skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

POLITICHE E PROGRAMMI EUROPEI PER LA CULTURA: IL PARLAMENTO IN PRIMA LINEA

Si è tenuto lunedì, 22 giugno, presso «La Cavallerizza» del Fai il seminario di approfondimento sui programmi europei per la cultura

Sono in tanti a sostenere che «con la cultura non si mangia» mentre, all'interno dell'Unione europea, le politiche a sostegno delle attività culturali e della tutela del patrimonio artistico e paesaggistico occupano un ruolo privilegiato e di primo piano nella programmazione economica.

Di questo si è discusso lunedì 22 giugno nella sede del FAI, il Fondo ambiente italiano, con la Presidente della Commissione Cultura del Parlamento europeo Silvia COSTA.

«Tutti i temi in ambito culturale a livello comunitario sono gestiti con le cosiddette "soft policies" - ha spiegato l’eurodeputata – nel rispetto delle diversità culturali e linguistiche che rappresentano la ricchezza dell’Europa, ma è importante che ormai la cultura sia entrata a far parte di tutti i programmi europei dalla ricerca, alla coesione sociale, all’ambiente».

All'incontro, organizzato dal FAI e dall'Ufficio d’informazione a Milano del Parlamento europeo, sono intervenuti anche Bruno MARASA', direttore dell'Ufficio, Cristina CAPPELLINI assessore alle Culture, identità e autonomie di Regione Lombardia e Francesco LAERA, della Rappresentanza a Milano della Commissione europea.

Alla tavola rotonda, coordinata dal vicepresidente del FAI Marco MAGNIFICO, hanno partecipato anche Giuseppe COSTA, della DG Cultura di Regione Lombardia, Cristina LOGLIO responsabile del Tavolo Europa creativa del MIBACT, Cristina CHIAVARINO di Fondazione Cariplo, Margherita SANI componente executive board di NEMO e Maddalena CAMERA, fondatrice di Aedo-Impresa Culturale.

23/06/2015