skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 
09/02/2015

Verso l'etichettatura di origine per la carne utilizzata nei cibi confezionati

I consumatori di prodotti a base di carne trasformata hanno il diritto di sapere esattamente da dove viene la carne che mangiano. Dopo diversi scandali alimentari, i deputati si confrontano sull'etichettatura di origine obbligatoria per i prodotti alimentari trasformati contenenti carne.

A seguito della crisi della "mucca pazza", a partire dal 2002 è già stato richiesta l'etichettatura di origine per i prodotti di carne bovina. Nonostante questo, la fiducia dei consumatori è stata messa in pericolo ripetutamente da vicende come lo scandalo di cavallo del 2013.

L'etichettatura l'origine delle carni trasformate permette di garantire una migliore tracciabilità e di aiutare le imprese alimentari a scegliere dei fornitori e dei prodotti migliori.

A seguito dell'adozione da parte della commissione ENVI di una questione orale (OQ) alla Commissione europea il 17 dicenbre 2014 e di un progetto di risoluzione il 21 gennaio 2015 sull'indicazione dell'origine per la carne utilizzata nei cibi confezionati, la questione orale sarà discussa questo pomeriggio in plenaria e il progetto di relazione votato mercoledi' 11 febbbraio.

Guarda la nostra infografica per saperne di più sul consumo di carne nell'UE.