skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Tutelare l'Irlanda nei negoziati per la Brexit

Secondo i deputati, la situazione particolare dell'Irlanda deve essere tenuta in conto nei negoziati per l'uscita del Regno Unito dall'UE. Il PE chiede venga fatto ogni sforzo affinché le due parti dell’isola non sentano troppo l’impatto di Brexit.

L’Irlanda è sicuramente il paese più colpito dalla decisione del Regno Unito di ritirarsi dall'Unione europea: ben 500 km di confine separano infatti l'Irlanda del Nord (che è parte del Regno Unito) e la Repubblica d'irlanda. Ad aprile 2017 gli eurodeputati hanno affermato che un rafforzamento del confine irlandese deve essere evitato.

“Questa frontiera ha creato solo caos, odio e violenza, ridurlo a una linea sulla mappa è stato un successo incredibile” ha dichiarato il coordinatore Brexit per il Parlamento europeo, Guy Verhofstadt rivolgendosi ai parlamentari irlandesi a Dublino il 21 settembre 2017. “Non permetteremo mai che l’Irlanda soffra per la decisione britannica di lasciare l’UE”, li ha rassicurati.

Leggi il comunicato stampa | Servizio stampa | Parlamento europeo
 

Articolo pubblicato il 4 ottobre 2017