skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Il PE crea una commissione speciale sui pesticidi

Il Parlamento europeo ha adottato, nel corso della sessione plenaria di febbraio, il mandato e la composizione di una commissione speciale incaricata di esaminare la procedura di autorizzazione dell’UE per i pesticidi.

La creazione della commissione specialeProcedura di autorizzazione dei pesticidi da parte dell'Unione (EPST) è una risposta alle preoccupazioni sollevate in merito alle procedure di valutazione dei rischi legati al glifosato.

Si tratta infatti della sostanza attiva più utilizzata al mondo negli erbicidi e su di essa sono stati sollevati alcuni timori quanto ai suoi possibili effetti cancerogeni. La commissione speciale valuterà potenziali conflitti di interesse e mancanze nella procedura di autorizzazione dei pesticidi.

Il Parlamento europeo aveva chiesto nell'ottobre 2017 che il glifosato fosse utilizzato con restrizioni immediate e poi bandito dal 2022. I governi UE avevano però deciso di rinnovarne per 5 anni la licenza di utilizzo nel novembre dello scorso anno.
Un'iniziativa dei cittadini ne ha chiesto il divieto assoluto in Europa.

Gli eurodeputati italiani presenti nella commissione sono Simona Bonafè (S&D), Herbert Dorfmann (PPE) e Piernicola Pedicini (EFDD).

La durata del mandato della commissione PEST è di nove mesi, a partire dalla prima riunione. Dovrà presentare al voto della Plenaria una relazione finale con le conclusioni dell’inchiesta e le raccomandazioni per il futuro.

Leggi tutto il comunicato stampa
 

Pubblicato il 21 febbraio 2018