• Remo   SERNAGIOTTO  

Remo SERNAGIOTTO : Written explanations of vote - 8th parliamentary term 

Members can submit a written explanation of their vote in plenary. Rule 194

CO2 emission performance standards for new heavy-duty vehicles (A8-0354/2018 - Bas Eickhout) IT  
 

Ho espresso il mio voto a favore della relazione, che fissa degli standard di riduzione delle emissioni di CO2 per i veicoli pesanti. Sono mantenuti gli obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 del 15% entro il 2025 e del 30% entro il 2030 ed è ribadita l'idea di prevedere dei "super crediti" fino al 2025 per premiare i produttori che introducono sul mercato, veicoli a zero e a basse emissioni. È inoltre stato introdotto un benchmark non vincolante del 2% dei veicoli pesanti, per ciascuna fabbrica, da stabilire per il periodo fino al 2030, che se raggiunto, ridurrebbe l'obiettivo di emissioni del produttore.

Promotion of clean and energy-efficient road transport vehicles (A8-0321/2018 - Andrzej Grzyb) IT  
 

Ho votato a favore della relazione, che intende utilizzare lo strumento degli appalti pubblici per stimolare l'introduzione sul mercato di veicoli più puliti e più efficienti, dal punto di vista energetico. Il testo tenta inoltre, di affrontare le molteplici definizioni a livello europeo di "veicolo pulito" e di "veicolo a basso consumo energetico" poiché ciò, ha finora, intralciato l'introduzione, da parte delle autorità pubbliche, di veicoli a basse e a bassissime emissioni. L'accordo allinea la definizione di veicolo commerciale leggero pulito con quella che definisce i livelli di prestazione, in materia di emissioni di CO2 delle autovetture e dei furgoni. Per i veicoli pesanti è stata invece concordata una definizione basata su quella già contenuta nella direttiva, sulla distribuzione di combustibili alternativi.

Use of digital tools and processes in company law (A8-0422/2018 - Tadeusz Zwiefka) IT  
 

Mi sono espresso a favore della relazione, che mira a modernizzare le normative del diritto societario europeo utilizzando strumenti e processi digitali. Poiché vi sono differenze significative tra gli Stati membri, in merito alla predisposizione all'utilizzo degli strumenti elettronici, il testo copre alcuni dei processi digitali, come la registrazione di una società o di un ramo d'azienda via Internet, che contribuiscono ad un maggiore accesso alle informazioni sulle imprese e riducono l'onere per gli imprenditori associati, agli obblighi documentali, nei vari Stati membri. Al fine di rendere più rapide e meno costose le procedure è poi introdotto il principio "una sola volta", che garantisce che le aziende possano inviare e aggiornare i documenti e le informazioni richiesti una sola volta, senza dover visitare vari uffici.

European Defence Fund (A8-0412/2018 - Zdzisław Krasnodębski) IT  
 

Ho votato a favore dell'istituzione del Fondo europeo per la difesa, che intende rafforzare la competitività globale e la capacità di innovazione della base tecnologica e industriale di difesa dell'Unione. Ritengo il testo particolarmente importante, in quanto mira a promuovere l'innovazione e a consentire economie di scala nel settore della difesa e dello sviluppo industriale, sostenendo progetti di collaborazione tra partner. Il programma, con una dotazione proposta di 13 miliardi di euro per il 2021-2027, presta poi, particolare attenzione, alla promozione della partecipazione delle piccole e medie imprese e alla cooperazione transfrontaliera, tra entità del settore in tutta l'UE.

InvestEU (A8-0482/2018 - José Manuel Fernandes, Roberto Gualtieri) IT  
 

Ho espresso il mio voto a favore della relazione che istituisce InvestEU, il programma volto a riunire la moltitudine di strumenti finanziari dell'UE attualmente disponibili per sostenere gli investimenti, rendendo i finanziamenti per i relativi progetti più semplici, più efficienti e più flessibili. InvestEU mira a innescare 650 miliardi di euro di investimenti aggiuntivi e sosterrà quattro aree tematiche: infrastrutture sostenibili; ricerca e innovazione; digitalizzazione e piccole e medie imprese. Il centro di consulenza InvestEU fornirà supporto tecnico e assistenza per aiutare nella preparazione, sviluppo, strutturazione e implementazione dei progetti, mentre il portale InvestEU riunirà investitori e promotori di progetti mettendo a disposizione un database facilmente accessibile e agevole da usare.

European Maritime Single Window environment (A8-0006/2019 - Deirdre Clune) IT  
 

Ho espresso il mio voto a favore della relazione, che semplifica i sistemi di segnalazione delle navi in tutta l'UE, creando un sistema di interfaccia unica marittima europea, con lo scopo di riunire tutte le formalità di segnalazione associate a una chiamata in porto. Ciò migliorerà notevolmente l'interoperabilità tra i vari sistemi, rendendo più facile per gli armatori e le autorità portuali europei condividere e riutilizzare i dati comunicati. Le nuove norme incoraggeranno inoltre la digitalizzazione e l'applicazione del principio "una sola volta", che fa sì, che le informazioni segnalate una volta, possono essere riutilizzate per i successivi ingressi al porto all'interno dell'UE.

Programme implementing Horizon Europe (A8-0410/2018 - Christian Ehler) IT  
 

Mi sono espresso in favore dell'introduzione di Orizzonte Europa, il programma europeo quadro di ricerca e innovazione per il periodo 2021-2027.
Uno dei suoi obiettivi principali è infatti quello di fare dell'Europa una potenza scientifica e innovativa, favorendone la competitività a livello mondiale e rendendola attraente per i ricercatori dei paesi terzi. Il Parlamento ha convenuto di aumentarne il bilancio complessivo da 94 miliardi di euro iniziali a 120, con un incremento proporzionale nelle aree dedicate all'eccellenza scientifica, alle sfide globali, all'innovazione e allo Spazio europeo della ricerca.
Il nuovo programma affronta poi il divario tra ricerca e innovazione in Europa, il tema del livello di remunerazione dei ricercatori e cerca l'apertura ai paesi terzi. Il testo comprende infine l'impegno che il programma possa contribuire con almeno il 35% della spesa al raggiungimento degli obiettivi climatici UE, tra cui lo sviluppo di strategie e tecnologie a basse emissioni per rivitalizzare le zone ad alta intensità di carbone e carbonio in transizione.

Promoting fairness and transparency for business users of online intermediation services (A8-0444/2018 - Christel Schaldemose) IT  
 

Ho espresso il mio voto a favore della relazione, che intende affrontare i problemi che possono sorgere nel funzionamento delle relazioni d'affari a causa della disparità di forza contrattuale tra le piattaforme online e i loro clienti, e viceversa.
La normativa prevede maggiore trasparenza in merito alle modalità di applicazione di termini e condizioni contrattuali e imporrà determinate scadenze temporali nel caso in cui vengano modificati i termini e le condizioni, in modo da garantire maggior tutela agli utenti commerciali la cui capacità di raggiungere la propria clientela dipende dalle piattaforme.
Infine, ritengo particolarmente importante che il testo promuova la trasparenza riguardo agli algoritmi, in modo che gli utenti commerciali possano capire meglio come avviene la classificazione del loro prodotto sulle relative pagine Internet.

Transparency and sustainability of the EU risk assessment in the food chain (A8-0417/2018 - Pilar Ayuso) IT  
 

Ho votato a favore della relazione sulla legislazione alimentare che ha fatto seguito all'iniziativa dei cittadini europei sul glifosato e, in particolare, alle preoccupazioni espresse in merito agli studi sui pesticidi. La questione fondamentale era legata alla pubblicazione di informazioni contenute nella domanda inviata all'Autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) di Parma. La proposta ha così invertito l'onere della prova sulla presunzione di tutela delle informazioni riservate: prima il richiedente doveva provare che alcune parti della domanda dovessero rimanere riservate. Al fine di controbilanciare le possibili ripercussioni negative sull'industria è stata poi elaborata una nuova formulazione per chiarire che gli aspetti innovativi devono rimanere riservati ed è stato rafforzato il diritto del richiedente di ottenere il riesame di una decisione in merito alla riservatezza.

Supplementary protection certificate for medicinal products (A8-0039/2019 - Luis de Grandes Pascual) IT  
 

Ho votato a favore della relazione, che mira a uniformare le condizioni di concorrenza per i produttori di medicinali stabiliti negli Stati membri dell'UE con i produttori stabiliti al di fuori dell'Unione, che sono oggi distorte a causa degli effetti indesiderati del regime di protezione supplementare di cui questi ultimi godono. Il testo consente, eccezionalmente, la produzione di medicinali coperti da un certificato di protezione supplementare destinati all'esportazione e permette ai produttori di medicinali generici europei di vendere i loro medicinali all'interno e all'esterno dell'UE molto più rapidamente di prima. È inoltre contemplata la possibilità di produrre farmaci generici per lo stoccaggio, cosicché le aziende che li producono possano entrare nel mercato dei medicinali non solo al di fuori dell'UE ma anche nel mercato interno immediatamente dopo la scadenza della protezione.

Space programme of the Union and the European Union Agency for the Space Programme (A8-0405/2018 - Massimiliano Salini) IT  
 

Ho votato a favore della relazione, che istituisce il programma spaziale dell'Unione per il periodo 2021-2027 e l'Agenzia dell'Unione europea per il programma spaziale. Essa mira a concentrare tutte le attività spaziali europee, esistenti e nuove, in un'unica proposta legislativa al fine di creare un unico programma capace di stabilire una chiara divisione dei ruoli dei principali attori, ovvero gli Stati membri, la Commissione e l'Agenzia spaziale dell'Unione europea con sede a Praga. Il testo prevede un bilancio complessivo di 16,9 miliardi di euro, introduce alcuni compiti aggiuntivi per l'Agenzia europea e stabilisce obiettivi specifici per i programmi spaziali Galileo, EGNOS, Copernico e GOVSATCOM al fine di sostenere una capacità di accesso allo spazio autonoma, sicura ed efficiente in termini di costi.

Digital Europe Programme for the period 2021-2027 (A8-0408/2018 - Angelika Mlinar) IT  
 

Mi sono espresso in favore dell'istituzione del programma Europa digitale, volto a integrare il programma di ricerca e innovazione Orizzonte Europa per il periodo 2021-2027. Il testo mira a rafforzare lo sviluppo e l'impiego di nuove tecnologie per contribuire al raggiungimento degli obiettivi della strategia per il mercato unico digitale, in modo da creare un'economia di dati prospera e inclusiva e affrontare il divario tra domanda e offerta di servizi digitali. Gran parte di questo obiettivo sarà raggiunto attraverso la creazione di una rete di centri di innovazione digitale in tutta l'UE che forniranno servizi di trasformazione digitale mirati alle PMI, trasferiranno competenze e know-how tra le regioni e provvederanno al sostegno finanziario per lo sviluppo di competenze digitali. Le altre priorità del programma sono lo sviluppo del calcolo ad alte prestazioni, dell'intelligenza artificiale, della sicurezza informatica, della diffusione e dell'interoperabilità dei servizi digitali.

Visa Code (A8-0434/2018 - Juan Fernando López Aguilar) IT  
 

Ho votato a favore dell'aggiornamento del codice dei visti dell'UE che si applica agli Stati membri di Schengen. Il Codice contiene una serie di nuove disposizioni tra cui l'introduzione di un legame tra facilitazione dei visti e cooperazione in materia di riammissione, ovvero un meccanismo per utilizzare la politica dei visti per incoraggiare i paesi terzi a cooperare nel settore della riammissione; la possibilità per i consolati degli Stati membri di rappresentare un altro Stato membro e infine la previsione di una tassa base per il visto fissata a € 80 con riduzioni previste per diverse fasce d'età o altre categorie di viaggiatori.

Rules facilitating the use of financial and other information (A8-0442/2018 - Emil Radev) IT  
 

Mi sono espresso a favore della relazione, che mira a facilitare l'uso delle informazioni finanziarie, nel quadro dei reati gravi e della criminalità organizzata e terroristica, nonché ad agevolare le indagini finanziarie da parte delle unità di informazione finanziaria (UIF) degli Stati membri. La normativa entrerà in vigore accanto alle norme antiriciclaggio già esistenti a livello UE e rafforzerà le misure dal punto di vista della cooperazione in materia di applicazione della legge, garantendo che le autorità competenti dispongano tempestivamente di informazioni approfondite sulle attività illecite, senza imporre obblighi troppo rigorosi per il loro uso transfrontaliero.

Connecting Europe Facility (A8-0409/2018 - Henna Virkkunen, Marian-Jean Marinescu, Pavel Telička) IT  
 

Ho votato a favore della relazione che prevede l'introduzione del Meccanismo per collegare l'Europa, per il periodo 2021-2027, uno strumento di finanziamento chiave, per promuovere la crescita, l'occupazione e la competitività, attraverso investimenti infrastrutturali a livello europeo. Il Meccanismo avrà una dotazione finanziaria complessiva di 42,3 miliardi di euro per sostenere gli investimenti nelle reti infrastrutturali europee per i trasporti, l'energia e il digitale, nonché una parte riservata agli Stati membri, ammissibili al Fondo di coesione. Una parte dei fondi è inoltre destinata allo sviluppo di infrastrutture di trasporto a duplice uso civile-militare, al fine di migliorare la mobilità militare all'interno dell'Unione. Per quanto riguarda le questioni energetiche, sono previsti progetti transfrontalieri nel settore delle energie rinnovabili, mentre nel settore dei trasporti saranno promosse reti interoperabili e multimodali per lo sviluppo e la modernizzazione delle infrastrutture ferroviarie, stradali, fluviali e marittime, nonché una mobilità sicura e protetta.

EU Accession to the Geneva Act on Appellations of Origin and Geographical Indications (A8-0187/2019 - Virginie Rozière) IT  
 

Ho votato a favore della relazione che prevede l'adesione dell'Unione europea all'Atto di Ginevra dell'accordo di Lisbona sulle denominazioni d'origine e le indicazioni geografiche e crea un'unione speciale nel quadro dell'UE per la protezione della proprietà industriale.
Affinché possa esercitare correttamente le sue funzioni nel contesto dei suoi sistemi di protezione globale per le denominazioni di origine e le indicazioni geografiche, l'Unione europea deve infatti aderire all'Atto di Ginevra e diventarne una parte contraente.
Sotto l'Atto ciascuna parte contraente è poi tenuta a proteggere sul proprio territorio le denominazioni di origine e le indicazioni geografiche dei prodotti originari delle altre parti contraenti.

EU-Philippines Agreement on certain aspects of air services (A8-0191/2019 - Jozo Radoš) IT  
 

Ho espresso il mio voto a favore dell'accordo UE-Filippine che sostituisce alcune disposizioni degli accordi vigenti sui servizi aerei fra gli Stati membri UE e la Repubblica delle Filippine.
Il testo sostituisce le tradizionali clausole di designazione con una "clausola di designazione dell'UE" che consente a tutti i vettori aerei dell'Unione europea di beneficiare del diritto di stabilimento e risolve i potenziali conflitti con le norme dell'Unione in materia di concorrenza.
Altre disposizioni, come quelle relative alla tassazione del carburante per l'aviazione e agli accordi commerciali obbligatori tra linee aeree, sono state introdotte al fine di integrare le regole vigenti in materia.

Capital Requirements (Regulation) (A8-0242/2018 - Peter Simon) IT  
 

Mi sono espresso in favore della normativa volta a rendere i requisiti patrimoniali più proporzionati alle dimensioni e all'importanza delle banche, auspicando in tal modo di stimolare l'economia dell'UE, rafforzarne la capacità di prestito e creare mercati di capitali più liquidi.
Grazie a tale iniziativa gli oneri amministrativi delle banche di piccole dimensioni dovrebbero infatti considerevolmente ridursi e saranno inoltre ridotti i requisiti patrimoniali per le esposizioni delle piccole e medie imprese.
L'Autorità bancaria europea, in quanto ente preposto a sorvegliare il mercato bancario europeo, produrrà una relazione sull'introduzione dei rischi ambientali, sociali e di governance all'interno del processo di gestione del rischio bancario, mentre sono introdotte più rigorose norme prudenziali in materia di riciclaggio.

Capital Requirements (Directive) (A8-0243/2018 - Peter Simon) IT  
 

Mi sono espresso in favore della normativa volta a rendere i requisiti patrimoniali più proporzionati alle dimensioni e all'importanza delle banche, auspicando in tal modo di stimolare l'economia dell'UE, rafforzarne la capacità di prestito e creare mercati di capitali più liquidi.
Grazie a tale iniziativa gli oneri amministrativi delle banche di piccole dimensioni dovrebbero infatti considerevolmente ridursi e saranno inoltre ridotti i requisiti patrimoniali per le esposizioni delle piccole e medie imprese.
L'Autorità bancaria europea, in quanto ente preposto a sorvegliare il mercato bancario europeo, produrrà una relazione sull'introduzione dei rischi ambientali, sociali e di governance all'interno del processo di gestione del rischio bancario, mentre sono introdotte più rigorose norme prudenziali in materia di riciclaggio.

Loss-absorbing and recapitalisation capacity for credit institutions and investment firms (Regulation) (A8-0216/2018 - Gunnar Hökmark) IT  
 

Ho votato a favore della relazione, che fa parte di un pacchetto di norme a riduzione del rischio nel settore bancario europeo.
In particolare, è stabilito le banche siano tenute a disporre di un quantitativo sufficiente di passività a elevata capacità di assorbimento delle perdite per un eventuale bail in, ovvero il sistema di risoluzione delle crisi bancarie che prevede l'esclusivo coinvolgimento di azionisti, obbligazionisti, correntisti.
L'obiettivo ultimo è infatti quello di assicurare un assorbimento delle perdite e una ricapitalizzazione agevoli e rapidi al fine di garantire che i contribuenti non siano costretti a salvarle.
Sono inoltre previsti requisiti più rigorosi da parte delle autorità competenti e miglioramenti delle moratorie, che consentiranno la sospensione dei pagamenti di una banca in determinate circostanze ma senza i precedenti rischi di corse agli sportelli.