skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

LUX Film Days 2017 - Le Giornate del cinema europeo a Roma

Il Premio LUX torna a Roma. Il 15/11 al Cinema Savoy si apre con "Western" di Valeska Grisebach; giovedì 16 sarà la volta di "Sami Blood", di Amanda Kernell, e il 17 di "120 battiti al minuto", di Robin Campillo. Seguiteci anche anche nei cinema di Bari, Bologna, Firenze, Mestre, Milano e Torino. Le nostre proiezioni sono gratuite. Vi aspettiamo!

 .

I LUX Days sono un'esperienza culturale unica che crea, da ottobre a dicembre, uno spazio comune di condivisione, con proiezioni nelle 24 lingue ufficiali dell'Unione e nei 28 Stati membri. Con le Giornate del cinema europeo vi invitiamo a esplorare realtà diverse e riflettere su temi di attualità.

L'Ufficio d'informazione in Italia del Parlamento europeo collabora anche quest'anno con il MedFilm Festival, nel cui programma sono inserite le proiezioni dei tre film finalisti del Premio LUX 2017: 120 battiti al minuto, Sami Blood e Western.

 

I LUX Film Days a Roma

CINEMA SAVOY, Sala 2 - Via Bergamo n. 17-25 a Roma
Le proiezioni dei film in competizione per il Premio LUX del Parlamento europeo saranno a ingresso gratuito.

Per informazioni sulle proiezioni nei 28 Stati membri dell'UE, vi rimandiamo al sito del LUX Prize.
I film possono inoltre essere votati per assegnare la menzione speciale del pubblico.

Buona visione e buon LUX a tutti!

 

I film della competizione ufficiale Premio LUX 2017

BPM (BEATS PER MINUTE) – 120 battements par minute
di Robin Campillo –
Francia
Il film è la storia di un gruppo di attivisti dell’associazione Act Up - Paris, determinati a dare maggiore visibilità alla piaga dell’AIDS nella Francia del 1992 (la malattia uccide da oltre 10 anni) e a lottare per il progresso nei campi della prevenzione e della ricerca, e contro l’indifferenza generale.

SÁMI BLOOD
di Amanda Kernell –
Svezia, Norvegia, Danimarca
Elle Marja è una ragazzina quattordicenne della comunità Sámi, i lapponi, nativi dell'estremo nord svedese. Esposta al razzismo coloniale degli anni Trenta e alla certificazione della razza a cui è sottoposta a scuola, la ragazza sogna una vita in cui non doversi sentire ogni volta “diversa”. Per ottenerla dovrà però tagliare ogni ponte con la sua famiglia, con la cultura della sua gente e diventare un'altra. Tanti anni dopo Elle Marja (Christina) ritorna nella sua terra d'origine per le esequie di sua sorella.

WESTERN
di Valeska Grisebach –
Germania, Bulgaria, Austria
Un gruppo di operai tedeschi è al lavoro per costruire nuove infrastrutture in una zona della Bulgaria prossima al confine con la Grecia. Con il passare dei giorni, sono giocoforza chiamati al confronto con i cittadini del villaggio limitrofo. La storia, che parla di immigrazione economica e integrazione, come suggerisce il titolo del film è costruita con gli ingredienti classici dei film western.

Il Premio LUX

La cultura riveste un ruolo fondamentale nella costruzione delle nostre società. Consente una migliore comprensione reciproca e ci aiuta a rispettare la diversità accomunandoci.
Il cinema è lo specchio della società odierna e spesso della società futura: racconta storie, talvolta le nostre storie. Il film ci ricorda persone, luoghi, avvenimenti e momenti della nostra vita. Ci commuove e ci ispira, ampliando i nostri orizzonti. Arricchisce il dibattito e talvolta lo crea.

È per questo motivo che nel 2007 il Parlamento europeo ha lanciato il Premio LUX per il cinema, con l'intento di migliorare la distribuzione dei film in tutta Europa stimolando la riflessione e il dibattito su scala europea. Il Premio persegue due obiettivi principali: in primo luogo, focalizzare il dibattito pubblico sull'Unione europea e le sue politiche e, in secondo luogo, sostenere la circolazione di (co)produzioni europee all'interno dell'Unione.

3 film, 24 lingue, 28 paesi

L'iniziativa del Parlamento europeo è unica perché crea una piattaforma di condivisione sui temi sollevati dai film e consente ai cittadini di guardare i film nella propria lingua. In generale infatti sono pochissimi i film europei che possono superare le barriere linguistiche e raggiungere il pubblico voluto su così ampia scala.

Il Parlamento europeo è attivamente impegnato a promuovere la diversità culturale e linguistica. I suoi poteri legislativi gli conferiscono un ruolo cruciale nella definizione delle politiche dell'Unione europea che incidono sulla vita quotidiana di 500 milioni di cittadini. Le sue competenze abbracciano questioni chiave come l'immigrazione, l'integrazione, la povertà, la libertà di espressione, i diritti della donna e altro ancora.

Il Premio LUX è un modo innovativo di comunicare con approcci diversi su questi importanti settori della politica europea e di sostenere la diversità culturale e linguistica con un'iniziativa concreta.

Con questo premio il PE promuove la distribuzione dei 3 film finalisti sottotitolandoli nelle 24 lingue ufficiali e fornendoli in formato digitale (DCP) a ciascun paese.

Menzione speciale del pubblico

I LUX Film Days sono un'esperienza culturale unica che supera i confini e che crea, da ottobre a dicembre, uno spazio pubblico unico in cui gli amanti del cinema europeo possono vedere, in luoghi diversi nei 28 Stati membri e nelle 24 lingue ufficiali europee, i 3 film finalisti del Premio LUX.

Ma soprattutto il pubblico è invitato a esprimere e confrontare le proprie opinioni attraverso dibattiti e sui media sociali, nonché a votare per il film favorito assegnando la "Menzione speciale del pubblico".

Vi aspettiamo dunque al cinema!

Per le proiezioini più vicine a te, consulta la pagina dei LUX Film Days sul sito www.luxprize.eu.