skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
Banner illustrativo calendario
Banner illustrativo calendario
 

Incontri con Premio Sakharov 2014 Denis Mukwege a Torino

Il premio Sakharov 2014 sarà a Torino per due incontri dal tema:"TRA RICCHEZZA E SFRUTTAMENTO :Miniere, warlords e diritti umani nella Regione dei Grandi Laghi" e "La violenza alle donne come un'epidemia: Aiutare le vittime, rivendicare i loro diritti

 .
 .
 .

Il rispetto dei diritti umani è uno dei valori fondamentali dell'Unione europea. Qualsiasi violazione di tali diritti, tanto all'interno quanto all'esterno dell'UE, pregiudica i principi democratici su cui la nostra società si fonda.  Il Parlamento europeo lotta contro tali violazioni con iniziative legislative, tra cui l'osservazione delle elezioni, le discussioni mensili sui diritti umani a Strasburgo e l'inclusione dei diritti umani nei suoi accordi commerciali esterni.
Il rispetto e la tutela dei diritti umani sono sostenuti dal Parlamento europeo anche tramite il riconoscimento di un premio annuale, il premio Sacharov, istituito nel 1988. Il riconoscimento viene assegnato a persone che abbiano contribuito in modo eccezionale alla lotta per i diritti umani in tutto il mondo e attira l'attenzione sulla violazione dei diritti umani oltre a sostenere i vincitori e la loro causa.
Tale onoreficenza è conferita in particolare per una realizzazione in uno dei seguenti settori: difesa dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali, soprattutto del diritto alla libertà di espressione; tutela dei diritti delle minoranze; rispetto del diritto internazionale; sviluppo della democrazia e affermazione dello Stato di diritto. Per "realizzazione" si intende una produzione intellettuale o artistica, l'impegno o l'azione nei settori citati.
Il premio è intitolato allo scienziato sovietico, dissidente e vincitore del premio Nobel per la pace Andrej Sacharov (1921-1989). Considerato nell'Unione sovietica un dissidente dalle idee sovversive, nel 1970 Sacharov diede vita a un comitato per la difesa dei diritti umani e delle vittime delle persecuzioni politiche. Nonostante le crescenti pressioni da parte del governo, Sacharov non solo si impegnò concretamente per la liberazione dei dissidenti nel proprio paese, ma divenne anche uno dei più coraggiosi critici del regime, il simbolo della lotta contro la negazione dei diritti fondamentali. Nel 1975 fu insignito del premio Nobel per la pace a riconoscimento del suo impegno.
Andrej Sacharov fu esiliato a Gor'kij dalle autorità sovietiche, che volevano limitare i suoi contatti con gli stranieri. Dal suo esilio apprese che il Parlamento europeo intendeva intitolargli un premio per la libertà di pensiero, e nel 1987 inviò un messaggio all'Istituzione esprimendo la sua commozione e autorizzando l'utilizzo del suo nome per il premio. A ragione, Sacharov considerava l'iniziativa un incoraggiamento per tutti coloro che, come lui, si erano votati alla lotta per il rispetto dei diritti umani.
Il premio intitolato a Sacharov oltrepassa i confini, anche quelli dei regimi repressivi, per ricompensare gli attivisti dei diritti umani e i dissidenti di tutto il mondo.

 

Martedì 14 novembre 2017
Ore 17.00,
TRA RICCHEZZA E SFRUTTAMENTO :
Miniere, warlords e diritti umani nella Regione dei Grandi Laghi

Incontro con il Premio Sakharov 2014
Denis Mukwege

 

Mercoledì 15 novembre 2017
Ore 10.00,
Consiglio Regionale del Piemonte, Sala Consiliare
Via Alfieri, 15

Incontro con il Premio Sakharov 2014
Denis Mukwege

 .
 .
 .
 .
 .
 .
 .
 

Di seguito i video dei saluti istituzionali dell'On. Cécile Kashetu Kyenge e dell'On. Gianni Pittella.