Pina PICIERNO : Written explanations of vote 

Members can submit a written explanation of their vote in plenary. Rule 183

European Border and Coast Guard (A8-0076/2019 - Roberta Metsola) IT  
 

Da anni ormai ci ripetiamo che un approccio comune dell'Europa è indispensabile nella gestione dei migranti e delle sue frontiere esterne. L'approvazione di questo testo rappresenta un importante tassello, con il rafforzamento della guardia di frontiera e costiera europea, che porterà alla creazione di corpi operativi, con circa diecimila effettivi.
Il principale compito dell'Agenzia deve essere quello di sostenere gli Stati membri ad evitare ulteriori morti nel Mediterraneo. La politica migratoria dell'UE infatti, deve continuare a basarsi sul pieno rispetto dei diritti umani delle persone che arrivano in Europa. Ma rendere le frontiere esterne dell'Europa più sicure è solamente un elemento di una riforma indispensabile e più ampia della politica dell'UE, in materia di asilo e immigrazione. Le regole attuali continuano a lasciare paesi come l'Italia a farsi carico da soli di un gran numero di arrivi, mentre permettono ad altri, di venire meno alle loro responsabilità. I governi degli Stati membri devono decidersi ad approvare le proposte fatte dal Parlamento e dalla Commissione, per un sistema più giusto anche da questo punto di vista.

Establishing Horizon Europe – laying down its rules for participation and dissemination (A8-0401/2018 - Dan Nica) IT  
 

Il mondo è di fronte a sfide molto importanti e la ricerca scientifica e l'innovazione tecnologica sono due strumenti importantissimi su cui l'Europa deve puntare e investire. Dalle questioni legate all'invecchiamento della popolazione, passando per la perdita di posti di lavoro dovuta alla continua automazione, per arrivare al fenomeno del cambiamento climatico, è chiaro che l'Unione europea può apportare un valore aggiunto di conoscenze condivise e imprese scientifiche congiunte.
Per questo sostengo il prossimo programma Horizon Europe per il periodo 2021-2027 e mi auguro che continui a costruire sui successi conseguiti finora. Il testo approvato contiene molte priorità importanti per una visione progressista dell'Europa come l'attenzione sul clima, le partnership e le missioni, un grado maggiore di partecipazione per i paesi più indietro nei settori di ricerca e sviluppo e un ruolo maggiore per le piccole e medie imprese.
Infine, d'ora in poi verrà tenuto in considerazione l'impatto sociale come criterio di valutazione, ci sarà un sostegno specifico alla ricerca sulle questioni di genere e nuove misure per favorire la partecipazione femminile alla ricerca scientifica.

Market surveillance and compliance of products (A8-0277/2018 - Nicola Danti) IT  
 

La libera circolazione delle merci si fonda sulla fiducia dei consumatori europei, che devono poter contare sul fatto che i prodotti che acquistano sono sicuri e conformi, a prescindere dal produttore, dallo Stato membro in cui avviene l'acquisto e canale usato (vendita tradizionale o vendita online).
Numerosi scandali recenti hanno mostrato che l'esistenza di prodotti non sicuri e non conformi è ancora una realtà nel mercato dell'UE, mettendo in risalto la necessità di un coordinamento e di un'efficacia maggiori della vigilanza del mercato nell'Unione. La presenza sul mercato di prodotti che non rispettano le norme europee rappresenta un pericolo per l'interesse pubblico, mina la fiducia dei consumatori e penalizza le imprese oneste.
Ho votato quindi a favore di questa proposta di regolamento che introduce nuove norme per garantire la conformità dei prodotti presenti sul mercato interno, che questi siano venduti tramite i canali tradizionali o on-line, prodotti in Europa oppure no. D'ora in poi dovrà esserci un operatore economico chiaramente identificabile con il compito di garantire la conformità del prodotto e di assicurarsi che questo risponda alle normative armonizzate dell'unione. Il nuovo regolamento, inoltre, rafforza i compiti e la cooperazione tra le autorità di sorveglianza.

Transparency and sustainability of the EU risk assessment in the food chain (A8-0417/2018 - Pilar Ayuso) IT  
 

Lo scandalo che ha riguardato l'approvazione del glifosato ha reso evidente la necessità di un sistema più trasparente e indipendente per le procedure di valutazione dei rischi connessi alla catena alimentare.
Questo nuovo regolamento coprirà l'intero settore della produzione alimentare e renderà pubblici tutti gli studi prodotti dall'industria e usati dall'Agenzia europea per la sicurezza alimentare nel processo di valutazione del rischio. Ciò assicura che le future autorizzazioni di sostanze potenzialmente pericolose, come pesticidi, additivi, materiali a contatto con il cibo, siano più affidabili e trasparenti.
Sarà infatti molto più difficile fingere di non vedere studi o dati sfavorevoli agli interessi dell'industria, così come sarà più difficile l'"acquisto" di risultati favorevoli. L'EFSA apre le sue porte ai cittadini e al loro scrutinio indipendente. Niente più decisioni a porte chiuse, né scommesse a spese della nostra salute.
Questo testo rappresenta un importante passo avanti per una maggiore sicurezza alimentare e una migliore protezione dei consumatori. Sono felice che il nostro gruppo sia riuscito a dimostrare ancora una volta che la salute e i diritti vengono prima degli interessi commerciali.

Rights and Values programme (A8-0468/2018 - Bodil Valero) IT  
 

Ho votato a favore di questa proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce il programma Diritti e valori per il quadro finanziario pluriennale 2021-2027. Il programma Diritti e valori riunisce i programmi 2014-2020 "Diritti, uguaglianza e cittadinanza" e "L'Europa per i cittadini". La proposta mira a proteggere e promuovere i diritti e i valori sanciti nei trattati dell'UE e nella Carta dei diritti fondamentali dell'UE, anche sostenendo le organizzazioni della società civile, al fine di promuovere società aperte, democratiche, basate sui diritti, eque e inclusive.
Sono contenta che la Commissione intenda garantire la prosecuzione dei programmi esistenti, poiché essi rivestono un ruolo essenziale nella promozione e attuazione dei diritti e dei valori dell'UE. In particolare, mi sembra importante la previsione di obiettivi e fondi specifici relativi alla promozione dell'uguaglianza di genere, alla lotta a qualsiasi forma di violenza contro le donne e al sostegno alla piena applicazione della convenzione del Consiglio europeo sulla prevenzione e il contrasto alla violenza sulle donne e alla violenza domestica.

Visa Code (A8-0434/2018 - Juan Fernando López Aguilar) IT  
 

Ho votato a favore delle nuove norme che modificano il codice comunitario dei visti perché sono convinta che queste daranno un ulteriore impulso al turismo, al commercio e alle relazioni più in generale con i paesi terzi. Al tempo stesso migliorerà la sicurezza e renderà molto più difficili potenziali abusi.
La procedura per ottenere un visto di breve periodo viene ammodernata e semplificata. Questo permetterà l'accesso ai cittadini di paesi terzi che non godono di un'esenzione; la riforma riguarderà più di 102 nazioni e più di 15 milioni di persone ogni anno.
Le nuove regole, infine, saranno utili a incoraggiare la cooperazione con i paesi terzi sul rimpatrio dei migranti irregolari, assicurando per esempio un regime più favorevole sui visti a quei paesi che collaborano maggiormente sui rimpatri.

Transparent and predictable working conditions in the European Union (A8-0355/2018 - Enrique Calvet Chambon) IT  
 

Ho votato a favore di questa relazione che garantirà condizioni di lavoro più trasparenti e prevedibili a milioni di cittadini europei. La nuova direttiva riguarda i lavoratori con contratti atipici, che lavorano nella cosiddetta "gig economy", cioè specialmente i più precari, spesso con contratti brevi o a chiamata.
D'ora in poi gli Stati membri dovranno limitare fortemente l'uso di contratti "a zero ore", in cui i lavoratori non hanno idea di quanti turni dovranno fare ogni settimana, né quanto guadagneranno. Le aziende potranno chiedere flessibilità ai dipendenti solo all'interno di intervalli di tempo predeterminati, dando preavvisi adeguati in caso di cambiamento di turno.
L'Europa non può permettere che milioni di lavoratori restino senza diritti sociali e remunerazioni dignitose. Le persone meritano di avere più certezze riguardo il loro reddito e il tempo da dedicare al lavoro. E' la premessa indispensabile per poter programmare e costruire una famiglia e il proprio futuro.

OLAF investigations and cooperation with the European Public Prosecutor's Office (A8-0179/2019 - Ingeborg Gräßle) IT  
 

Ho votato a favore della proposta di modifica del regolamento relativo alle indagini svolte dall'Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF) per quanto riguarda la cooperazione con la Procura europea (EPPO) e l'efficacia delle indagini dell'OLAF. Lo scopo di queste modifiche è quello di adattare il regolamento OLAF in vista dell'entrata in funzione della Procura europea entro la fine del 2020, per assicurare complementarietà e cooperazione senza intoppi.
Sono particolarmente contenta di constatare che il tentativo dei gruppi di destra di sabotare il testo e, di conseguenza, di minare la trasparenza e la reputazione del Parlamento europeo è fallito grazie alla maggioranza guidata dal gruppo dei Socialisti e Democratici. In caso di sospetto di frode, gli eurodeputati e il loro staff non godranno di nessun trattamento speciale. Chi non ha nulla da nascondere, non ha nulla da temere.

Neighbourhood, Development and International Cooperation Instrument (A8-0173/2019 - Pier Antonio Panzeri, Cristian Dan Preda, Frank Engel, Charles Goerens) IT  
 

I finanziamenti erogati nel quadro dell'azione esterna dell'Unione europea dovrebbero andare a sostenere lo sviluppo e il rispetto degli obiettivi riguardanti il clima e l'ambiente e a promuovere la democrazia, lo stato di diritto e i diritti umani.
L'istituzione di questo nuovo strumento di vicinato, cooperazione allo sviluppo e cooperazione internazionale (NDICI) permetterà di centralizzare e razionalizzare i diversi fondi attualmente esistenti, con una dotazione complessiva di 93,154 miliardi di EUR (4 in più di quanto proposto dalla Commissione) per il periodo 2021-2027.
Una volta in funzione, lo strumento NDICI rappresenterà il principale mezzo a disposizione dell'UE per promuovere la cooperazione con paesi terzi vicini e lontani e per realizzare i suoi impegni internazionali derivanti dagli obiettivi di sviluppo sostenibile 2030 e dall'accordo di Parigi sul clima.
Il nuovo strumento NDICI dovrebbe garantire un maggiore livello di coerenza e di flessibilità per l'azione esterna dell'Unione e, al tempo stesso, un maggiore controllo democratico e più trasparenza.
Perciò sostengo la relazione e dichiaro di aver votato a favore.

Instrument for Pre-accession Assistance (IPA III) (A8-0174/2019 - José Ignacio Salafranca Sánchez-Neyra, Knut Fleckenstein) IT  
 

Con questa relazione il Parlamento europeo ha approvato il nuovo strumento finanziario di assistenza preadesione (IPA III) destinato a sostenere i paesi candidati o potenziali candidati all'adesione all'UE durante il periodo 2021-2027.
Si garantisce che le risorse stanziate siano adeguate ai bisogni degli Stati candidati, per supportare le necessarie riforme politiche ed economiche e prepararli a tutti quei diritti e obblighi che l'adesione all'Unione europea comporta.
L'UE è già il più importante sostenitore dei paesi candidati dei Balcani occidentali, anche in termini finanziari, e la proposta della Commissione di aumentare il totale dei fondi per la preadesione a 14,5 miliardi di EUR per il periodo 2021-2027 è un buon inizio. Tuttavia l'UE dovrebbe essere ancora più ambiziosa, considerando questi fondi come investimenti a lungo termine nel futuro dell'UE stessa.
La relazione rafforza inoltre la dimensione sociale della politica di allargamento e stabilisce che i fondi devono essere erogati in maniera non discriminatoria e devono raggiungere le regioni invece di essere distribuiti dai governi in base a interessi politici.
Infine si rafforza la condizionalità, in modo da essere in grado di sospendere i trasferimenti in caso violazione dei diritti umani o dello Stato di diritto.

Contact 

  • Bruxelles 

    Parlement européen
    Bât. Altiero Spinelli
    15G310
    60, rue Wiertz / Wiertzstraat 60
    B-1047 Bruxelles/Brussel
     
  • Strasbourg 

    Parlement européen
    Bât. Louise Weiss
    T06056
    1, avenue du Président Robert Schuman
    CS 91024
    F-67070 Strasbourg Cedex
     
  • Postal address 

    European Parliament
    Rue Wiertz
    Altiero Spinelli 15G310
    1047 Brussels
     
    Contact data: