skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 
24/11/2014

Plenaria del PE: che succede questa settimana a Strasburgo

Questa settimana di plenaria sarà densa di avvenimenti. Papa Francesco sarà in visita ufficiale al PE, il Premio Sakharov 2014 sarà consegnato a Denis Mukwege, il PE voterà una mozione di censura alla Commissione europea per la questione Luxleakes. E ancora: dibattito sul riconoscimento dello Stato di Palestina, bilancio UE, pacchetto di 300 miliardi di euro per gli investimenti, il cambiamento climatico in vista di Lima, aiuti allo sviluppo, violenza alle donne, come evitare altre morti nel Mediterraneo.

© European Union 2014 - European Parliament
© European Union 2014 - European Parliament

In apertura di sessione il Presidente Schulz ha condannato gli attentati della scorsa settimana in una sinagoga di Gerusalemme che hanno fatto cinque morti e molti feriti, dichiarando che si è trattato di "un attentato alla pace". Ha invitato tutte le parti a porre fine a questi "insensati omicidi" e unirsi in un dialogo.

Lunedì alle 18.00, in presenza del Presidente Juncker e del suo collegio, è stata discussa una mozione di censura contro la Commissione europea, che sarà votata giovedì. Per sciogliere la Commissione, la mozione dovrebbe essere votata a maggioranza doppia, vale a dire due terzi dei voti espressi e la maggioranza del numero totale dei deputati (ad esempio 376).

Eradicare la povertà, lottare contro le disuguaglianze, proteggere i diritti umani e rendere i sistemi sanitari sostenibili sono alcuni dei principali obiettivi della risoluzione sul programma di sviluppo post-2015 discussa lunedì pomeriggio e al voto martedì. Nell'interrogazione orale alla Commissione e in una risoluzione separata che sarà votata giovedì, sarà affrontato anche il problema della malnutrizione infantile nei paesi in via di sviluppo.

Papa Francesco si recherà in visita ufficiale al Parlamento europeo a Strasburgo martedì 25 novembre, dove, alle 11.15, pronuncerà un discorso formale dinanzi agli eurodeputati.

Martedì 25 novembre si celebra la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne e i deputati chiederanno alla nuova Commissione quali misure intende adottare per prevenire la violenza di genere contro le donne in Europa.

Nel pomeriggio i negoziatori del bilancio UE per il Parlamento illustreranno all'Aula l'esito dei colloqui infruttuosi tra Parlamento e Stati membri sulle modifiche al bilancio UE per il 2014 e sul nuovo bilancio per il 2015.

Ancora martedì pomeriggio i deputati chiederanno al Consiglio e alla nuova Commissione quali siano le azioni previste per evitare nuove vittime nel Mediterraneo, a un anno dall'annegamento di ameno 360 migranti al largo di Lampedusa. I temi che affronteranno i deputati riguarderanno la necessità di una maggiore solidarietà e di un'equa ripartizione della responsabilità tra gli Stati membri, più ricerca e soccorso nonché una cooperazione più stretta con i paesi terzi.

Martedì il Parlamento deve anche decidere se esprimere rapidamente il proprio parere sui progetti della Commissione che permettono ad alcuni Stati membri - che devono ingenti somme al bilancio UE a seguito delle modifiche sui dati del loro prodotto interno lordo (PIL) - di rinviare i loro pagamenti. I ministri dell'UE hanno chiesto al Parlamento di esprimere il proprio parere su tali piani in modo urgente, affinché diventino effettivi a partire dal 1° dicembre, scadenza originale per i pagamenti.

Nel dibattito in programma in serata con la Commissione europea e la Banca centrale per gli investimenti, i deputati valuteranno i risultati e la metodologia dei recenti stress test su 130 delle maggiori banche europee. Tali test hanno rappresentato l'ultimo ostacolo da superare prima di avviare il nuovo meccanismo di vigilanza unico (MVU) per le banche europee.

Mercoledì mattina alle 9.00 il Presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker, presenterà al Parlamento il pacchetto di investimenti per posti di lavoro e crescita, pari a 300 miliardi di euro. Detta presentazione sarà seguita da un giro di dichiarazioni dei gruppi politici.

Il vincitore di quest'anno del Premio Sakharov per la libertà di pensiero è Denis Mukwege, ginecologo congolese specializzato nel trattamento delle vittime di stupro e violenza sessuale estrema. Mukwege riceverà il premio a Strasburgo mercoledì a mezzogiorno, nel corso di una cerimonia cui farà seguito, alle 12.30, una conferenza stampa congiunta con il Presidente Schulz.

Secondo un progetto di risoluzione in votazione mercoledì, i negoziati di Lima del mese prossimo dovrebbero consentire ai partner globali di raggiungere un accordo ambizioso sul clima durante la conferenza di Parigi del 2015, con l’obiettivo di mantenere lo scenario di un riscaldamento climatico al di sotto dei due gradi centigradi.
I deputati ribadiranno l'impegno dell'UE e dei suoi Stati membri ad aumentare i contributi al Fondo verde per il clima delle Nazioni Unite in modo da raccogliere 100 miliardi di dollari all'anno entro il 2020. Una delegazione del Parlamento europeo, guidata dal Presidente della commissione per l'ambiente, Giovanni La via (PPE,IT) sarà a Lima dal 5 al 13 dicembre prossimi.

La questione se la Palestina deve essere riconosciuta come Stato sarà discussa mercoledì pomeriggio con il Capo della politica estera dell'Unione europea, Federica Mogherini. La votazione inizialmente prevista per giovedì è stata rinviata alla sessione di dicembre.