Piernicola PEDICINI
  • Piernicola
    PEDICINI
  • Europe of Freedom and Direct Democracy Group
  • Member
  • Italy Movimento 5 Stelle
  • Date of birth: 22 May 1969, Benevento

Vice-Chair

  • DACP Delegation to the ACP-EU Joint Parliamentary Assembly

Member

  • ENVI Committee on the Environment, Public Health and Food Safety
  • D-RU Delegation to the EU-Russia Parliamentary Cooperation Committee
  • D-AF Delegation for relations with Afghanistan

Substitute

  • DEVE Committee on Development
  • ITRE Committee on Industry, Research and Energy

Most recent activities

Joint motion for a resolution on the situation in Burundi

18-01-2017 RC-B8-0075/2017

Joint motion for a resolution on the situation in the Central African Republic

18-01-2017 RC-B8-0074/2017

Motion for a resolution on Central African Republic

16-01-2017 B8-0085/2017

NB: This motion for a resolution is available in the original language only.

  • #Greenpeace smaschera HSBC, una delle più grandi banche d'Europa, che presta fondi all'industria dell'olio di palma: https://t.co/AmZkfG0ncL https://t.co/VQELlWCTXH
    19/01/2017 17:05 - twitter
  • La #disuguaglianza nel mondo cresce vertiginosamente. Ripensare il modello energetico è il primo passo da compiere https://t.co/lLE0hGngUI
    19/01/2017 13:05 - twitter
  • RT @M5S_Europa: Siamo tutti in pericolo! Soprattutto i nostri bambini! La Commissione europea deve ascoltare il #M5S:…
    19/01/2017 11:47 - twitter
  • Lo #Smog è ormai fuori controllo nelle nostre città. Occorre eliminare subito i sussidi alle fonti fossili: https://t.co/6j1SBA07zE https://t.co/b0du4K7J7T
    19/01/2017 09:05 - twitter
  • #Trump pronto a istituire un'assicurazione sanitaria per tutti i cittadini statunitensi, che sostituirà l'Obamacare: https://t.co/V2Iy4qMQtR https://t.co/fSKenj503M
    18/01/2017 21:05 - twitter
  • Trump promette una 'assicurazione per tutti' al posto dell'Obamacare LA MOSSA DI TRUMP: ASSICURAZIONE SANITARIA PER TUTTI Il Presidente eletto Donald Trump ha dichiarato, in un'intervista rilasciata lo scorso fine settimana, che è in fase di completamento un piano per sostituire la legge di assistenza sanitaria del Presidente Obama con l'obiettivo di concedere "un'assicurazione per tutti". Trump, allo stesso tempo, promette di obbligare le aziende farmaceutiche a negoziare direttamente con il governo sulle tariffe delle attuali assicurazioni Medicare e Medicaid. Trump ha rifiutato di rivelare i dettagli del suo programma durante un'intervista telefonica lo scorso sabato con il Washington Post, ma la proposta del Presidente eletto troverà certamente l'appoggio del Congresso repubblicano. Il piano di Trump troverà probabilmente qualche ostacolo nella destra più intransigente del partito, visto che per anni il GOP si è sempre opposto all'espansione dell'assistenza sanitaria pubblica, e dalla sinistra che considera le sue idee una catastrofe per le riforme che la legge "Affordable Care Act" ha portato a milioni di americani. Oltre al suo piano di sostituzione dell'ACA, noto anche come Obamacare, Trump ha detto che si concentrerà sulle aziende farmaceutiche per favorire la riduzione dei prezzi dei farmaci. "Sono politicamente protette, ma ora non più" ha detto riferendosi alle aziende farmaceutiche. Gli obiettivi di ampliare l'accesso alle assicurazioni e la riduzione dei costi di assistenza sanitaria sono sempre stati in conflitto e non è chiaro come il piano che l'amministrazione si stia muovendo- o quelli che emergeranno da Capitol Hill - per risolvere questo problema. In generale, il progetto di sostituire l'Obamacare del congresso GOP ha l'obiettivo di ridurre i costi riducendo le prestazioni offerte. Il presidente della Camera Paul Ryan e altri repubblicani hanno parlato recentemente di fornire "accesso universale" per l'assicurazione sanitaria, invece di una copertura assicurativa universale. Trump ha detto che si aspetta dai Repubblicani un'azione rapida e all'unisono nelle prossime settimane anche su altre priorità, tra le quali radicali tagli alle tasse e l'avvio della costruzione di un muro lungo il confine messicano. Trump ha avvertito i Repubblicani che se il partito dovesse ritardare il suo programma sarà pronto a usare il potere della presidenza - e Twitter - per far partire la sua legislazione con il piede giusto. "Il Congresso non può avere ripensamenti, perché la gente non permetterà che questo accada" ha detto Trump durante l'intervista con il Washington Post. Trump ha detto che il suo piano per la sostituzione di molti aspetti dell'assistenza sanitaria di Obama non è del tutto da rigettare. Anche se non è stato chiaro a quali aspetti si riferisse - "numeri più bassi, franchigie molto più basse" - ha detto che è pronto a svelarlo al fianco di Ryan e del leader della maggioranza al Senato, Mitch McConnell. "Siamo molto vicini alla stesura finale. Non l'abbiamo ancora completata ma ci stiamo lavorando senza sosta" ha detto Trump. Ha aggiunto che è in attesa di ricevere la conferma alla nomina di Segretario alla Sanità del Rep. Tom Price. Questa decisione spetta alla Commissione Finanze del Senato che ancora non ha programmato la sessione. La dichiarazione di Trump arriva dopo che molti Repubblicani - moderati e conservatori - hanno espresso preoccupazione la scorsa settimana per la mancanza di una proposta formale del partito sull'Obamacare, mentre hanno votato sulla sua abrogazione. Una volta che il suo piano sarà reso pubblico, ha dichiarato Trump, è fiducioso che si potranno ottenere i voti per l'approvazione in entrambe le Camere. Ha rifiutato di discutere di come si sarebbe comportato verso i Democratici diffidenti. Finora i Repubblicani hanno fatto i primi passi verso l'abrogazione della legge, una procedura per la quale è sufficiente una semplice maggioranza al Senato. Il processo dovrebbe consentire di smantellare aspetti della legge che coinvolgono la spesa federale. Il piano che Trump sta preparando arriva dopo che la Camera ha votato per più di 60 volte in questi ultimi anni per rimuovere completamente, o in parte, alcuni punti del ACA per adottare politiche sanitarie più conservatrici, che tendono a dare più peso al settore privato. "Credo che avremo l'approvazione. Io non vi dirò come, ma otterremmo l'approvazione. Vedete quello che è successo nella Camera in queste ultime settimane" ha detto Trump riferendosi a un suo tweet dopo il tentativo di un rappresentante repubblicano di cancellare il gruppo etico, il quale ha avuto una vasta contestazione da altri membri e ha portato al ritiro della proposta stessa. Avendo sviluppato un piano alternativo, Trump ha detto di aver prestato attenzione alle critiche di chi teme che l'abrogazione dell'Obamacare porterebbe al rischio della mancata copertura assicurativa per circa 20 milioni di americani attualmente coperti da una qualche forma di assistenza. "Avremo una assicurazione disponibile per tutti" ha detto Trump. "In alcuni ambiente pensavano che se non riesci a pagare non devi avere nulla. Con noi questo non accadrà". Le persone che rientrano nella legge "possono aspettarsi di ottenere una buona assistenza sanitaria. Sarà una forma molto semplificata, molto meno costosa e più efficiente." I leader repubblicani hanno detto che non abbandoneranno chi ha ottenuto la copertura assicurativa sotto l'ACA. Ma non è ancora chiaro sia dalle dichiarazioni di Trump nell'intervista sia dalle recenti osservazioni dei leader del GOP a Capitol Hill, come intendano realizzare tutto questo. Per i Repubblicani conservatori ostili alle sue promesse di garantire la copertura a milioni di persone, Trump ha sottolineato in diverse interviste che ha dato che "non lui avrà persone che muoiono per strada." "Non sarà il loro piano" ha detto riferendosi alle persone che sono coperte dalla legge attuale. "Sarà un altro piano ma saranno ben protetti. Non voglio un singolo-contribuente. Quello che voglio è essere in grado di aiutare le persone" ha detto sabato. Trump non ha detto come il suo programma si integri con il piano scritto dai Repubblicani della Camera. All'inizio di quest'anno, Price ha suggerito che una presidenza Trump avrebbe anticipato il programma sanitario del GOP della Camera. Quando è stato chiesto in un'intervista se intendesse tagliare i benefici del Medicare, come parte del suo programma, Trump ha detto "no", una posizione che è stata ribadita durante il programma di domenica su ABC di Reince Priebus, il nuovo "Chief of Staff" di Trump. Durante tutta la campagna ha sostenuto questa posizione. Il tempi potrebbe essere un problema in quanto Trump pone molta enfasi sulla velocità d'azione. La legge di Obama ha richiesto più di 14 mesi di dibattito e centinaia di riunioni. Per incoraggiare i legislatori, Trump ha in programma di partecipare a un meeting Repubblicano del Congresso a Philadelphia questo mese. Guardando oltre, Trump ha dichiarato che l'abbassamento dei prezzi dei farmaci è fondamentale per ridurre i costi dell'assistenza sanitaria a livello nazionale - e userà la sua influenza politica per ottenere tutto ciò perché è una sua priorità. Alla domanda su come riuscirebbe a convincere i produttori di farmaci, Trump ha detto che parte del suo approccio sarebbe la pressione pubblica "proprio come sull'aereo" un cenno ai suoi tweet sui Jet da Caccia F-35 Lockheed Martin, che Trump ha criticato perché troppo cari. Trump ha respinto l'idea che questa iniziativa porterebbe a una volatilità del mercato a Wall Street. "Le azioni scendono e l'America sale" ha detto. "Non mi interessa. Voglio farlo bene o non farlo" e ha aggiunto che le aziende farmaceutiche "dovrebbero produrre" di più negli Stati Uniti. Il punto se il governo dovrebbe avviare i negoziati su quanto le industrie farmaceutiche pagano per gli anziani con Medicare è stato dibattito lungo, da quando la legge del 2003 ha vietato questi negoziati sui farmaci offerti da Medicare. L'obiettivo di Trump è incerto, tuttavia, rispetto al Medicaid, l'assicurazione per gli americani a basso reddito che viene gestita congiuntamente dal governo federale e dagli Stati. In quello che è conosciuto come una regola Medicaid a "miglior prezzo", alle aziende farmaceutiche già viene richiesto di vendere i farmaci a Medicaid con il prezzo più basso che possono ottenere da altri venditori Sul programma dei tagli fiscali, Trump ha detto che "stiamo arrivando molto vicino" a mettere insieme la nuova legislazione. I suoi consulenti e Ryan si sono incontrati la settimana scorsa e hanno lavorato sul piano presentato in campagna elettorale e sulle proposte del Congresso per tagliare le aliquote vigenti. "Probabilmente sarà dal 15 al 20 per cento per le società. Per gli individui, probabilmente ancora meno. Avremo grandi tagli alle tasse della classe media" ha detto Trump. Sulle aliquote dell'imposte sulle società: "possiamo negoziare un po', ma vogliamo diminuirle e arrivare il più vicino al 15 per cento in modo che possiamo raggiungere un aumento dei posti di lavoro". Trump ha detto che non cederà sulla sua proposta di aumentare le imposte sulle aziende statunitensi che producono all'estero e ha insistito sul fatto che gli imminenti tagli alle tasse saranno un incentivo per le imprese a produrre negli Stati Uniti. "Se le aziende pensano di andare a produrre le automobili o altri merci all'estero per poi rivenderli negli Stati Uniti, allora pagheranno una tassa del 35 per cento", ha detto. Parlando brevemente sull'argomento immigrazione, Trump ha detto che la proposta di costruire un muro di confine e di frenare l'immigrazione clandestina rimane in cima alla sua lista di cose da fare e che sta spendendo molto tempo nello studio dei modi su come avviare questi progetti sia con il Congresso che attraverso l'azione esecutiva. Tuttavia non ha rivelato molto di più su questo aspetto. - Leggi l'articolo: http://www.movimento5stelle.it/parlamentoeuropeo/2017/01/la-mossa-di-trump-as.html
    18/01/2017 20:00 - facebook

Contacts

Bruxelles

  • Parlement européen
    Bât. Altiero Spinelli
    07H141
    60, rue Wiertz / Wiertzstraat 60
    B-1047 Bruxelles/Brussel

Strasbourg

  • Parlement européen
    Bât. Winston Churchill
    M03001
    1, avenue du Président Robert Schuman
    CS 91024
    F-67070 Strasbourg Cedex

Postal address

  • European Parliament
    Rue Wiertz
    Altiero Spinelli 07H141
    1047 Brussels