skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 
06/11/2013

ReACT4JOBS - Il Parlamento europeo prende impegni con i giovani sul fronte del lavoro

Si è tenuta ieri a Roma, presso il Teatro Argentina, la serata React4Jobs, organizzata dall'Ufficio d'Informazione del Parlamento europeo in Italia e presentata da Riccardo Luna, con la partecipazione della compagnia teatrale "Il Ratto d'Europa", di 10 giovani che si sono affermati nel mondo del lavoro e dell'europarlamentare David Sassoli. L'evento è parte della campagna del Parlamento europeo per sensibilizzare i cittadini sull'importanza di esercitare il proprio diritto di voto alle prossime elezioni europee nel maggio 2014.

Il giornalista Riccardo Luna ha intervistato i 10 giovani ospiti, che hanno portato sul palco la loro testimonianza sui successi ottenuti nel mondo del lavoro.

Daniele Albanese di Justbit ha raccontato della sua creazione, nata per gioco con un gruppo di amici, che lo ha portato a vincere un contest internazionale per una "app" di successo. Stupore hanno suscitato Matteo Beccaro e Matteo Collura, hacker e non cracker, che hanno scoperto un bug nelle difese del sistema di obliterazione della metropolitana di una grande città italiana.

Fabiola Burro, del Corpo Forestale dello Stato, ha raccontato la sua esperienza, sottolineando che secondo lei "si vive meglio in un mondo in cui si seguono le regole" e che sognerebbe un futuro da agricoltore "moderno" per i suoi figli.

Dario Carrera di The Hub, ha aggiunto che ci vorrebbe la "guardia forestale dei sogni". La giornalista Valentina Parasecolo, cofondatrice del blog "Il Bureau", ha raccontato come, vincendo un premio, sia riuscita dopo 7 stage - di cui uno solo retribuito - a coronare il suo sogno di entrare nella redazione di una famosa trasmissione televisiva, pur continuando a coltivare il suo blog.

Salvatore La Valle, detto "la talpa" con riferimento alla sua precedente attività di ingegnere costruttore di gallerie (pentito), ha illustrato come produrre energie rinnovabili da fonti alternative. Valentina Resta, studentessa speranzosa di ottenere un dottorato sempre "idonea ma non ammessa", ha raccontato della sua esperienza in Tunisia durante la rivoluzione dei gelsomini.
Fabio Savelli di Solferino 28, ha raccontato come è entrato al Corriere della Sera; Eleonora Voltolina, fondatrice de sito "La Repubblica degli stagisti", ha aggiunto aneddoti sui tirocinanti di tutta Europa e ricordato la Carta dello stagista.

Infine Riccardo Luna ha ricordato che con Horizon 2020 (programma quadro per la ricerca e l'innovazione) saranno disponibili moltissimi fondi per l'innovazione e l'Italia non dovrà perdere questa importante occasione.

La compagnia teatrale il Ratto d'Europa ha illustrato in maniera divertente e al contempo didattica il nuovo contenuto del programma Erasmus+ e gli obiettivi specifici del Fondo Sociale Europeo per il sostegno alla creazione di nuovi posti di lavoro. Ha ricordato anche le finalità del Fondo Europeo di Adeguamento alla Globalizzazione (FEG) che aiuta i lavoratori a trovare un nuovo impiego e a riqualificarsi quando perdono il lavoro, per esempio in caso di chiusura di un'impresa o delocalizzazione di uno stabilimento.

Inoltre con una gag divertente gli attori hanno richiamato la Garanzia europea per i giovani che dovrebbe assicurare ai ragazzi appena laureati o che abbiano perso il lavoro (fino ai 25 anni), di ricevere entro i 4 mesi successivi una proposta concreta di tirocinio o apprendistato qualificato.

Riferendosi all'Europa e al suo futuro, l'europarlamentare David Sassoli, presente all'evento, ha dichiarato: "Dobbiamo capire qual è il nostro sogno e quale il nostro obiettivo. I grandi paesi come la Cina, l'India e il Brasile hanno un sogno, far uscire milioni di donne e uomini dal sottosviluppo e dalla povertà, qual è l'ambizione di noi europei? Il nostro orizzonte deve essere la costruzione degli Stati Uniti d'Europa, perché l'Europa può essere strumento di equilibrio e di pace, dentro e fuori i nostri confini".