skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Premiazione a Vicenza per #IES - Io, l'Europa e lo Sport.

Le città di Aosta, Cagliari, Pesaro e Vicenza sono state insignite del titolo “Città europea dello sport 2017”. Il 31 marzo 2017 a Vicenza la premiazione di una delle scuole che si sono cimentate nella realizzazione di un video sui temi dell'Europa e dello Sport.

La città di Vicenza è stata insignita del titolo “Città europea dello sport 2017” assieme ad Aosta, Cagliari e Pesaro. L’Ufficio d’Informazione del Parlamento europeo in Italia, in collaborazione con gli Europe Direct e gli Informagiovani delle quattro città, ha proposto agli studenti la realizzazione di video sull’interpretazione che i ragazzi davano al sentirsi europei facendo sport.

Attraverso cortometraggi di circa tre minuti, le classi partecipanti hanno raccontare i valori europei attraverso la pratica degli sport, inserendoli in un contesto didattico.
Una giuria composta da eurodeputati, rappresentanti degli Europe Direct e dell’Ufficio d’Informazione del Parlamento europeo in Italia, ha selezionato il vincitore fra i video presentati dalle scuole vicentine.

La cerimonia di consegna della pergamena alla scuola vincitrice si terrà a Vicenza il 31 marzo 2017, alle ore 11.00, presso il Palazzetto dello Sport.

La scuola vincitrice sarà premiata dall’europarlamentare Mara Bizzotto.
Saranno presenti l'Assessore alla formazione del Comune di Vicenza, Umberto Nicolai e il Delegato provinciale del CONI.

La classe vincitrice sarà invitata il prossimo 7 aprile 2017 al Parlamento europeo di Strasburgo nell’ambito del programma “Euroscola”.

I video delle scuole partecipanti sono pubblicati sulla pagina web, sul canale YouTube e sui profili Facebook e Twitter dell’Ufficio d’Informazione del Parlamento europeo in Italia.