skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 
13/04/2015

Mercoledì 15 aprile il Parlamento si riunisce in plenaria a Bruxelles

Una (mini) sessione plenaria avrà luogo mercoledì 15 aprile, a partire dalle ore 15,00, a Bruxelles. Durante i lavori i deputati si confronteranno sul 100° anniversario del genocidio armeno e sull'allocazione delle risorse rimaste dal bilancio UE del 2014. Segui la diretta streaming dalle ore 15.

La plenaria di Bruxelles
La plenaria di Bruxelles

Mercoledì alle ore 15, si discuterà della modifica del quadro finanziario pluriennale per il periodo 2014-2020.
La proposta mira alla revisione dell'allegato al regolamento (UE, Euratom) n° 1311/2013 che consentirebbe di trasferire su anni successivi i crediti non utilizzati nel 2014. Nello specifico, si tratta di finanziamenti previsti per i fondi: strutturali, di coesione, agricolo per lo sviluppo rurale, per gli affari marittimi e la pesca, per asilo migrazione e integrazione, per la sicurezza interna. A seguito della tardiva adozione dei programmi relativi ai detti fondi, un totale di oltre 21 miliardi di euro non è stato impegnato nel 2014 né riportato sull'anno 2015.  

Il Parlamento celebrerà il centenario del genocidio armeno in un dibattito previsto introno alle 16.00 che dovrebbe incentrarsi sulle relazioni dell'UE con la Turchia e sul tentativo di rinnovare le relazioni diplomatiche turco-armene. Il Parlamento europeo voterà una proposta di risoluzione.

Il Parlamento dovrebbe chiedere ulteriori sforzi per porre fine alla discriminaizone e ai crimini d'odio nei confronti del popolo Rom, e invitare l'UE a riconoscere il 2 agosto quale Giornata commemorativa del genocidiod ei rom, in ricordo di quanto subito dalla popolazione durante la seconda guerra mondiale da parte dei nazisti. A seguito della discussione svoltasi il 25 marzo, sarà votata una risoluzione.