skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

La settimana di Bruxelles: commissioni e mini-plenaria

Paradise Paper, stato di diritto a Malta, energia pulita: questi alcuni degli argomenti in discussione nelle commissioni parlamentari questa settimana. La plenaria si occuperà di budget UE 2018, fondo di stabilità a pace, dispute investitori-stato, frodi IVA.

© European Union 2016 - European Parliament

Commissioni parlamentari

Tre giornalisti del Consorzio Internazionale per il giornalismo investigativo (ICIJ) che recentemente ha rivelato i “Paradise Paper”, parteciperanno alla riunione della commissione d’inchiesta del PE sul riciclo di denaro ed evasione fiscale, martedì. I commissari Pierre Moscovici e Věra Jourová si uniranno allo scambio di vedute per discutere possibili ulteriori misure.

Due voti distinti martedì per la commissione industria ed energia del PE sulle nuove esigenze relative alla promozione del risparmio energetico e alla maggiore condivisione di risorse rinnovabili nell’UE, permettendo di ridurre i costi per i consumatori e assicurare le forniture.

A seguito della risoluzione del PE che esprime preoccupazione sul funzionamento dello stato di diritto a Malta, una delegazione del PE sarà sull’isola giovedì e venerdì per una missione informativa. I deputati raccoglieranno informazioni sullo stato di diritto nel paese e sul rispetto dei regolamenti anti riciclo di denaro e bancari.

Il Servizio stampa del Parlamento europeo terrà un briefing per la stampa lunedì alle ore 11 a Bruxelles (sala stampa “Anna Politkovskaya”). I giornalisti possono porre domande via Twitter @EuroParlPress e utilizzando #EPressbriefing.

 

La sessione Plenaria

Bruxelles: Aula plenaria del Parlamento europeo.
© European Union 2016 - European Parliament

Il budget UE per il prossimo anno sarà firmato dal Presidente del PE, Antonio Tajani dopo che la Plenaria avrà approvato l’accordo raggiunto tra i negoziatori del PE e gli Stati membri. I deputati hanno spinto e ottenuto maggior supporto economico per i giovani disoccupati e fondi aggiuntivi a sostegno delle PMI e della ricerca. Mercoledì il dibattito e voto giovedì.

I deputati intendono supportare le missioni civili condotte da militari nei paesi terzi, ma a condizioni rigorose. Dibatteranno mercoledì e voteranno giovedì per incrementare di 100 milioni di euro a un fondo UE per progetti in 70 paesi, ma il denaro dovrà essere utilizzato, ad esempio, per costruire ospedali e non per acquistare armi o addestrare militari a operazioni di guerra.

Secondo i deputati, i futuri negoziati commerciali internazionali dovrebbero disporre di un tribunale multilaterale che si occupi di arbitrare i conflitti commerciali, piuttosto che passare per il controverso accordo privato sulle dispute tra Stato e investitori. Conflitti legati agli accordi commerciali, come il CETA ad esempio o il TTIP, dovrebbero essere gestiti da una tale corte: è quello che il Parlamento chiederà mercoledì nel dibattito con la Commissione europea.

I deputati daranno la loro opinione giovedì sulle nuove regole per migliorare lo scambio di informazioni tra le autorità nazionali al fine di combattere le frodi IVA transfrontaliere nell’UE, e per semplificare le regole in materia di tassazione per il commercio online. In un dibattito mercoledì, risponderanno inoltre alla CE sulla sua visione a lungo termine di un’unica area IVA nell’Unione.

 

Agenda del Presidente

Il Presidente Antonio Tajani sarà ad Abidjan, in Costa d’Avorio, martedì per il summit parlamentare UE- Africa, e mercoledì per il quinto summit Unione Africana – UE, che riunisce i capi di Stato e governo dei paesi UE e AU.

 

Articolo pubblicato venerdì 24 novembre 2017