skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Protezione dei minori nelle controversie internazionali

Pur riconoscendo la qualità delle proposte della Commissione per migliorare il regolamento UE in vigore, risalente al 2003, i deputati hanno proposto modifiche alle norme sulla risoluzione delle controversie internazionali in materia di divorzio e responsabilità genitoriale, compresi i casi di sottrazione di minori.

 .

Cresce in Europa il numero delle coppie internazionali che sono oggi stimate a 16 milioni. Ne consegue un aumento delle dispute in materia di diritto di famiglia: attualmente si registrano in UE circa 140.000 divorzi internazionali all'anno e 1.800 casi di rapimento di minori da parte di uno dei genitori. In aumento anche il numero di bambini nati da coppie internazionali non sposate.

Il Parlamento, nell'intento di salvaguardare l'interesse del minore, propone di rafforzarne la tutela durante l'intera procedura di risoluzione delle controversie tra le coppie divorziate.

Le decisioni sui casi di sottrazione transfrontaliera di minori da parte dei genitori dovranno essere prese da giudici esperti in materia di diritto di famiglia. La proposta del PE mira anche a rafforzare la posizione giuridica dei bambini, garantendo loro il diritto ad essere scoltati e introducendo, su questo aspetto, norme dettagliate.

Il parere del Parlamento, che è stato approvato con 562 voti in favore, 16 voti contrari e 43 astensioni, sarà trasmesso al Consiglio, responsabile della decisione finale.

Leggi l'articolo del Servizio stampa del Parlamento europeo
 

Pubblicato il 23 gennaio 2018