Nicola DANTI : Written explanations of vote 

Members can submit a written explanation of their vote in plenary. Rule 183

Asylum and Migration Fund (A8-0106/2019 - Miriam Dalli) IT  
 

Il Fondo Asilo e migrazione contribuisce alla gestione efficace dei flussi migratori, al fine di rafforzare il sistema europeo comune di asilo, potenziare politiche di rimpatrio efficaci ed eque, nonché la solidarietà e la ripartizione delle responsabilità fra gli Stati membri, specie nei confronti di quelli più esposti ai flussi migratori. Rispetto alla proposta originaria della Commissione europea, abbiamo migliorato alcuni aspetti del testo, assicurandoci in particolare che vi fosse un livello minimo obbligatorio di fondi da allocare agli Stati di frontiera, che devono affrontare una pressione maggiore, nonché a forme di cooperazione che prevedano una ripartizione equa del numero di migranti tra i paesi. Ritengo lodevoli le modifiche che abbiamo apportato e in generale l'istituzione di questo fondo e dunque mi sono espresso a favore.

Instrument for financial support for border management and visa (A8-0089/2019 - Tanja Fajon) IT  
 

Il Fondo per la gestione integrata delle frontiere, mira a garantire una gestione migliore e integrata delle frontiere esterne dell'UE e un più alto livello di sicurezza, salvaguardando al tempo stesso la libera circolazione delle persone e delle merci. Abbiamo apportato alcune modifiche significative alla proposta originaria della Commissione: in particolare, ci siamo assicurati che vi fosse un'attenzione specifica agli Stati maggiormente colpiti dai flussi migratori, al fine di assicurare la corretta implementazione delle politiche UE su questi temi. Abbiamo poi riservato una percentuale minima del 20% della dotazione finanziaria da destinarsi all'obiettivo di una politica dei visti comune in tutta l'Unione. Ritengo che, in congiunzione con il fondo asilo e migrazione, l'UE si dota oggi di due strumenti importanti per assicurare una gestione ordinata del fenomeno migratorio, e dunque ho espresso il mio voto favorevole.

Unfair trading practices in business-to-business relationships in the food supply chain (A8-0309/2018 - Paolo De Castro) IT  
 

Le nuove misure approvate dal Parlamento europeo proteggono gli agricoltori da pratiche commerciali sleali (PCS) da parte di acquirenti e distributori - pratiche che causano danni economici ingenti soprattutto ai piccoli agricoltori europei. L'Unione oggi mette al bando i ritardi nei pagamenti per prodotti consegnati, le cancellazioni unilaterali tardive, il rifiuto di firmare contratti scritti, a beneficio di piccoli e medi produttori alimentari, che vedranno rispettati i propri diritti e avranno armi efficaci per difendersi da eventuali abusi di potere da parte della grande distribuzione. Inoltre, con questo regolamento garantiamo contratti di fornitura più chiari, che dovranno indicare in maniera esplicita se alcune pratiche - come la restituzione di prodotti invenduti senza pagarli o l'addebito ai fornitori per lo stoccaggio - siano consentite. Il tutto fornendo alle rispettive autorità nazionali il potere di trattare eventuali reclami e condurre le indagini, indipendentemente da dove si sia verificato il commercio sleale. Credo, dunque, che questo regolamento rappresenti un grande passo avanti per i diritti dei produttori europei, e quindi mi sono convintamente espresso a favore.

Import of cultural goods (A8-0308/2018 - Alessia Maria Mosca, Daniel Dalton) IT  
 

Mi sono espresso in maniera favorevole all'accordo raggiunto nei negoziati interistituzionali per questo importante file , che riconosce la necessità di proteggere il patrimonio culturale dei Paesi terzi, regolamentando l'importazione di beni culturali nel territorio dell'Unione europea. La protezione del patrimonio culturale di ciascun Paese, infatti, non è solo un esercizio di conservazione della memoria collettiva, ma è anche direttamente collegabile a pratiche di commercio illecito. Sono tanti i casi in cui beni provenienti da Paesi terzi vengono scambiati in maniera illegale, e i proventi riciclati e usati per finanziare attività di natura terroristica. Questo regolamento ha il merito di armonizzare le disposizioni sull'importazione dei beni culturali in tutta l'Unione, al fine di combattere il commercio illecito, l'evasione fiscale e il finanziamento del terrorismo. Come detto, dunque, ho espresso il mio voto favorevole.

Protection of personal data in the context of elections to the European Parliament (A8-0435/2018 - Mercedes Bresso, Rainer Wieland) IT  
 

Le campagne di disinformazione online , nonché l'abuso dei dati personali dei cittadini, possono avere un impatto significativo sul regolare svolgimento delle competizioni elettorali in Europa, come il caso Cambridge Analytica ha dimostrato. L'Unione europea si è dotata di un'importante normativa - il GDPR -, per assicurare la protezione dei dati personali, ma con il regolamento approvato oggi abbiamo voluto rafforzare le regole europee, per assicurarci che le prossime elezioni del Parlamento europeo si possano svolgere nel modo più democratico e trasparente possibile. In particolare, ci siamo concentrati sui partiti politici europei, rafforzando il ruolo di supervisione delle autorità competenti, per prevenire eventuali abusi, delineando anche le sanzioni che possono essere comminate a chi non dovesse rispettare le regole. Per queste ragioni, quindi, ho espresso il mio voto positivo.

Apportionment of tariff rate quotas included in the WTO schedule of the Union following the UK's withdrawal from the EU (A8-0361/2018 - Godelieve Quisthoudt-Rowohl) IT  
 

Il dossier in oggetto è di natura tecnica e permette un'equa suddivisione dei contingenti tariffari negoziati a livello di OMC dall'Unione europea, al fine di garantire la continuità delle relazioni commerciali con i partner internazionali quando si verificherà l'uscita definitiva del Regno Unito. Sin dal giorno successivo al referendum sulla Brexit, le istituzioni europee si sono mosse per assicurare una transizione semplice e ordinata, che minimizzi le distorsioni del mercato e gli oneri amministrativi. Per questo accolgo con favore questa risoluzione, per la quale ho espresso il mio voto favorevole.

Implementation report on the trade pillar of the Association Agreement with Central America (A8-0459/2018 - Reimer Böge) IT  
 

A 5 anni dall'entrata in vigore provvisoria dell'Accordo di Associazione tra Unione europea e America centrale e nell'ottica di un sempre maggiore coinvolgimento del Parlamento europeo nel monitoraggio di tali accordi, la relazione in oggetto ha il merito di presentare una valutazione approfondita sull'attuazione del pilastro commerciale. In primis, cito un dato che mi sembra particolarmente rilevante: i flussi commerciali tra le due aree regionali sono aumentati di circa il 20% in questi anni, nonostante un contesto economico internazionale sfavorevole, a riprova dei benefici apportati dall'accordo. Ritengo tuttavia che vi siano aree in cui è necessario aumentare l'efficacia delle disposizioni dell'accordo, a partire dalla protezione delle indicazioni geografiche (IG). Inoltre, rispetto a commercio e sviluppo sostenibile, si auspica una rapida ratifica degli accordi multilaterali sulla lotta ai cambiamenti climatici (es. l'accordo di Parigi), nonché l'attuazione piena delle convenzioni fondamentali dell'OIL. Infine, sono da monitorare con particolare attenzione i recenti sviluppi di natura politica, soprattutto in Nicaragua, che rischiano di incidere negativamente sulla regione nel suo complesso. Per questi motivi ho votato a favore della relazione.

Establishing the InvestEU Programme (A8-0482/2018 - José Manuel Fernandes, Roberto Gualtieri) IT  
 

Il nuovo programma InvestEU racchiude, sotto un'unica configurazione, numerosi programmi di finanziamento dell'Unione già esistenti: tra gli altri, a titolo d'esempio, una parte dell'attuale COSME, dedicato alle PMI, così come il Fondo europeo per gli investimenti strategici. InvestEU rappresenta il grande strumento dell'Unione per favorire la creazione di posti di lavoro, stimolare gli investimenti e l'innovazione, creando un sistema di finanziamenti più semplice, efficiente e flessibile. Per il periodo 2021-2027, verranno mobilizzati investimenti per un valore di oltre 650 miliardi di euro, a supporto di ricerca e innovazione, PMI, infrastrutture sostenibili, digitalizzazione e molto altro. Sono certo che il programma avrà effetti benefici sia nel breve che nel lungo termine, migliorando la competitività dell'economia europea, intervenendo per affrontare le storture del mercato, favorendo la creazione di un modello di sviluppo sostenibile e inclusivo. Per tutti questi motivi, ho espresso con convinzione il mio voto favorevole.

Implementation of the EU-Colombia and Peru Trade Agreement (A8-0446/2018 - Santiago Fisas Ayxelà) IT  
 

Ritengo che l'accordo con Colombia e Perù abbia un valore fondamentale, non solo di natura commerciale, ma anche nell'ottica di un partenariato strategico tra l'UE e l'America Latina. Per questo ritengo molto positiva l'adesione dell'Ecuador all'accordo, in quanto ulteriore elemento di rafforzamento dell'integrazione regionale e interregionale. I benefici commerciali, poi, sono notevoli: l'accordo ha contribuito, per esempio, alla modernizzazione e alla diversificazione delle esportazioni di Colombia e Perù, nonché all'aumento delle esportazioni di prodotti agricoli dell'UE verso i due paesi. Ritengo però che questi ultimi debbano fare di più per attuare efficacemente le disposizioni contenute nella tabella di marcia sui diritti umani, ambientali e del lavoro, stipulata al momento della firma dell'accordo, applicando, tra le altre, le norme sulla libertà di associazione e sul diritto di contrattazione collettiva. Penso, poi, che le parti dovrebbero avvalersi della clausola di revisione contenuta nel testo, al fine di includere, tra gli altri, capitoli dedicati alla lotta contro la corruzione, alla parità di genere, alle PMI, nonché un consono meccanismo di risoluzione delle controversie. La relazione sottolinea con precisione questi elementi, e dunque ho espresso il mio voto favorevole.

Situation of fundamental rights in the European Union in 2017 (A8-0466/2018 - Josep-Maria Terricabras) IT  
 

La relazione annuale sulla situazione dei diritti fondamentali nell'Unione rappresenta un momento importante di confronto sulla salute dello Stato di diritto, la democrazia e i diritti fondamentali in Europa. Tra i temi affrontati, ci tengo a sottolineare quello della migrazione, che nel 2017 ha visto l'afflusso di migranti e di richiedenti asilo in Europa continuare, ma con confini e porti sempre più chiusi. Ritengo che questo stato di cose imponga, con urgenza, un sistema di solidarietà europea, con un meccanismo di redistribuzione dei migranti, al fine di assicurare un'assistenza dignitosa per le persone più bisognose e vulnerabili. Un altro tema che mi sta particolarmente a cuore, poi, è quello della libertà di stampa: il pluralismo e l'indipendenza dei mezzi d'informazione sono componenti cruciali, senza i quali il funzionamento democratico dell'UE e dei suoi Stati membri è a rischio. Sottolineo infine il tema dei diritti delle donne, che nel 2017 ha visto, grazie al movimento #MeToo, una presa di coscienza importante da parte dell'opinione pubblica sulla portata e l'intensità delle molestie sessuali e della violenza sessuale e di genere, a cui sono esposte le donne. La relazione evidenzia con attenzione questi argomenti, e dunque ho votato in maniera favorevole.

Contact 

  • Bruxelles 

    Parlement européen
    Bât. Altiero Spinelli
    15G265
    60, rue Wiertz / Wiertzstraat 60
    B-1047 Bruxelles/Brussel
     
  • Strasbourg 

    Parlement européen
    Bât. Louise Weiss
    T06068
    1, avenue du Président Robert Schuman
    CS 91024
    F-67070 Strasbourg Cedex
     
  • Postal address 

    European Parliament
    Rue Wiertz
    Altiero Spinelli 15G265
    1047 Brussels
     
    Contact data: