skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
Banner illustrativo calendario
Banner illustrativo calendario
 
31/05/2016

Scommessa Iran

31 maggio 2016 ore 15.00
Sala Conferenze di Palazzo Reale, 3° piano
Piazza del Duomo 14, Milano

Il Convegno internazionale  intende analizzare, con l’aiuto di esperti internazionali di primo piano, le prospettive di crescita delle relazioni con l’Iran, nel nuovo e promettente contesto creato dall’accordo sul nucleare. Il focus del Convegno sarà sui fattori geo-strategici ed economici e sulle relazioni con i principali attori regionali.

Programma

Presiede:
Janiki Cingoli, Direttore CIPMO

Saluti istituzionali
Giuseppe Perrone, Vice Direttore Generale/Direttore Centrale per i Paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente, Direzione Generale per gli Affari Politici e di Sicurezza, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

Intervento introduttivo:
Pier Ferdinando Casini, Presidente della Commissione Affari Esteri del Senato della Repubblica Italiana

Panel 1 – Il quadro generale

Coordina e introduce:
Roberto Toscano, già Ambasciatore d’Italia in Iran, analista del quotidiano la Repubblica

Interventi:
Shireen T. Hunter, Research Professor alla Georgetown University, Washington, D.C.
Bijan Khajehpour, Managing & Founding partner di Atieh International (Atieh Group), Vienna
Stuart Summers, Senior Advisor presso EEAS - European External Action Service Iran Task Force
Alberto Negri, Inviato speciale de Il Sole 24 Ore
Ellie Geranmeyeh, Policy Fellow presso ECFR - European Council on Foreign Relations, Middle East and North Africa Programme – desk Iran
Eldar Mamedov, Political Advisor del Gruppo Socialisti e Democratici alla Commissione Affari Esteri del Parlamento europeo

Panel II - Focus bilaterali

Coordina e introduce:
Flavio Zanonato, Parlamentare europeo, Membro della Delegazione per i rapporti con l’Iran, già Ministro dello Sviluppo Economico.

Interventi:
Iran - Stati Uniti
Robert E. Hunter, Senior Fellow al Center for Transatlantic Relations, School of Advanced International Studies, Washington D.C. Già ambasciatore americano alla NATO

Iran - Area del Golfo
Riccardo Redaelli, Professore ordinario di Geopolitica e di Storia e istituzioni dell'Asia presso la Facoltà di Scienze Politiche e Sociali dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Direttore del Centro di Ricerche sul Sistema Sud e il Mediterraneo Allargato (CRiSSMA) dell'Ateneo

Iran - Turchia
Valeria Giannotta, Assistant Professor presso la Business School della Turk Hava Kurum Universitesi /The University of the Turkish Aeronautical Association ad Ankara
Iran - Egitto
Sherif El Diwany, Direttore esecutivo di ECES - The Egyptian Center for Economic Studies, Il Cairo

Iran - Israele
Lorenzo Cremonesi, Inviato speciale del Corriere della Sera


L’accordo raggiunto con l’Implementation Day, lo scorso gennaio, ha segnato la conferma dell’accordo sul nucleare tra Iran e i “5+1”, e allo stesso tempo ha aperto la strada - con la graduale rimozione delle sanzioni - a una normalizzazione delle relazioni tra l’Iran e il mondo. É un obiettivo che costituisce la priorità numero uno per il governo guidato dal Presidente Rouhani, ma anche, come dimostrano i risultati delle elezioni parlamentari dello scorso febbraio, per la grande maggioranza della popolazione iraniana, che aspira a migliori condizioni economiche e al riconoscimento dell’Iran come legittimo e importante player regionale.
La complessa natura, sia costituzionale che politica, della Repubblica islamica, suggerisce dall’altro lato che nulla può essere dato per scontato e che è necessario continuare a valutare in modo non superficiale le diverse tendenze che operano all’interno della struttura di potere e della società iraniane.
Le possibilità di consolidamento dei trend avviati dall’accordo sul nucleare dipenderanno anche da fattori esterni, dalla generale instabilità della regione alla stessa politica estera iraniana, in particolare le relazioni con l’Arabia Saudita e il suo ruolo nel conflitto siriano. In ogni caso l’Iran ha certamente recuperato il suo ruolo come uno dei principali attori regionali.



Per maggiori informazioni:
CIPMO - Centro Italiano per la Pace in Medio Oriente
Corso Sempione 32B
20154 Milano
Tel 02 866 147/109
Fax 02 866 200
E mail: cipmo@cipmo.org

Video dei principali relatori dell'eventoGalleria fotograficaAnalisi di Roberto Toscano su "La Repubblica"