skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Per l'UE nuovi obiettivi su efficienza energetica e rinnovabili

Il Parlamento ha approvato nuovi obiettivi vincolanti per migliorare l'efficienza energetica e stabilito una quota minima di energia prodotta da fonti rinnovabili. Il 12% di energia consumata nei trasporti dovrà provenire da rinnovabili, e stop all'olio di palma. 

 .

Per quanto riguarda l'efficienza energetica, il Parlamento ha votato in favore di un obiettivo minimo vincolante del 35% e di obiettivi nazionali indicativi. La risoluzione è stata approvata con 485 voti favorevoli, 132 contrari e 58 astensioni.

Sulla promozione dell'uso delle energie rinnovabili, i deputati affermano che entro il 2030 la quota dovrà essere pari al 35% del consumo energetico dell'UE. La risoluzione, approvata con 492 voti favorevoli, 88 contrari e 107 astensioni, prevede siano fissati anche obiettivi nazionali con un margine di manovra fino a un massimo del 10%.

Infine, la risoluzione sulla governance dell’Unione dell’energia (trasporti, biocarburanti, ricariche, biomassa, autoconsumo) è stata approvata con 466 voti favorevoli, 139 contrari e 38 astensioni.

Il Consiglio ha approvato i suoi orientamenti generali sull'efficienza energetica il 26 giugno, sulle energie rinnovabili e la governance dell'Unione dell'energia il 18 dicembre 2017: i negoziati potranno iniziare dunque immediatamente.

Leggi l'articolo del Servizio stampa del Parlamento europeo
 

Pubblicato il 22 gennaio 2018