioni nelle legislazioni nazionali per evitare che singoli individui e ONG che svolgono attività umanitarie siano perseguiti.

Il Primo ministro polacco Mateusz Morawiecki sarà l'ottavo leader dell’UE a discutere il futuro dell’Europa con i deputati e con il Presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker, mercoledì mattina alle 9.00.

Il Parlamento voterà mercoledì le nuove norme sui trasporti su strada, per migliorarne l’applicazione e per contrastare le pratiche illegali, e sul distacco e i tempi di riposo dei conducenti.

Sempre mercoledì, i deputati voteranno una proposta della Commissione europea per la copertura finanziaria dei salari di oltre 5.000 insegnanti che lavorano con più di 300 mila bambini rifugiati in Turchia.

Nel pomeriggio, i deputati discuteranno le recenti dichiarazioni del vicepresidente del Consiglio e ministro dell’Interno italiano, Matteo Salvini, sulle comunità Rom e Sinti in Italia.

I cittadini di paesi tersi esenti dall'obbligo del visto dovranno ottenere un'autorizzazione prima di recarsi nell'UE, in base alle nuove norme che saranno votate giovedì.

 

Dossier con relatori italiani

Secondo la proposta di risoluzione redatta da Daniele Viotti (S&D), il bilancio UE per il prossimo anno dovrebbe concentrarsi sui giovani. Tra le altre priorità figurano la crescita, l’innovazione, la competitività, la sicurezza, la lotta al cambiamento climatico, il passaggio alle energie rinnovabili e la migrazione.

La proposta sarà discussa mercoledì e votata giovedì in Plenaria. Il Consiglio presenterà quindi la sua posizione informale e il 12 luglio si terranno i primi colloqui a tre vie (trilogo) tra i due rami con competenza in materia di bilancio, Parlamento e Consiglio, e la Commissione europea. I colloqui riprenderanno poi a settembre, per cercare di raggiungere un accordo entro la fine dell’anno.

Budget 2019: mandato per il trilogo | Link alla procedura
 

Pubblicato il 29 giugno 2018