skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Orange the World: per un futuro senza violenza sulle donne

I numeri non lasciano dubbi sull'entità del fenomeno: una donna su tre nell’UE ha subito una violenza fisica e/o sessuale a partire dall’età di 15 anni. Il Parlamento europeo si è illuminato di arancione in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

 .

Le forze di polizia dell'Unione europea hanno registrato 215.000 casi di crimini sessuali violenti nel 2015, l’ultimo anno per cui esistono dati completi: il 90% delle vittime sono state donne. Uomini, invece, la quasi totalità (99%) delle persone imprigionate per avere commesso tali delitti.

Circa 80.000 di questi crimini erano stupri: e le vittime? Donne o ragazze, 9 volte su 10. E sempre donne o ragazze, 8 su 10 volte, sono vittime di aggressioni a sfondo sessuale.

La commissione Diritti delle donne e uguaglianza di genere del PE ha incontrato il 21 novembre a Bruxelles i membri dei parlamenti nazionali per discutere ed esaminare la ratifica e l’attuazione della convenzione di Istanbul che criminalizza la violenza di genere.

Il 25 novembre 2017, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, anche il Parlamento europeo ha partecipato all’iniziativa Orange the World, che colora di arancione i monumenti e gli edifici in tutto il mondo per simboleggiare, col vivo colore arancione, un futuro luminoso senza violenza contro donne e ragazze.

Leggi il comunicato stampa | Parlamento europeo
 

Pubblicato il  novembre 27 novembre 2017