skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Programma di aiuto alla Grecia: dibattito acceso in plenaria a Strasburgo

In un vivace dibattito sullo stato di avanzamento del programma di aggiustamento macroeconomico greco, i partiti di centro-sinistra S&D, GUE, Verdi/ALE, ma anche il conservatore ECR, hanno ammonito i creditori della Grecia e il Fondo monetario internazionale (FMI) a non imporre ulteriori riforme sul Paese e chiesto una riduzione del debito. Alcuni deputati hanno attaccato il FMI per essere troppo duro con le riforme, mentre il gruppo PPE di centro-destra ne ha evidenziato la necessità.

Strasburgo: l'Aula Plenaria vista dalla tribuna stampa.
La plenaria di Strasburgo

Il commissario per gli affari economici Pierre Moscovici ha fornito un resoconto positivo della riunione dell'Eurogruppo di lunedì, affermando che la Grecia dovrebbe tornare a crescere nella seconda metà del 2016 e a un deficit inferiore al 3% nel 2017. Prevede un accordo nel corso della riunione dell'Eurogruppo del 24 maggio sulle riforme e sul meccanismo di contingenza (per assicurare l'avanzo primario del 3,5% entro il 2018), affinché possano continuare le erogazioni nel quadro del programma. Il secondo passo sarebbe poi quello di iniziare a parlare di riduzione del debito, ripetendo che i tagli nominali rappresentano "una condizione necessaria".

Vai all'articolo e alle dichiarazioni degli oratori
 

Pubblicato l'11 maggio 2016