skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Le sovvenzioni della DG Comunicazione del Parlamento europeo per il periodo 2016-2019

La DG Comunicazione del PE ha adottato un programma di lavoro pluriennale di sovvenzioni nell'area della comunicazione (categorie Media ed Eventi) per il periodo 2016-2019. Per la categoria Media è necessario sottoscrivere un accordo di partenariato: c'è tempo fino al 31 maggio 2016 per la presentazione della richiesta. Per la categoria Eventi, per cui un accordo di partenariato non è richiesto, il termine per la presentazione delle proposte è il 10 giugno 2016. Il bando, i formulari per la presentazione delle proposte, le domande frequenti e tutti i documenti utili sono disponibili sul sito del Parlamento europeo.

Strasburgo: il logo delle Elezioni europee 2014
Strasburgo: il logo delle Elezioni europee 2014 "Act, React, Impact - Agire, reagire, decidere" su uno degli edifici del PE

Le sovvenzioni sono uno strumento della strategia di comunicazione del Parlamento europeo. I progetti cofinanziati dovrebbero contribuire a diffondere le informazioni sul PE presso i cittadini, nel modo più ampio ed efficace possibile.

Il programma di sovvenzioni completa e supporta la strategia di comunicazione istituzionale del Parlamento europeo. La DG Comunicazione lo utilizza come canale per espandere e moltiplicare il suo messaggio sulle attività del Parlamento e dei suoi membri e sulla sua natura politica, per facilitare la comunicazione interattiva.

La rete di beneficiari delle sovvenzioni ha dato prova di essere un canale efficace di diffusione a livello nazionale, regionale e locale, per rafforzare la comunicazione con i cittadini in modo trasparente e obiettivo sui dibattiti in seno al PE, l'impatto della legislazione europea sulla nostra vita quotidiana e sul ruolo di controllo del Parlamento europeo nei confronti delle altre istituzioni UE.

In termini di audience, i giovani europei sono al cuore degli sforzi comunicativi del Parlamento europeo. Si registra un evidente bisogno di rafforzare la comprensione di quanto impatto abbia il PE sul processo decisionale e di aumentare nei cittadini la consapevolezza dell'importanza della loro voce, in particolare in vista delle prossime Elezioni europee del 2019. Coinvolgere i giovani cittadini è decisivo per assicurare nel futuro un'adeguata interazione tra i cittadini europei e le istituzioni che li rappresentano.

Inoltre, è cruciale aumentare la conoscenza del lavoro svolto dal Parlamento europeo in una prospettiva nazionale, e gli Uffici d'informazione nei 28 Stati membri sono i punti di contatto intermedi, nonché attori chiave nella disseminazione delle informazioni relative alle attività del PE.  

Il programma di sovvenzioni offre pertanto ampie opportunità di moltiplicare l'informazione negli Stati membri, anche in risposta al sempre maggiore interesse che si registra per gli affari europei.

 

Il contesto

Dal 2005 il Parlamento europeo ha istituito un programma annuale di sovvenzioni per cofinanziare progetti di comunicazione negli Stati membri, allo scopo di rafforzare la comprensione del ruolo e del funzionamento del PE, incoraggiando il pubblico ad avvicinarsi ed essere maggiormente partecipe al processo decisionale europeo, e offrendo ai cittadini una piattaforma che gli permettesse di sollevare questioni importanti ai loro occhi.

Il programma di sovvenzioni lanciato dalla DG Comunicazione per il periodo 2012-2014, in vista delle Elezioni europee del maggio 2014, mirava in particolare ad accrescere nelle persone la consapevolezza dei diritti e benefici derivanti dal loro status di cittadini europei, e che costituiscono un valore aggiunto spesso sconosciuto o sottovalutato.

Alla luce dei risultati della valutazione post-elezioni condotta dal Parlamento europeo, si ritenne necessaria un'ulteriore azione di comunicazione rivolta in particolare ai giovani cittadini europei. Tra di essi venne infatti registrato il più alto livello di astensionismo (72%): benché l'attaccamento all'Europa rimanesse molto alto (73%), il 49% dei giovani pensava che il PE non prendesse debitamente a cuore i desideri dei cittadini europei.

Si ritenne dunque necessario estendere la durata del programma di un ulteriore anno (durata dei progetti fino a settembre 2016) e lanciare un nuovo ciclo di sovvenzioni per il 2015.

Il nuovo programma di sovvenzioni coprirà il periodo 2016-2019.

 

Obiettivi del programma di lavoro pluriennale

Gli obiettivi del programma sono:

  • promuovere e ampliare la comprensione di identità, ruolo e natura politica del Parlamento europeo come unica istituzione UE democraticamente eletta;
  • comunicare il coinvolgimento attivo del PE in campi che riguardano direttamente i cittadini;
  • diffondere l'informazione e promuovere il dialogo sulle attività del PE, particolarmente con lo sguardo alle prossime Elezioni europee del 2019.
 

Accordo di partenariato pluriennale e sovvenzioni per i Media

L'attribuzione di sovvenzioni per i Media si articola in due passaggi. Il primo, la firma di accordi quadro con i potenziali beneficiari di sovvenzioni, accordi validi per l'intera durata del programma (2016-2019); il secondo, l'assegnazione di sovvenzioni sulla base di specifici progetti presentati annualmente dai firmatari di tali accordi, e approvati dai valutatori.

Un totale di 4 milioni di euro è pianificato per finanziare progetti per i Media nel 2016.
Il cofinanziamento del Parlamento europeo non potrà superare il 60% del budget totale del progetto.

L'accordo di partenariato non costituisce per la DG COMM obbligo di concedere una sovvenzione.

Accordi di partenariato - Multi-annual partnership agreements

Il PE intende sottoscrivere accordi di partenariato pluriennale validi per l'intera durata del programma di sovvenzioni.

I partenariati saranno conclusi con i Media - televisioni, radio, online - che, avendo risposto al bando, saranno stati selezionai nel rispetto dei criteri di idoneità e di selezione richiesti nella "call for proposals for partnership". Le proposte dovranno includere un piano d'azione per la durata del programma, che dettagli obiettivi e attività da svolgere.

Il termine di presentazione delle proposte di partenariato è il 31 maggio 2016.
Le proposte saranno valutate entro il mese di giugno 2016.  

Sovvenzioni per i Media

I bandi annuali, aperti solo ai Media partner firmatari dei succitati accordi di partenariato, saranno pubblicati al fine di selezionare progetti presentati da Media televisivi, radiofonici, online.

La pubblicazione del primo bando è prevista il 15 giugno 2016.
Il termine per la presentazione dei progetti è fissato al 31 agosto 2016.

 

Sovvenzioni per eventi

Le sovvenzioni per la categoria eventi saranno assegnate su base annuale.

Per "eventi" si intende tutti i tipi di evento, online e offline (preferibilmente con una componente web), non di parte, come seminari, conferenze, dibattiti, forum di discussione, esposizioni, concorsi, attività culturali o sportive, che mirino a fornire una piattaforma di comunicazione ai cittadini.

Non è previsto un accordo di partenariato per presentare una richiesta di sovvenzione in questa categoria, com'è invece il caso per i Media.

Un totale di 1 milione di euro è pianificato per finanziare specifici progetti nel 2016.
Il cofinanziamento del Parlamento europeo non potrà superare il 60% del budget totale del progetto.

Il termine per la presentazione dei progetti è fissato al 10 giugno 2016.

 

Il bando e tutti i documenti necessari alla presentazione della richiesta di partenariato e/o di sovvenzione, le linee guida, i documenti finanziari e informativi, il calendario indicativo per il 2016 e le domande frequenti, sono pubblicati sul sito del Parlamento europeo e scaricabili da questo link.

Per richieste di chiarimento, scrivere a dgcomm-subvention@europarl.europa.eu

Le richieste in lingua francese o inglese saranno evase entro 5 giorni lavorativi. Si prega di notare che questo limite di tempo potrebbe prolungarsi nel caso sia necessaria la traduzione da altra lingua ufficiale dell'UE verso l'inglese o il francese.

La richiesta di sovvenzione deve essere compilata elettronicamente. Al termine, per l'invio cliccare su “Submit by E-mail”.

Banner illustrativo: la bandiera a 12 stelle disegnata come un puzzle
Banner illustrativo: la bandiera a 12 stelle disegnata come un puzzle