skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Nuove tecnologie: esportazioni da UE nel rispetto dei diritti umani

Il Parlamento è pronto a negoziare con i ministri UE le nuove regole che aggiungerebbero alcuni strumenti di cyber-monitoraggio all'elenco già esistente di prodotti che le autorità nazionali devono approvare prima di esportare.

Alcuni beni e tecnologie hanno un duplice uso: possono infatti essere utilizzati in circostanze civili a scopo pacifico ma anche per costruire armi di distruzione di massa, portare a termine attacchi terroristici o facilitare le violazioni dei diritti umani.

Il regime di controllo sulle esportazioni di tali prodotti dall’Unione europea dovrebbe essere esteso agli strumenti di cyber-monitoraggio che possono essere utilizzati per violare i diritti umani.

In una risoluzione legislativa approvata mercoledì con 571 voti favorevoli, 29 contrari e 29 astensioni, i deputati hanno stabilito la posizione del Parlamento per i negoziati con i ministri dell’UE. I negoziati con i ministri dell'UE potranno prendere il via non appena gli Stati membri avranno concordato la propria posizione comune.

Leggi l'articolo del Servizio stampa del Parlamento europeo
 

Pubblicato il 22 gennaio 2018