skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Selezionati i tre candidati al Premio Sakharov 2018

Le organizzazioni non governative che soccorrono i migranti nel Mar Mediterraneo, Oleg Sentsov e Nasser Zefzafi sono i tre candidati per il Premio Sakharov per la libertà di pensiero 2018.

Le commissioni Affari esteri e Sviluppo del Parlamento europeo in seduta congiunta hanno votato martedì la shortlist dei finalisti del Premio Sakharov 2018, che sono:

  • le organizazioni non-governative che lavorano nel campo dei diritti umani e salvano le vite dei migranti che attraversano il Mar Mediterraneo
  • il regista ucraino Oleg Sentsov
  • l'attivista politico marocchino Nasser Zefzafi.
 

Chi sono i finalisti del Sakharov 2018

Oleg Sentsov

Regista ucraino, è stato condannato a 20 anni di reclusione con l'accusa di aver “complottato atti terroristici” contro il dominio "de facto" della Russia sulla Crimea. Amnesty International ha descritto il processo giudiziario come "un processo iniquo dinanzi a un tribunale militare". Proseguendo il suo sciopero della fame da maggio 2018, Sentsov è diventato anche un simbolo della sorte dei circa 70 cittadini ucraini illegalmente arrestati e condannati a lunghe pene detentive dalle forze di occupazione russe nella penisola di Crimea. È stato nominato dal Partito popolare europeo.

ONG che proteggono i diritti umani e salvano le vite dei migranti nel Mar Mediterraneo

Dal 2015 gli operatori e i volontari delle ONG hanno effettuato operazioni di salvataggio nel Mediterraneo per salvare la vita dei rifugiati che tentano di raggiungere le coste europee. Le organizzazioni candidate sono: Boat Refugee Foundation, Jugend Rettet, Lifeline Rescue Boat, Médecins Sans Frontières international, MOAS, Proactiva Open Arms, PROEM-AID, Save the Children, Sea Eye, Sea-Watch e SOS Mediterranée. Sono state nominate dal gruppo dei Socialisti e democratici e dal gruppo dei Verdi.

Nasser Zefzafi

E' il leader di Hirak, un movimento sociale della regione marocchina del Rif, che combatte la corruzione, l’oppressione e gli abusi di potere. È stato condannato nel giugno 2018 a 20 anni di reclusione con l'accusa di "cospirazione contro la sicurezza dello Stato". In seguito il re Mohammed VI ha graziato 188 attivisti del movimento Hirak, ma non lui. È stato in sciopero della fame per denunciare le sue condizioni di detenzione. Per la sua lotta “contro l’oppressione e gli abusi di potere” chiedono che gli venga conferito il premio il gruppo confederale della Sinistra unitaria europea/Sinistra verde nordica, Marie-Christine Vergiat, Kati Piri, Judith Sargentini e 39 altri deputati.

 

Prossime fasi

La Conferenza dei Presidenti del Parlamento europeo (Presidente e leader dei gruppi politici) selezionerà il 25 ottobre il vincitore. Il Premio sarà consegnato nel corso di una cerimonia che si terrà il 12 dicembre 2018 nell'emiciclo di Strasburgo.

Scopri di più sul Premio Sakharov per la libertà di pensiero.

 

Background

Il Premio Sakharov per la libertà di pensiero è conferito ogni anno dal Parlamento europeo, e intende onorare individui od organizzazioni impegnati nella difesa dei diritti umani e delle libertà fondamentali. Istituito nel dicembre 1988, è così denominato in onore del fisico sovietico e dissidente politico Andreï Sakharov.

Il 2018 segna i 30 anni dal primo conferimento del Premio.

Le nomine possono essere fatte da un gruppo politico o da almeno 40 deputati. Le commissioni parlamentari degli affari esteri (AFET) e dello sviluppo (DEVE) votano per scegliere, tra le nomine, i tre finalisti. Poi, il vincitore viene scelto dalla Conferenza dei Presidenti.

Lo scorso anno il premio e stato conferito all'opposizione democratica in Venezuela.

Come viene scelto il Premio Sakharov
 

Pubblicato il 10 ottobre 2018