skip to content

Cookie policy del Parlamento Europeo Ufficio D'informazione in Italia

Utilizziamo i cookie sul nostro sito per migliorare l'esperienza dell'utente. I cookie non vengono utilizzati per trattare dati personali, ma al fine delle statistiche tramite Google Analytics. Per saperne di più e per scoprire come disattivare i cookies sul vostro computer puoi visitare www.aboutcookies.org.

Continua
 
 
 

Speciale Maghreb: Il Maghreb tra compromesso nazionale, staticità incerta, sfida jiadista, dissoluzione tribale. Dimensione politica e ricadute economiche.

Siamo lieti di segnalarvi l'iniziativa di CIPMO – Centro Italiano per la Pace in Medio Oriente, organizzata in collaborazione con ECFR Roma e sostenuto da UniCredit:

Speciale Maghreb
Il Maghreb tra compromesso nazionale, staticità incerta, sfida jiadista, dissoluzione tribale.
Dimensione politica e ricadute economiche

Mercoledì 7 ottobre 2015, 15,30
UniCredit Tower Hall
Via Fratelli Castiglioni 12, angolo viale Luigi Sturzo, Milano
M2 Garibaldi

Con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri e del Comune di Milano
Con il Patronato di Regione Lombardia


Intervengono:

Gianfranco Bisagni, Olivier Roy, Heliodoro Temprano Arroyo, Nadia Marzouki, Emanuela Dalmasso, Anna Bozzo, Mattia Toaldo, Janiki Cingoli, Silvia Francescon.


Il Maghreb appare un microcosmo in cui si riverberano tutte le esperienze e tutte le sfide in corso nel contesto MENA, dalla incerta scelta di unità nazionale intrapresa dalla Tunisia, opposta a quella egiziana, a quella similare del Marocco, ove però il contesto statuale appare più solido; dalla opaca stabilità algerina, che vede tuttavia presenti tensioni premonitorie e fremiti che non si possono ignorare, alla Libia che malgrado gli sforzi di mediazione e di stabilizzazione fin qui adottati, rischia di precipitare sempre più in una guerra civile manipolata dalle potenze regionali, con una sempre più minacciosa presenza delle milizie legate all’ISIS.
E’ molto interessante anche verificare quali interconnessioni esistono tra i processi di trasformazione politica e quelli di natura economica, come cioè le esperienze di governi di coalizione in Tunisia e Marocco facilitino o rallentino gli urgenti processi di adeguamento economico, di destatalizzazione dell’economia e di apertura al mercato.

Per partecipare è necessario iscriversi.

Vi aspettiamo!

CIPMO - Centro Italiano per la Pace in Medio Oriente
Corso Sempione 32b, 20154 Milano
ph. +39 02 866 147 - 109
fax. +39 02 866 200
www.cipmo.org