skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Questa settimana a Bruxelles la mini-plenaria e le riunioni delle commissioni parlamentari

Specificità nazionali, protezione dati e sicurezza sono tra i temi trattati dalle commissioni parlamentari questa settimana a Bruxelles. Mercoledì di sessione plenaria con il piano Juncker sugli investimenti strategici, il dibattito in vista del Consiglio eruopeo del 25 e 26 giugno e la governance economica dell'Unione europea.

Bruxelles, il Parlamento europeo visto da Place de Luxembourg (© European Union 2015 - EP)
Bruxelles, edificio Altiero Spinelli

Riunioni delle commissioni

Martedì il dibattito con i commissari Dombrovskis, Moscovici e Thyssen sulle raccomandazioni specifiche per paese per l'anno 2015 con le commissioni Problemi economici e monetari e Occupazione e affari sociali. Tra i temi affrontati dai deputati dovrebbero figurare l'accentuare maggiormente le specificità nazionali, con attenzione alle possibili ripercussioni negli altri paesi, e implicare i parlamenti nazionali nelle decisioni sulle riforme strutturali.

Ancora martedì, in vista del Consiglio europeo il 25 e 26 giugno a Bruxelles - che si concentrerà anche sulla questione sicurezza - Federica Mogherini, Alto commissario UE per la politica estera, dibatterà con la commissione Affari esteri sull'agenda per la sicurezza europea e sulla richiesta dei deputati per l'attuazione di misure per affrontare le recenti situazioni di crisi alle frontiere europee.

Mercoledì i negoziatori del PE, i ministri della giustizia delle presidenze del Consiglio entrante (Lussemburgo) e uscente (Lettonia), e la commissaria europea alla giustizia Věra Jourová, si incontreranno per aprire i negoziati sull'aggiornamento delle regole europee legate alla protezione dei dati. Subito dopo il primo turno di negoziati, è prevista una conferenza stampa congiunta.

Sessione plenaria - Mercoledì

Il fondo europeo per gli investimenti strategici, concepito per mobilitare 315 miliardi di euro a incoraggiamento dell'economia UE, sarà oggetto di un dibattito e di un voto legislativo. Le disposizioni sul finanziamento del fondo presenteranno un interesse particolare e un voto in favore permetterebbe al piano Juncker di essere lanciato questa estate.

Le migrazioni, l'Ucraina, la governance economica e la sicurezza sono tra le questioni all'ordine del giorno del Consiglio europeo il 25 e 26 giugno, che dovrebbero essere dibattute il giorno precedente al Parlamento alla  presenza del Consiglio e della Commissione. Anche la situazione dei negoziati con la Grecia e i suoi creditori internazionali tra i probabili temi in agenda.

L'opinione del Parlamento sull'architettura della governance economica europea, incluse le proposte di miglioramento, sarà oggetto di dibattito e di una risoluzione. Secondo il progetto di testo, le disposizioni sulla governance economica per la zona euro non funzionano come dovrebbero perché troppo complesse, mancano di titolarità e non sono sistematicamente rafforzate. I capi di Stato di governo dell'UE dovrebbero discutere sulle regole di coordinamento della politica economica nel corso del Consiglio europeo di giugno.

Agenda del Presidente

Trent'anni fa la Spagna firmò i trattati di adesione all'Unione europea. In occasione di questa ricorrenza, il Presidente del Parlamento europeo Martin Schulz sarà a Madrid per pronunciare un discorso celebrativo di questo anniversario. Nello stesso giorno parteciperà a Bruxelles al dibattito "Più o meno Europa".
Giovedì è previsto un suo intervento al Consiglio europeo e, a seguire, una conferenza stampa.

 

La sessione informativa per la stampa sulle attività della settimana è prevista il lunedì alle ore 11, nella sala stampa "Anna Politkovskaïa", a Bruxelles. I giornalisti possono, prima e dopo l'incontro, porre domande sui lavori attraverso l'account Twitter @EuroParlPress e utilizzando #EPressbriefing.

Il briefing, che può essere seguito in diretta attraverso il servizio web streaming di EuroparlTV.

 

Articolo pubblicato il 22 giugno 2015