skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

La plenaria di febbraio 2018 a Strasburgo: scopri l'agenda

Acquisti online senza frontiere, riduzione seggi al PE e riforma legge elettorale per il 2019, tagli a emissioni e finanziamenti per innovazioni. Dibattito con Mario Draghi su investimenti, sostegno a banche e minacce informatiche. Il Primo ministro della Croazia interverrà sul futuro dell’Europa.

Immangine della Plenaria in attesa della discussione zoom microfono - © European Union 2014 - European Parliament
Strasburgo, Parlamento europeo. I deputati saranno riuniti in Plenaria dal 5 all'8 febbraio 2018. © European Union 2014 - European Parliament
 .

Il sostegno della BCE alle banche ancora non si riflette pienamente nella concessione di prestiti all'economia reale. Lo affermeranno i deputati in un dibattito con il Presidente della BCE, Mario Draghi, che si terrà lunedì sera.

Gli acquirenti online avranno un maggiore accesso transfrontaliero a prodotti quali prenotazioni alberghiere, noleggio di auto o biglietti per concerti, in base alle nuove norme che vietano il geoblocking ingiustificato e che saranno discusse lunedì e votate in via definitiva martedì.

Nuove regole per accelerare la riduzione delle emissioni di gas serra, attraverso il Sistema UE di scambio delle quote di emissione (ETS) saranno sottoposte a votazione finale martedì e dibattute lunedì.

Il Primo ministro croato, Andrej Plenković, sarà il secondo leader dell’UE invitato a discutere il futuro dell’Europa con i deputati, in Plenaria martedì.

Il numero dei deputati del Parlamento europeo dovrebbe ridursi da 751 a 705 quando il Regno Unito lascerà l'Unione europea, secondo un’iniziativa legislativa che sarà discussa e votata mercoledì.

Ancora mercoledì discussione e voto di una risoluzione nella quale il Parlamento si dice pronto a bocciare qualsiasi candidato a Presidente della Commissione europea che non sia stato già nominato "candidato principale" prima delle elezioni UE del 2019.

 

Dossier con relatori italiani

Sarà votata martedì la raccomandazione di Angelo Ciocca (IT, ENF) sulprogetto di decisione del Consiglio relativa al rinnovo dell'accordo di cooperazione scientifica e tecnologica UE-Brasile.

 

Altri argomenti all'ordine del giorno

In un dibattito con Federica Mogherini martedì, i deputati dovrebbero condannare l’assalto militare della Turchia contro l’enclave curda di Afrin (Siria) e le centinaia di arresti effettuati dal governo di Ankara nel tentativo di censurare le critiche su tale operazione. La Capo della politica estera dell’UE svelerà la nuova strategia dell'UE per i Balcani occidentali, che sarà in seguito discussa dai deputati.

Il Parlamento voterà martedì il mandato e la costituzione di una commissione speciale che sarà incaricata di esaminare la procedura di autorizzazione UE per i pesticidi.

In occasione della Giornata internazionale della tolleranza zero per le mutilazioni genitali femminili (MGF) del 6 febbraio, i deputati chiederanno alla Commissione informazioni sui progressi della strategia “Verso l'eliminazione delle MGF” e sulle azioni intraprese finora. Dibattito martedì, mercoledì il voto.

In una risoluzione che sarà discussa e votata giovedì, i deputati dovrebbero invitare la Commissione europea a proporre l’abolizione del passaggio dall’ora solare all’ora legale.

I deputati voteranno giovedì una risoluzione che consente alla Banca europea per gli investimenti (BEI) di concedere ulteriori prestiti, pari a 5,3 miliardi di euro, ai progetti realizzati al di fuori dell'UE.

 
 .

Articolo pubblicato lunedì 15 gennaio 2018