skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Tajani intervistato dai giornalisti della Stampa estera

Lunedì 9 luglio il Presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, è stato ospite  nella sede dell'Associazione Stampa Estera di Roma per un incontro con i giornalisti. Tra i temi affrontati: Libia, migrazione e asilo, Turchia e Brexit.

Tra gli argomenti toccati durante l'incontro con i giornalisti della stampa estera, la valutazione del viaggio appena concluso dal Presidente Tajani in Libia, la situazione umanitaria nell'Africa sub-sahariana, l'impatto dei flussi migratori sui paesi dell'Unione europea e i suoi cittadini.

Il Parlamento europeo ha approvato un suo testo per riformare il trattato di Dublino, e Tajani ha ribadito la necessità di tale riforma, sottolineando che la situazione del continente africano non può essere affrontata senza una risposta comune europea.

Secondo il Presidente del PE è necessario evitare la chiusura delle frontiere interne dell'Unione, e proteggere quelle esterne.

Interpellato sulle relazioni tra l'Unione europea e la Turchia dopo la rielezione alla presidenza di Erdogan, con particolare riferimento al processo di adesione all'UE, Tajani ha affermato che non vi sono pregiudizi in tal senso, ma che il Paese si è sostanzialmente allontanato da alcuni dei principi base del progetto europeo. Questo non significa che non ci sia collaborazione tra Ue e Turchia, come dimostrano le azioni per la lotta al terrorismo e l'accoglienza dei migranti.

Affrontato anche il tema della trattativa per l'uscita del Regno Unito dall'Unione. L'UE vuole arrivare a un accordo che tenga conto dei tre nodi principali acquisiti: situazione dei cittadini UE che vivono in UK, la frontiera con la Repubblica d'Irlanda e gli impegni finanziari assunti. La forma delle relazioni che il Regno Unito vuole avere con l'UE resta da definire.  

In chiusura, il problema della chiusura dei porti, gli hotspot nei Balcani, l'adesione dell'Albania all'UE, l'applicazione della web tax e le risorse proprie dell'Unione.

Il video integrale dell'incontro è disponibile su cliccando su questo link.