skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Tajani presenta posizione PE su bilancio e Spitzenkandidaten

Il Presidente Antonio Tajani ha presentato venerdì, al vertice dei capi di Stato e di governo, la posizione del Parlamento europeo su bilancio dell'Unione e Spitzenkandidaten.

Il futuro bilancio dell'Unione  europea e il processo di selezione del Presidente della Commissione europea (Spitzenkandidaten) sono stati i principali temi che il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, ha discusso con i capi di Stato e di governo dei 27, nel corso del vertice informale di venerdì 23 febbraio a Bruxelles.

“L’Europa deve cambiare per dare risposte più efficaci ai cittadini. Serve un bilancio Ue politico, che rifletta le priorità dei popoli europei su sicurezza, immigrazione e disoccupazione. Per questo, sono necessarie più risorse. Non è il momento per facili demagogie. Un bilancio inadeguato si tradurrebbe nella mera illusione di risparmio. In realtà, comporterebbe più spesa nazionale e l’incapacità dell’Unione di attuare politiche efficaci sui temi chiave. Penso alla lotta alla disoccupazione giovanile attraverso reindustrializzazione e innovazione, la modernizzazione dell’agricoltura, coesione territoriale, transizione energetica, infrastrutture di rete e digitalizzazione. Così come, non è possibile far fronte comune su difesa, lotta al terrorismo, controllo delle frontiere, gestione dei flussi migratori e Piano Marshall per l’Africa, senza incrementare i fondi Ue”, ha affermato il Presidente Tajani, a conclusione del vertice.

E sulla candidatura alla presidnza della CE ha commentato: “La scelta del Presidente della Commissione europea con il metodo degli Spitzenkandidaten, utilizzato nel 2014, è un traguardo sulla via di un’Europa più politica e democratica da cui non si deve tornare indietro”.

Leggi tutto il comunicato stampa | Sala stampa | Presidente del Parlamento europeo
 

Pubblicato il 23 febbraio 2018