skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

La mia Casa della Storia europea

La mia Casa della Storia europea (MyHEH) è una piattaforma digitale, unica e collaborativa, che raccoglie testimonianze e memorie personali condivise tra i cittadini europei. Si tratta di un progetto online, complementare alla Casa della Storia europea che aprirà a Bruxelles nel maggio 2017.

 .

Con My House of the European History, che sarà lanciata per il 60° anniversario dei Trattati di Roma, i cittadini avranno la possibilità di spiegare cosa significa per loro l’Europa e come si vedono in veste di contributori alla sua storia.

L’idea è di consentire, a quanti vorranno contribuire al progetto, di ricordare i fatti della loro vita quotidiana all’epoca degli avvenimenti storici europei e di condividere aneddoti al riguardo. Tutte le testimonianze individuali - che potranno riguardare eventi storici europei del XX secolo e del XXI secolo fino a giugno 2014 - insieme saranno una memoria condivisa, che contribuirà a creare maggiore consapevolezza della storia europea.
Il progetto è complementare al museo "House of European History - Casa della Storia europea" che aprirà a maggio 2017.

Fino a marzo 2017 i cittadini potranno contribuire a "La mia Casa della Storia europea" fornendo i contenuti al sito web temporaneo. Tali contributi non verranno subito pubblicati ma saranno le basi della piattaforma digitale. La piattaforma è gestita e sviluppata dal Parlamento europeo.

 

Potrete contribuire con

Testi scritti (massimo 2.000 caratteri inclusi gli spazi), accompagnati da fotografie, brevi filmati, registrazioni audio o documenti in formato PDF.

Le testimonianze dovranno essere personali e significative, e rispettare i valori onorati dai Trattati europei e dalla Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione europea.

I contributi dovranno essere riferiti a eventi rilevanti della storia europea occorsi prima del giugno 2014.

I materiali possono essere inviati nelle lingue ufficiali dell’Unione europea: il sito è tradotto in 24 lingue. Le storie saranno tradotte in lingua inglese per raggiungere il massimo di utenti possibile, il testo originale rimarrà invariato.

 

Selezione, monitoraggio e revisione dei contenuti

I contenuti offensivi, in sé o verso gli altri utilizzatori, non saranno accettati. Chiediamo di evitare oscenità o insulti, rispettare gli altri utenti, le figure pubbliche e i principi fondamentali che tutti noi condividiamo. Tutti i contributi diffamatori, discriminatori o che incitino alla violenza, che violino il diritto d’autore o che utilizzino un account fittizio non saranno accolti.

Il moderatore del Parlamento europeo può rifiutare contributi per una delle ragioni seguenti: cattiva qualità tecnica, violazione dei Termini e condizioni connessi alla pubblicazione.

 

La Casa della Storia europea

La Casa della Storia europea è concepita come moderno centro espositivo e documentario sulla storia europea, e intende offrire una visione allargata della nostra storia comune, con le sue differenze e molteplici interpretazioni e percezioni, contribuendo alla comprensione della storia europea e al dibattito sull’Europa e sul processo di integrazione. Darà inoltre ai cittadini l’opportunità di riflettere su cosa tale processo ha significato nel passato e su cosa esso significhi per il presente. Il centro offre esposizioni permanenti, temporanee e itineranti.