Piernicola PEDICINI : Explications de vote écrites 

Les députés peuvent expliquer par écrit leur vote en plénière. Article 183 du règlement intérieur.

Examen de la proportionnalité avant l'adoption d'une nouvelle réglementation de professions (A8-0395/2017 - Andreas Schwab) IT  
 

L'obiettivo per noi, è quello di consentire ai nostri professionisti di esercitare la propria professione in Europa e viceversa, a condizioni di reciprocità, di beneficiare dell'esperienza di professionisti provenienti da altri Paesi UE in Italia.
Per questo abbiamo sostenuto un meccanismo di valutazione europeo coordinato che, applicato da tutti gli Stati membri, in maniera armonizzata, potesse garantire che le regolamentazioni nazionali di accesso alle professioni, fossero proporzionali e non discriminatorie.
Ma la relazione al voto oggi, con le modifiche del trilogo, non ci ha convinto.
Nel testo viene inserito un forte margine di discrezionalità che, se diversamente usato da ogni Stato membro e se diversamente valutato dalla Commissione europea, non permetterà ai nostri professionisti di esercitare la propria professione in Europa, a reali condizioni di reciprocità.
Va ricordato infatti, che Paesi come Germania e Francia, che sinora hanno mantenuto alte le barriere all'entrata per i nostri professionisti, potranno continuare a farlo, visto che la Commissione europea ad oggi, contrariamente a quanto previsto dalla direttiva 2013/55/UE, sul riconoscimento delle qualifiche professionali, non ha mai lanciato, per ragioni meramente politiche, una procedura di infrazione contro questi paesi.

Objection à une mesure d’exécution: critères scientifiques pour la détermination des propriétés perturbant le système endocrinien (B8-0542/2017) IT  
 

Parliamo degli interferenti endocrini, quelle sostanze chimiche che possono alterare le funzioni del sistema ormonale causando eventi avversi per gli animali e per l'uomo, come tumori o infertilità. Nel maggio 2016 avevo già presentato una mozione di censura sanzionando l'attuale Commissione Juncker per aver eluso i propri obblighi legali e non aver adottato i criteri per l'identificazione degli interferenti endocrini entro il 14 dicembre 2013. La mozione, decaduta a causa del ritiro delle firme di 16 deputati del gruppo GUE/NGL, aveva costretto la Commissione a presentare le sue proposte per i criteri scientifici il 15 giugno 2016.
Oggi denuncio la mancata inclusione di una categoria di sostanze sospette. Infatti, nella proposta vengono considerati interferenti endocrini solo quelle sostanze per cui è provato scientificamente il rapporto di causalità tra l'esposizione alla sostanza e il danno. Questo vuol dire che nessuna azione può essere intrapresa contro le sostanze di cui si sospettano effetti nocivi per l'uomo a meno di non presentare una proposta complementare. Siamo d'accordo che i criteri proposti migliorano la situazione attuale ma non sono ancora sufficienti a garantire la piena applicazione del principio di precauzione. Per questo ho sostenuto l'obiezione e votato per avere al più presto un nuovo progetto.

Conférence des Nations unies de 2017 sur les changements climatiques à Bonn, Allemagne (COP23) (B8-0534/2017) EN  
 

. ‒ I voted in favour but I am against any kind of hypocrisy. It is a fact that climate change and global warming are caused by fossil fuels. However, our national governments are financing fossil fuels with an astronomical amount of money. France is financing the Green Fund to the tune of EUR 250 million but, at the same time, giving EUR 1.5 billion to fossil fuels. Germany is financing the Green Fund to the tune of EUR 250 million while, at the same time, giving EUR 5.5 billion to fossil fuels. Italy, my country, is financing the Green Fund with EUR 84 million but, at the same time, giving EUR 3.5 billion to fossil fuels.
Citizens have sent us to the European Parliament to find the best solution to save our planet, not to find the best compromise with oil companies. This is only the first step, but our governments need to eliminate fossil fuel subsidies now.

Limitation de l’utilisation de certaines substances dangereuses dans les équipements électriques et électroniques (A8-0205/2017 - Adina-Ioana Vălean) IT  
 

Abbiamo accolto con favore la proposta della Commissione sulla restrizione dell'uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE). Parliamo di apparecchiature che spaziano dagli elettrodomestici alle telecomunicazioni, dai giocattoli ai dispositivi medici. Questi prodotti possono contenere una serie di sostanze tossiche, per esempio metalli pesanti come piombo, mercurio, cadmio e cromo esavalente, e i cosiddetti ritardanti di fiamma bromurati, in particolare bifenili polibromurati (PBB) e eteri di difenile polibromurato (PBDE).
A causa della loro persistenza nell'ambiente, queste sostanze possono "filtrare" dal prodotto all'ambiente contaminando l'aria, il suolo e l'acqua, e successivamente penetrando nella catena alimentare (soprattutto negli alimenti di origine animale come il pesce, la carne, il latte e i prodotti derivati).
Per questi motivi oggi ho appoggiato il testo risultato dai negoziati interistituzionali.

Contact 

  • Bruxelles 

    Parlement européen
    Bât. Wiertz
    01U016
    60, rue Wiertz / Wiertzstraat 60
    B-1047 Bruxelles/Brussel
     
  • Strasbourg 

    Parlement européen
    Bât. Winston Churchill
    M03001
    1, avenue du Président Robert Schuman
    CS 91024
    F-67070 Strasbourg Cedex
     
  • Adresse postale 

    European Parliament
    Rue Wiertz
    Altiero Spinelli 07H141
    1047 Brussels
     
    Contact data: