skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 
24/02/2014

Sessione plenaria - Strasburgo, dal 24 al 27 febbraio 2014

Da lunedì il Parlamento europeo sarà riunito a Strasburgo. Scopri quali saranno i principali argomenti iscritti all'ordine del giorno della sessione plenaria.

Strasburgo: il logo delle Elezioni europee 2014
Strasburgo: il logo delle Elezioni europee 2014 "Act, React, Impact - Agire, reagire, decidere" su uno degli edifici del PE

Martedì in agenda la discussione congiunta sul semestre europeo: ai voti nel pomeriggio le relazione sull'analisi annuale della crescita 2014, quella su occupazione e aspetti sociali e la relazione di Sergio Cofferati su lla governance del mercato unico.

Martedì sarà al voto il disegno di legge secondo il quale il limite per le emissioni di CO2 per le autovetture nuove vendute nell'UE deve essere ridotto da 130 g/km nel 2015 a 95 g/km entro il 2020. Il testo, già informalmente concordato con i ministri dell'UE, spiana anche la strada al raggiungimento di ulteriori riduzioni dopo il 2020 e prevede l'introduzione di un nuovo protocollo di test delle emissioni che meglio rifletta le condizioni reali di guida.

Il Parlamento voterà inoltre nuove norme europee per aiutare gli Stati membri a rintracciare, congelare e confiscare i beni appartenuti a persone condannate per attività criminali. Oggi, meno dell'1% dei proventi di reato come il traffico di droga, la contraffazione, il traffico di esseri umani e il contrabbando di armi di piccolo calibro sono confiscati.

Gli aiuti UE ai cittadini più indigenti saranno prolungati fino al 2020 e i 3,5 miliardi che costituiscono il Fondo a disposizione saranno mantenuti. L'accordo informale con il Consiglio dei Ministri, che dovrà essere approvato nella votazione di martedì, assicura che il Fondo sia operativo sin da subito e che possa coprire le azioni intraprese dal 1° gennaio 2014.

Mercoledì al voto il progetto di relazione in base al quale i dispositivi di chiamata di emergenza che allertano automaticamente i servizi di soccorso in caso di incidenti stradali, dovrebbero essere installati su tutti i nuovi modelli di auto e furgoni leggeri entro ottobre 2015. Il dispositivo di chiamata elettronica utilizzerebbe il numero di emergenza 112 per consentire ai soccorritori di raggiungere rapidamente la scena.

La legislazione per rendere i prodotti del tabacco meno attraenti per i giovani sarà posta in votazione nella giornata di mercoledì. La legge, già informalmente concordata con i ministri dell'UE, prevede che tutte le confezioni riportino avvertenze relative alla salute che coprano il 65% della loro superficie. Le sigarette elettroniche dovrebbero essere regolamentate come medicinali, se presentati come aventi proprietà curative o preventive, o come prodotti di tabacco.

Le modifiche sulla proposta di aggiornamento della direttiva UE su come i mediatori e i venditori di assicurazioni dovrebbero consigliare i propri clienti saranno discusse martedì e votate mercoledì. L'aggiornamento in questione mira a porre fine alle informazioni sleali o ingannevoli, tra cui la stampa a piccoli caratteri e la comunicazione pubblicitaria, mediante l'armonizzazione delle norme sulle modalità di vendita delle assicurazioni in Europa.

In discussione martedì e al voto il giorno successivo le misure per migliorare i servizi ferroviari nazionali, aprendoli a una maggiore concorrenza e garantendo a tutti gli operatori un accesso equo alle infrastrutture. La legislazione detta "quarto pacchetto ferroviario" contribuirebbe anche a ridurre i costi e a semplificare l'ingresso nel mercato di nuovi operatori, introducendo procedure di certificazione comuni per il materiale rotabile.

Mercoledì mattina, i leader dei gruppi politici discuteranno dell'impatto che il referendum tenutosi il 9 febbraio in Svizzera avrà sulle sue relazioni con l'Unione. Il 50,3% dei partecipanti ha espresso il desiderio di limitare l'immigrazione dai Paesi UE in Svizzera.

Mercoledì pomeriggio, i deputati discuteranno sull'applicazione di sanzioni da parte dell'UE e sugli ulteriori sforzi diplomatici necessari per fermare gli scontri violenti in Ucraina. Una risoluzione sarà votata dai deputati nella giornata di giovedì.

Grazie all’Ordine europeo d'indagine penale (EIO), in votazione martedì, le autorità giudiziarie che chiedono aiuto ai colleghi di un altro Stato europeo per condurre indagini su crimini commessi nel proprio paese, ad esempio ispezioni in domicilio o dichiarazioni di testimoni, dovrebbero ottenere una risposta più tempestiva e favorevole.
Il mandato d'arresto europeo (MAE) dovrà essere rivisto entro un anno, si afferma in una risoluzione che sarà discussa mercoledì e votata giovedì. Nella risoluzione i deputati affermano che le richieste di arresto degli imputati in un altro Paese dell'UE pur dovendo essere effettuate in modo efficace, devono allo stesso tempo rispettare i diritti fondamentali degli imputati, come il diritto a mezzi di ricorso efficaci.

Il fenomeno della prostituzione dovrebbe essere affrontato punendo i clienti e non le prostitute, affermano i deputati in una risoluzione che sarà discussa e votata giovedì. In vista della Giornata internazionale della donna che si terrà l'8 marzo, i deputati dovrebbero chiedere alla Commissione europea di presentare misure per prevenire la violenza di genere contro le donne entro la fine del 2014 (relazione al voto martedì).