skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Uscire dalla povertà grazie al reddito minimo

I deputati esortano i Paesi UE a introdurre o rafforzare i regimi di reddito minimo, combinando il sostegno finanziario con un accesso più facile ai servizi sociali pubblici e al mercato del lavoro. Quasi 120 milioni di persone nell'UE sono a rischio povertà ed esclusione sociale.

Il Parlamento europeo ha approvato martedì, con 451 voti favorevoli, 147 voti contrari e 42 astensioni, la risoluzione sulle politiche volte a garantire il reddito minimo come strumento per combattere la povertà.

La relatrice Laura Agea (EFDD, IT), ha dichiarato: “La povertà e l'esclusione sociale non appartengono ai singoli Stati membri, ma riflettono lo stato dell'Europa, che deve rispondere a questa emergenza. Nella relazione proponiamo un approccio duplice: in primo luogo, ridurre l'impatto sociale della crisi economica adottando misure efficaci per far uscire dalla povertà 120 milioni di cittadini dell'UE e, in secondo luogo, incoraggiare politiche attive che creino posti di lavoro garantendo un'occupazione sostenibile.”

Leggi il comunicato stampa | Servizio stampa | Parlamento europeo
 

Pubblicato il 25 ottobre 2017