skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Scuola ambasciatrice del Parlamento europeo 2017

La Direzione Generale della Comunicazione del PE ha proseguito anche per l’anno 2017 il progetto denominato "Scuola Ambasciatrice" del Parlamento europeo, rivolto alla sensibilizzazione dei giovani sui temi dell'Europa e della democrazia europea, mediante la conoscenza attiva dell'Unione europea.

Il progetto, al quale partecipano tutti i Paesi membri dell'UE, ha l'obiettivo di creare una rete di istituti scolastici che devono svolgere una serie di attività sul Parlamento europeo e sull'Europa nel corso dell'anno scolastico.

In questo periodo gli istituti hanno proposto dei moduli dattici ad allievi e insegnanti, in particolare sul ruolo del Parlamento europeo in occasione, quest'anno, del 60° anniversario della firma dei Trattati di Roma (1957-2017).

Il progetto in Italia havisto la partecipazione di istituti delle provincie di Milano e Roma, una rete di scuole che ha intrapreso attività culturali e istituzionali sul Parlamento europeo. Le scuole partecipanti hanno identificato alcuni studenti che hanno assunto un ruolo particolarmente attivo interagendo con altri allievi su argomenti connessi all'Unione europea, ottenendo di conseguenza il titolo di "ambasciatori junior".

Tra le varie attività, gli istituti hanno realizzato un Info-Point sull'Unione europea, cioè un punto d'informazione e di attività dedicato all'Europa e alle sue istituzioni, sia fisico che su piattaforma digitale (sito web, pagina facebook). Al centro delle attività dell'anno scolastico 2016/2017 l’evoluzione dell'Unione europea e della cittadinanza UE nei 60 anni dalla firma dei Trattati di Roma.

Hanno aderito al programma Ambassador School 2016-2017 gli istituti scolastici:

  • Liceo Scientifico Statale Cavour, di Roma;
  • Liceo Classico Statale Francesco Vivona, di Roma;
  • Liceo Classico Statale Cornelio Tacito, di Roma;
  • Istituto d’Istruzione Superiore Anneo Seneca, di Roma;
  • Istituto d’Istruzione Superiore Margherita di Savoia, di Roma;
  • Liceo Statale Carlo Tenca, di Milano;
  • Istituto d’Istruzione Superiore Enrico De Nicola, di Sesto San Giovanni (MI);
  • Istituto d’Istruzione Superiore Da Vinci - Pascoli, di Gallarate (MI).

La prima parte del progetto (ottobre 2016/ febbraio 2017) è stata orientata alla presentazione di una serie di lezioni sull'Europa e sul Parlamento europeo eseguite nei vari istituti da parte dello staff dell'EPIO. Durante questa fase, un test di valutazione delle conoscenze sull'Europa ha permesso di selezionare tra gli "Ambassador junior" i ragazzi partecipanti alla visita al Parlamento europeo di Strasburgo attraverso il progetto Euroscola.

Successivamente, i ragazzi hanno lavorato con i loro insegnanti alla preparazione di quesiti e proposte volti a una modifica dei Trattati di Roma. Su tali istanze oltre 200 studenti delle Scuole Ambasciatrici del Parlamento europeo hanno avuto modo di confrontarsi e dibattere, nella simulazione di una sessione plenaria del Parlamento europeo, con il Vicepresidente del Parlamento europeo David-Maria Sassoli, Lorenzo Cesa e Fabio Massimo Castaldo, deputati europei, e il Segretario Generale del PE Klaus Welle

L’evento dal titolo "Back to Citizens" si è svolto il 31 marzo 2017 nella Sala Orazi e Curiazi in Campidoglio.

In quella occasione si è svolta anche la cerimonia di lancio de "La Mia Casa della Storia Europea - My House of European History".

All’evento hanno partecipato Samantha Cristoforetti, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA) e Philippe Duren, nipote di Robert Schuman.

Le scuole ambasciatrici hanno organizzato eventi in occasione della Festa dell’Europa (9 maggio), ai quali hanno partecipato gli eurodeputati David Maria Sassoli, vicepresidente del PE (S&D), Brando Benifei (S&D), Patrizia Toja (S&D), Lorenzo Cesa (PPE) e Fabio Massimo Castaldo (EFDD).