skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 
10/02/2015

Sottrazione internazionale di minori: i deputati a confronto

Quando un genitore porta il proprio figlio fuori dal territorio nazionale, l'altro genitore si ritrova a combattere una battaglia giudiziaria molto complessa. Per assicurare l'immediato rientro di questi bambini, più di 90 Stati, tra cui tutti i paesi dell'UE, hanno aderito alla Convenzione dell'Aia del 1980. Oggi i deputati discutono l'adesione di nuovi otto paesi alla Convenzione. Il voto è previsto per domani.

Il 20 novembre è la Giornata mondiale dell'infanzia e dell'adolescenza.
Il 20 novembre è la Giornata mondiale dell'infanzia e dell'adolescenza.

I deputati intendono chiedere agli Stati membri dell'UE di riconoscere formalmente l'adesione del Gabon, Andorra, Seychelles, Russia, Albania, Singapore, Marocco e Armenia alla Convenzione dell'Aia sulla sottrazione internazionale di minori.

"La convenzione offre strumenti efficaci per risolvere questo tipo di controversie tra i paesi in via informale", ha detto la relatrice Heidi Hautala (Verdi, Finlandia) secondo la quale si potrebbe fare di più.

Nel 1987 il Parlamento ha creato l'ufficio del Mediatore del Parlamento europeo per i casi di sottrazione internazionale di minori. Mairead McGuinness (PPE, Irlanda) è l'attuale mediatore.

Continua a leggere l'articolo