skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Plenaria del 23 novembre a Strasburgo: i principali temi all'ordine del giorno

Gli attacchi di Parigi e le misure anti-terrorismo, la cooperazione e lo scambio d'informazioni tra paesi ai fini della sicurezza, la gestione dei flussi di migranti e la richiesta di più fondi per affrontare la crisi dei rifugiati: ecco alcuni dei temi all'ordine del giorno nella plenaria di novembre a Strasburgo. Si vota inoltre il Bilancio UE per il 2016. Il Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, interverrà in seduta solenne mercoledì alle 12. Violenza contro le donne, educazione dei bambini nelle situazioni di crisi, povertà infantile: i deputati presenteranno le loro proposte su questi temi. Martedì si conoscerà il film vincitore del Premio LUX 2015. L'intera seduta è trasmessa come sempre in diretta streaming.

Strasburgo: l'aula plenaria del Parlamento europeo vista dalla triuna dei visitatori.
L'aula plenaria a Strasburgo

I deputati discuteranno gli attacchi terroristici del 13 novembre a Parigi, incluse le operazioni di polizia e militari successive, e la riunione del 20 novembre del Consiglio Giustizia e affari interni, in un dibattito con il Presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker e la Presidenza del Consiglio, previsto per mercoledì dalle 8,30 alle 12,00.

Gli Stati membri dovrebbero intensificare la cooperazione e lo scambio rapido di informazioni tra gli organismi nazionali di sicurezza ed Europol, per monitorare i sospetti terroristi o i potenziali "combattenti stranieri". In un progetto di risoluzione in discussione martedì e in votazione mercoledì, i deputati suggeriranno misure volte a eliminare tempestivamente i contenuti illegali online che diffondono l'estremismo violento su internet.

Il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella si rivolgerà ai deputati nel corso della seduta solenne di mercoledì a mezzogiorno. Questa è la prima volta che il presidente Mattarella interviene davanti alla plenaria del PE, da quando è stato eletto dodicesimo Presidente della Repubblica il 31 gennaio 2015.

Le raccomandazioni del Parlamento per contrastare la pianificazione fiscale aggressiva delle imprese e l'evasione fiscale saranno discusse martedì e votate mercoledì. La risoluzione dovrebbe includere la richiesta alle multinazionali di fornire informazioni sui loro dati finanziari paese per paese, l'introduzione di una base imponibile consolidata comune per le società, accordi fiscali più trasparenti tra gli Stati membri e tali società e una maggiore protezione per i whistleblower.

Il Parlamento voterà mercoledì il bilancio UE per l'anno 2016 in seguito a un accordo raggiunto con il Consiglio. I negoziatori del Parlamento si sono opposti a molti dei tagli previsti in un primo momento dal Consiglio e hanno ottenuto maggiori fondi per i Paesi che si trovano in prima linea nell'affrontare l'emergenza migratoria, gli aiuti umanitari, lo strumento UE di ricerca e sviluppo Horizon 2020, le piccole e medie imprese e gli studenti che usufruisco dei programmi Erasmus+.

Il PE chiederà mercoledì agli Stati membri di fornire quanti più introiti possibili per affrontare la crisi migratoria, destinando il denaro risparmiato dai contributi nazionali al bilancio dell'Unione europea, più esigui del previsto, a due fondi comunitari per aiutare la Siria e l'Africa e provare ad affrontare le cause profonde della migrazione. I deputati dovrebbero inoltre decidere di fornire risorse aggiuntive per gli sforzi di gestione migratoria.

Il dibattito di mercoledì pomeriggio, al quale parteciperanno Commissione e Consiglio, si incentrerà principalmente su cambiamento climatico, crescita economica e migrazione, argomenti centrali del G20 di Antalya, Turchia, dello scorso 16 novembre. I deputati, inoltre, discuteranno il piano d'azione congiunto concordato dall'UE e i leader africani durante il vertice di La Valletta dell'11-12 novembre scorso, per gestire l'attuale crisi migratoria e il flusso dei rifugiati.

Con il voto di martedì del Parlamento, che aggiorna le norme UE in materia di informazione e di consulenza offerte dal personale di vendita, la distribuzione e vendita di polizze assicurative sarà resa più facile e sicura grazie all'introduzione di nuovi requisiti a tutela dei consumatori simili per tutti i canali distributivi. Sono previste delle eccezioni.

Mercoledì 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, i deputati chiederanno alla Commissione quali nuove misure intenda adottare per br /> ">migliorare la prevenzione della violenza di genere contro le donne nell'UE e se, come richiesto dal Parlamento, sia finalmente in grado di proporre una direttiva UE in merito. Il dibattito inizierà alle ore 15,00.

Il Parlamento, mercoledì pomeriggio, chiederà agli Stati membri di sostenere l'obiettivo della Commissione di aumentare al 4% la quota dei fondi umanitari per l'istruzione dei bambini nelle situazioni di crisi. Inoltre, i deputati discuteranno la necessità da parte di tutti gli Stati ospitanti di aiutare i bambini rifugiati a integrarsi nei loro sistemi scolastici nazionali. La risoluzione sarà posta in votazione giovedì.

Una risoluzione su come migliorare la situazione sociale dei bambini che vivono in condizioni di povertà sarà discussa lunedì e posta in votazione martedì. Tra le raccomandazioni figurano: maggiori investimenti per la protezione sociale, la sanità, l'istruzione e gli alloggi sociali, oltre alla costituzione di fondi di "garanzia infantile".

La Commissione europea non dovrebbe autorizzare il riciclaggio di materie plastiche che contengono l’addolcitore chimico ftalato dietilesile (DHEP) per produrre oggetti morbidi in PVC come calzature e rivestimenti per pavimenti, poiché rappresenta una minaccia tossica per gli apparati riproduttivi dei lavoratori esposti, che potrebbe rendere il loro feto maschio sterile, secondo un progetto di risoluzione che sarà votato mercoledì.

 

Premio LUX del Parlamento europeo

And the winner is...

Il Presidente Martin Schulz annuncerà il vincitore dell'edizione 2015 del Premio LUX, martedì 24 novembre nel corso di una cerimonia ufficiale in Plenaria. I film finalisti di quest'anno sono: Mediterranea (Italia, Stati Uniti, Germania, Francia, Qatar) di Jonas Carpignano, Mustang (Francia, Germania, Turchia, Qatar) di Deniz Gamze Ergüven, Urok (The lesson) di Kristina Grozeva e Petar Valchanov (Bulgaria, Grecia).

Il vincitore della nona edizione del premio sarà scelto dai deputati, che voteranno i film in Parlamento dal 16 al 23 novembre.
Sempre martedì, alle ore 15.00, si terrà una conferenza stampa a Strasburgo con i registi dei tre film.

 

Articolo pubblicato il 20 novembre 2015