Simona BONAFÈ
  • Simona
    BONAFÈ
  • Group of the Progressive Alliance of Socialists and Democrats in the European Parliament
  • Member
  • Italy Partito Democratico
  • Date of birth: 12 July 1973, Varese

Speeches in plenary

245

Reflection paper on the future of EU finances by 2025 (debate)

04-07-2017 P8_CRE-PROV(2017)07-04(15)

Energy efficiency labelling - Compensation for wrongly labelled energy-related products (debate)

13-06-2017 P8_CRE-PROV(2017)06-13(2)

Binding annual greenhouse gas emission reductions to meet commitments under the Paris Agreement (debate)

13-06-2017 P8_CRE-PROV(2017)06-13(3)

Harnessing globalisation by 2025 (debate)

16-05-2017 P8_CRE-PROV(2017)05-16(4)

Resource efficiency: reducing food waste, improving food safety (debate)

15-05-2017 P8_CRE-REV(2017)05-15(17)

Reports - as rapporteur

4

Reports - as shadow rapporteur

2

Opinions - as shadow rapporteur

3

OPINION on the proposal for a regulation of the European Parliament and of the Council on binding annual greenhouse gas emission reductions by Member States from 2021 to 2030 for a resilient Energy Union and to meet commitments under the Paris Agreement and amending Regulation No 525/2013 of the European Parliament and the Council on a mechanism for monitoring and reporting greenhouse gas emissions and other information relevant to climate change

ITRE
23-03-2017 ITRE_AD(2017)592166

OPINION on European Semester for economic policy coordination: Annual Growth Survey 2017

ENVI
25-01-2017 ENVI_AD(2017)593988

OPINION on the proposal for a regulation of the European Parliament and of the Council setting a framework for energy efficiency labelling and repealing Directive 2010/30/EU

ENVI
28-04-2016 ENVI_AD(2016)573039

Motions for resolutions

78

Motion for a resolution on the situation of the Rohingya minority in Myanmar

12-12-2016 B8-1363/2016

NB: This motion for a resolution is available in the original language only.

Motion for a resolution on mass graves in Iraq

12-12-2016 B8-1362/2016

NB: This motion for a resolution is available in the original language only.

Motion for a resolution on the situation in Italy after the earthquakes

23-11-2016 B8-1288/2016

Motion for a resolution on the situation of the Guarani-Kaiowa in the Brazilian State of Mato Grosso Do Sul

21-11-2016 B8-1271/2016

NB: This motion for a resolution is available in the original language only.

Joint motion for a resolution on the situation in Northern Iraq/Mosul

26-10-2016 RC-B8-1159/2016

Joint motion for a resolution on the situation of journalists in Turkey

25-10-2016 RC-B8-1162/2016

Motion for a resolution on the situation of journalists in Turkey

24-10-2016 B8-1163/2016

Motion for a resolution on the situation in Northern Iraq/Mosul

24-10-2016 B8-1161/2016

Motion for a resolution on Thailand, notably the case of Andy Hall

03-10-2016 B8-1072/2016

NB: This motion for a resolution is available in the original language only.

Motion for a resolution on Rwanda: the case of Victoire Ingabire

03-10-2016 B8-1066/2016

NB: This motion for a resolution is available in the original language only.

Written declarations

13

Written declaration on the international mapping of floating garbage patches

12-09-2016 P8_DCL(2016)0093 Lapsed

Details

Alain CADEC , Angélique DELAHAYE , Ricardo SERRÃO SANTOS , Simona BONAFÈ , Marco AFFRONTE , Norica NICOLAI , Linnéa ENGSTRÖM , Remo SERNAGIOTTO , Werner KUHN , Liadh NÍ RIADA

Date opened : 12-09-2016
Lapse date : 12-12-2016
Number of signatories : 86 - 13-12-2016

Written declaration on the need for a special investment plan for subregions with high unemployment levels

12-09-2016 P8_DCL(2016)0079 Lapsed

Details

Sergio GUTIÉRREZ PRIETO , Sofia RIBEIRO , Marian HARKIN , Siôn SIMON , Georgi PIRINSKI , Ildikó GÁLL-PELCZ , Laura AGEA , José BLANCO LÓPEZ , Simona BONAFÈ , Dan NICA , Stanislav POLČÁK

Date opened : 12-09-2016
Lapse date : 12-12-2016
Number of signatories : 155 - 13-12-2016

Written declaration on the common response to the Zika virus

06-06-2016 P8_DCL(2016)0060 Lapsed

Details

Csaba MOLNÁR , Miriam DALLI , Simona BONAFÈ , Biljana BORZAN , Carlos ZORRINHO , Birgit COLLIN-LANGEN , Frédérique RIES , Karin KADENBACH , Jytte GUTELAND , Christel SCHALDEMOSE , Angélique DELAHAYE

Date opened : 06-06-2016
Lapse date : 06-09-2016
Number of signatories : 47 - 07-09-2016

Written declaration on the prioritisation of a European Dementia Strategy

11-04-2016 P8_DCL(2016)0027 Lapsed

Details

Deirdre CLUNE , Roberta METSOLA , Alberto CIRIO , José Inácio FARIA , Neena GILL , Ivan ŠTEFANEC , Tomáš ZDECHOVSKÝ , Brian HAYES , Simona BONAFÈ , Mairead McGUINNESS , Giovanni LA VIA

Date opened : 11-04-2016
Lapse date : 11-07-2016
Number of signatories : 139 - 12-07-2016

Written declaration on diabetes

01-02-2016 P8_DCL(2016)0008 Closed with majority

Details

Nicola CAPUTO , Therese COMODINI CACHIA , Christel SCHALDEMOSE , Sirpa PIETIKÄINEN , Dame Glenis WILLMOTT , Marc TARABELLA , Simona BONAFÈ , Daciana Octavia SÂRBU , Bogdan Brunon WENTA , Nicola DANTI , Tomáš ZDECHOVSKÝ , Marisa MATIAS , Marlene MIZZI , Elena GENTILE , Doru-Claudian FRUNZULICĂ , Enrico GASBARRA , Tibor SZANYI , Renato SORU , Luigi MORGANO , Theodoros ZAGORAKIS , Damiano ZOFFOLI , Ricardo SERRÃO SANTOS , Renata BRIANO , Carlos ZORRINHO , Isabella DE MONTE , Silvia COSTA , Brando BENIFEI

Date opened : 01-02-2016
Lapse date : 01-05-2016
Adopted (date) : 02-05-2016
The list of signatories is published in Annex 02 to the Minutes of 09-05-2016
Number of signatories : 405 - 02-05-2016

Written declaration on the donation of unsold consumable food to charities

14-10-2015 P8_DCL(2015)0061 Closed with majority

Details

Hugues BAYET , Angélique DELAHAYE , Stanisław OŻÓG , Petr JEŽEK , Younous OMARJEE , Ernest URTASUN , Marco VALLI , Maria ARENA , Marc TARABELLA , Mariya GABRIEL , Patrick LE HYARIC , Eva JOLY , Fabio Massimo CASTALDO , Guillaume BALAS , Antonio LÓPEZ-ISTÚRIZ WHITE , José BLANCO LÓPEZ , Simona BONAFÈ , Biljana BORZAN , Nikos ANDROULAKIS , Virginie ROZIÈRE , Sylvie GUILLAUME , José BOVÉ , Anneliese DODDS , Neena GILL , Victor NEGRESCU , Claudia ȚAPARDEL , Kathleen VAN BREMPT , David CASA , Karima DELLI , Pascal DURAND

Date opened : 14-10-2015
Lapse date : 14-01-2016
Adopted (date) : 14-01-2016
The list of signatories is published in Annex 01 to the Minutes of 18-01-2016
Number of signatories : 388 - 15-01-2016

Written declaration on neonatal health

16-09-2015 P8_DCL(2015)0048 Lapsed

Details

Biljana BORZAN , Miriam DALLI , Nessa CHILDERS , Nicola CAPUTO , Simona BONAFÈ , Doru-Claudian FRUNZULICĂ , Ivan JAKOVČIĆ , Jozo RADOŠ , Kateřina KONEČNÁ , Andrey KOVATCHEV , Aldo PATRICIELLO

Date opened : 16-09-2015
Lapse date : 16-12-2015
Number of signatories : 94 - 17-12-2015

Written declaration on the protection of the European olive oil sector and olive production

07-09-2015 P8_DCL(2015)0031 Lapsed

Details

Ivan JAKOVČIĆ , Tonino PICULA , Nicola DANTI , Lampros FOUNTOULIS , Nicola CAPUTO , Franc BOGOVIČ , Maite PAGAZAURTUNDÚA RUIZ , Alessia Maria MOSCA , Michela GIUFFRIDA , Enrico GASBARRA , Ivo VAJGL , Marco ZULLO , Simona BONAFÈ , Nikos ANDROULAKIS , Davor Ivo STIER , Milan ZVER , Fernando MAURA BARANDIARÁN , Ulrike MÜLLER , Elena GENTILE , Salvatore Domenico POGLIESE , Ivana MALETIĆ , Lara COMI , Rosa D'AMATO , Igor ŠOLTES , Jozo RADOŠ , Ruža TOMAŠIĆ , Dubravka ŠUICA , Flavio ZANONATO , Alberto CIRIO , Daniela AIUTO , Marco AFFRONTE , Eva KAILI , Remo SERNAGIOTTO , Barbara MATERA

Date opened : 07-09-2015
Lapse date : 07-12-2015
Number of signatories : 101 - 08-12-2015

Written declaration on the rights of cancer patients

07-09-2015 P8_DCL(2015)0030 Lapsed

Details

Elisabetta GARDINI , Miroslav MIKOLÁŠIK , Elisabeth MORIN-CHARTIER , Françoise GROSSETÊTE , Kostas CHRYSOGONOS , David BORRELLI , Piernicola PEDICINI , Simona BONAFÈ , José Inácio FARIA , Luigi MORGANO , Francesc GAMBÚS , Eleonora EVI , Marlene MIZZI , Daciana Octavia SÂRBU , Kateřina KONEČNÁ , Roberta METSOLA , Cristian-Silviu BUŞOI , Philippe DE BACKER

Date opened : 07-09-2015
Lapse date : 07-12-2015
Number of signatories : 257 - 08-12-2015

Written declaration on the fight against breast cancer in the European Union

27-04-2015 P8_DCL(2015)0017 Closed with majority

Details

Nessa CHILDERS , Simona BONAFÈ , Anna ZÁBORSKÁ , Lidia Joanna GERINGER de OEDENBERG , Françoise GROSSETÊTE , Marisa MATIAS , Emma McCLARKIN , Biljana BORZAN , Alojz PETERLE , Miriam DALLI

Date opened : 27-04-2015
Lapse date : 27-07-2015
Adopted (date) : 27-07-2015
The list of signatories is published in Annex 02 to the Minutes of 07-09-2015
Number of signatories : 394 - 28-07-2015

Parliamentary questions

33

Recognition of school study periods abroad

02-06-2017 O-000048/2017 Commission

Ceramic articles intended to come into contact with foodstuffs

08-05-2017 P-003187/2017 Commission

Measures to counter the decrease in vaccination coverage in Europe

10-04-2017 E-002618/2017 Commission

Commission's answers to written questions

10-01-2017 O-000003/2017 Commission

Use of social media to spread lies and slander

17-11-2016 E-008632/2016 Commission

Earthquakes and expenditure for rebuilding and securing the areas concerned

28-10-2016 E-008129/2016 Commission

Questionnaire for foreign students in the United Kingdom

13-10-2016 E-007756/2016 Commission

Referendum in the Canton of Ticino

29-09-2016 E-007243/2016 Commission

Influence of traffic-light food labelling on consumers' choices

01-08-2016 E-006189/2016 Commission

Schengen Agreement and Austrian border checks at the Brenner Pass

27-04-2016 E-003410/2016 Commission

Written explanations of vote

42

 

HIV, TB and HCV epidemics in Europe on the rise (B8-0436/2017)

05-07-2017

L´aumento e la diffusione di epidemie come HIV, tubercolosi e HCV in Europa è allarmante, solo nel 2015 31 paesi dell’UE/UEA hanno segnalato 30 mila nuovi casi di HIV, 120 mila persone sono affette da tubercolosi multi farmaco resistente e l’epatite virale è una delle minacce più pericolose per la salute dei cittadini europei. Per far fronte alla propagazione di queste epidemie è fondamentale implementare misure per la protezione della popolazione più sensibile e soggetta al rischio di contrarle. Ho sostenuto la risoluzione poiché si occupa di promuovere le innovazioni più recenti nella prevenzione dell´HIV attraverso una corretta educazione sessuale e profilassi pre-exposure. La risoluzione mette in luce il problema dei prezzi per le cure, molto spesso alti e chiede un accesso più facile alle cure da parte dei malati. L’elemento più importante per combattere l’espansione di queste epidemie deve prevedere un azione comune da parte di tutti gli Stati membri che a lungo termine possa affrontare l’aumento delle epidemie.

 

Preparation of the Commission Work Programme for 2018 (RC-B8-0434/2017, B8-0434/2017, B8-0435/2017, B8-0450/2017, B8-0451/2017, B8-0454/2017, B8-0455/2017, B8-0456/2017)

05-07-2017

Il programma di lavoro della Commissione per il 2018 definirà i temi prioritari che caratterizzeranno l’agenda politica UE per il prossimo anno. Quest’anno la discussione sul programma di lavoro della Commissione è ancora più importante vista la recente pubblicazione del libro bianco sul futuro dell’Europa e la declinazione dei cinque possibili scenari. Con il gruppo dei Socialisti e Democratici reputiamo che in questa fase sia essenziale chiedere un programma di lavoro ambizioso che segni una chiara opzione per uno scenario per una UE che faccia di più e sia più efficiente. Non basta pero dire che l’UE debba essere più attiva, occorre chiarire anche su quali priorità. Non abbiamo reputato che fosse possibile rinunciare a priorità come quelle dello sviluppo del pilastro sociale, il rilancio degli investimenti per la crescita e la gestione solidale dell’emergenza immigrazione. Per questo motivo abbiamo respinto il testo finale.

 

Recommendation to the Council on the 72nd session of the UN General Assembly (A8-0216/2017 - Andrey Kovatchev)

05-07-2017

Le iniziative delle Nazioni Unite per rispondere ai conflitti in corso in Medio Oriente e Nord Africa sono necessarie e devono essere sostenute rafforzando gli sforzi diplomatici e la cooperazione internazionale. Per questa ragione l’Unione Europea appoggia l’operato delle Nazioni Unite e si impegna a fornire assistenza umanitaria e finanziaria per far fronte ai conflitti armati, soprattutto in Siria, Iraq, Libia e Yemen. L’organizzazione delle Nazioni Unite svolge un ruolo essenziale di monitoraggio sulle violazioni del diritto internazionale, soprattutto con riferimento ai diritti umani e protezione delle infrastrutture e della popolazione civile. La raccomandazione al Consiglio sulla 72esima edizione dell’assemblea generale approvata dal Parlamento Europeo chiede pertanto un rinnovato impegno dell’organismo internazionale in materia di risoluzione di conflitti e aiuto umanitario, si posiziona favorevolmente verso le azioni e le iniziative delle Nazioni Unite e condanna con forza le violazioni commesse in Siria contro la popolazione civile locale che minano i diritti umani fondamentali.

 

Building an ambitious EU industrial strategy as a strategic priority for growth, employment and innovation in Europe (B8-0439/2017, B8-0440/2017, B8-0440/2017, B8-0445/2017, B8-0446/2017, B8-0447/2017, B8-0448/2017, B8-0449/2017)

05-07-2017

La progressiva deindustrializzazione di alcune aree Europee ha creato situazioni di forte crisi. Il settore manifatturiero ha visto un intenso calo di produttività che ha portato ad una diminuzione dell’occupazione. Ci sono segnali di ripresa che aprono prospettive per un concreto miglioramento dell’’industria europea e per il rilancio di una politica industriale che sappia allo stesso tempo innovare conservando la propria competitività. L’Unione Europea deve inquadrare la sua azione puntando sull’industria 4.0 che rappresenta uno scenario essenziale per aiutare tutte le realtà produttive, ma soprattutto le piccole e medie imprese a crescere. In questo contesto l’UE deve pero promuovere la convergenza tra i sistemi nazionali in modo da appianare le differenze di performance che caratterizzano l’Unione. Ho sostenuto la risoluzione perché ritengo che una strategia per i settori produttivi sia fondamentale per il progresso dell’’industria europea all’interno della catena globale del valore e conseguentemente per l’aumento dell’occupazione in tutta Europa.

 

The role of fisheries-related tourism in the diversification of fisheries (A8-0221/2017 - Renata Briano)

04-07-2017

La diversificazione delle attività di pesca rappresenta uno strumento importante per lo sviluppo di questo settore. La popolazione di pescatori che riesce a vivere di sola pesca senza essere soggetta al problema della povertà sta drasticamente diminuendo e per questa ragione promuovere il turismo della pesca è un’azione concreta per incentivare lo sviluppo di un intero settore. La risoluzione che ho sostenuto vede in un maggiore utilizzo dei fondi UE una risposta per valorizzare il turismo ittico e chiede di armonizzare a livello Europeo la definizione di turismo legato alla pesca. E` attraverso l´utilizzo dei fondi UE che possiamo valorizzare e creare occupazione con il turismo sostenibile. Con l´avvento della stagione estiva il tema è attuale più che mai e ogni anno le zone costiere attraggono milioni di visitatori con un crescente interesse verso il turismo sostenibile, un modello di turismo prezioso per il futuro dell’Europa.

 

Limitation periods for traffic accidents (A8-0206/2017 - Pavel Svoboda)

04-07-2017

In Europa i termini di prescrizione variano notevolmente tra Stati membri, il che può essere causa di disagio e ritardi o può addirittura pregiudicare la richiesta di risarcimento dinanzi all’autorità giudiziaria o ad un altro organismo competente. In aggiunta vi sono definizioni diverse legate ai termini di prescrizione all’interno dei sistemi legali degli Stati europei, anch’essa causa di svantaggi per i cittadini Europei. Ho sostenuto la risoluzione poiché ritengo che sia necessario armonizzare e semplificare il quadro normativo attuale e garantire i diritti dei cittadini europei in termini di prescrizione, in modo tale che se soggetti a incidenti stradali in paesi diversi da quelli di residenza possano avere un accesso facile e efficace alle procedure necessarie per reintegrazioni e indennizzi.

 

Disclosure of income tax information by certain undertakings and branches (A8-0227/2017 - Hugues Bayet, Evelyn Regner)

04-07-2017

La libertà di fare impresa è un fattore essenziale per lo sviluppo economico, cosi come il rispetto dei criteri di trasparenza e delle norme fiscali. La comunicazione pubblica paese per paese sui dati fiscali delle imprese può essere un fattore utile per contrastare l'evasione e l'elusione fiscali internazionali. E’ di fondamentale importanza per l’Unione Europea poter contare su dati trasparenti e ricevere le informazioni necessarie alla corretta applicazione dell’imposta sul reddito delle imprese e delle loro filiali e succursali. Ad oggi non si possono verificare i conti delle imprese per stabilire il volume di affari delle diverse giurisdizioni fiscali. La dimensione multinazionale delle imprese è complessa e di conseguenza la comunicazione pubblica paese per paese può costituire un modo efficace in termine di costi per introdurre cambiamenti per quanto riguarda la trasparenza societaria a beneficio dell’insieme della società.

 

A longer lifetime for products: benefits for consumers and companies (A8-0214/2017 - Pascal Durand)

04-07-2017

La vita media dei prodotti che usiamo quotidianamente come per esempio smartphones, tablet, computer e, in generale, apparecchi elettronici va da una durata di uno fino al massimo di due anni. Dai dati emerge che il 77% dei cittadini Europei preferirebbe poter riparare i propri prodotti che comprarne di nuovi, inoltre in media gli Europei producono 5 Tonnellate di rifiuti all´anno, rifiuti che possono essere riutilizzati e riciclati e ai quali possiamo garantire una seconda vita. Per promuovere una vita più lunga ai prodotti della nostra quotidianità ho sostenuto la risoluzione che è in linea con l´obiettivo di un utilizzo delle risorse più efficiente cosi come stabilito dalla posizione del Parlamento Europeo sul dossier dell’economia circolare.

 

Implementation of the European Fund for Strategic Investments (A8-0200/2017 - José Manuel Fernandes, Udo Bullmann)

15-06-2017

Il Fondo europeo per gli investimenti strategici è attuato dalla Banca europea per gli investimenti, con l'obiettivo di mobilitare investimenti per almeno 315 miliardi di euro, nell'economia reale entro il 2020. Nella valutazione sull'attuazione di FEIS, emerge una positiva mobilitazione di investimenti in questi primi tre anni e una distribuzione territoriale dei progetti eterogenea, così come una concentrazione settoriale non sempre equilibrata. Per questa ragione, abbiamo chiesto un maggiore equilibrio geografico e settoriale, supporto alle piccole imprese e investimenti innovativi. Abbiamo inoltre richiesto che l'addizionalità, in termini di valore aggiunto per superare le inefficienze di mercato e di sostegno alle operazioni che non si sarebbero potute effettuare senza la partecipazione del fondo, debba essere ulteriormente sviluppata, in modo da garantire l'innovazione e l'originalità dei progetti. Un altro aspetto che è stato messo in luce dalla relazione, riguarda il limitato supporto a progetti di taglia ridotta e transfrontalieri. Abbiamo dunque chiesto che la BEI e il PECI, promuovano la diversificazione geografica e tematica degli investimenti, raggruppando insieme progetti minori e fornendo assistenza tecnica. Queste considerazioni dovranno essere tenute in considerazione per il prolungamento dell'EFSI, attualmente in discussione. EFSI 2.0 farà tesoro dell'esperienza fin qui fatta e dovrà, a mio giudizio, puntare ancora di più, su sostenibilità e investimenti sociali.

 

European agenda for the collaborative economy (A8-0195/2017 - Nicola Danti)

15-06-2017

L'economia collaborativa è un fenomeno in crescita che, attraverso transazioni online, mette in contatto chi offre un servizio e chi ne fa uso. Negli ultimi anni questo nuovo tipo di economia sta occupando sempre più fette di mercato, in termini di ricavi, il totale delle transazioni eseguite su queste piattaforme, ha raggiunto nel 2015 i 28 milioni di euro. La relazione approvata dal Parlamento europeo, sostiene la necessità di sviluppare una strategia comune a livello europeo e di definire un quadro giuridico armonizzato, volto a fornire maggiori certezze agli operatori economici, ai consumatori e alle autorità pubbliche. È importante che la "sharing economy", si sviluppi in modo opportunamente regolato, poiché non solo apre nuovi scenari relativamente ai diritti dei lavoratori, ma anche riguardo potenziali vantaggi, di cui queste piattaforme beneficiano, rispetto alle compagnie tradizionali, ad esempio in ambito fiscale. L'economia collaborativa offre importanti possibilità di sviluppo di nuove imprese e lavori innovativi. L'UE deve saper essere il luogo accogliente per la progettazione e crescita di queste attività.

Contacts

Bruxelles

  • Parlement européen
    Bât. Altiero Spinelli
    15G246
    60, rue Wiertz / Wiertzstraat 60
    B-1047 Bruxelles/Brussel

Strasbourg

  • Parlement européen
    Bât. Louise Weiss
    T06066
    1, avenue du Président Robert Schuman
    CS 91024
    F-67070 Strasbourg Cedex

Postal address

  • European Parliament
    Rue Wiertz
    Altiero Spinelli 15G246
    1047 Brussels