Marco ZULLO
  • Marco
    ZULLO
  • Gruppo Europa della Libertà e della Democrazia diretta
  • Membro
  • Italia Movimento 5 Stelle
  • Data di nascita: 29 ottobre 1978, Verona

Interventi in seduta plenaria

148

Porre fine al matrimonio minorile (discussione)

03-10-2017 P8_CRE-PROV(2017)10-03(9)

Requisiti di accessibilità dei prodotti e dei servizi (discussione)

13-09-2017 P8_CRE-REV(2017)09-13(16)

Una vita utile più lunga per i prodotti: vantaggi per consumatori e imprese (breve presentazione)

03-07-2017 P8_CRE-REV(2017)07-03(21)

Portabilità transfrontaliera dei servizi di contenuti online nel mercato interno (discussione)

17-05-2017 P8_CRE-REV(2017)05-17(17)

Pratiche fraudolente nel settore brasiliano delle carni (discussione)

03-04-2017 P8_CRE-REV(2017)04-03(21)

Affrontare le sfide dell'applicazione del codice doganale dell'Unione (discussione)

15-12-2016 P8_CRE-REV(2016)12-15(10)

Relazioni in quanto relatore ombra

20

RELAZIONE su una vita utile più lunga per i prodotti: vantaggi per consumatori e imprese

IMCO
09-06-2017 A8-0214/2017

RELAZIONE sulle piattaforme online e il mercato unico digitale

IMCO ITRE
31-05-2017 A8-0204/2017

RELAZIONE su un'agenda europea per l'economia collaborativa

IMCO
11-05-2017 A8-0195/2017

RELAZIONE sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio sul ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati membri relative ai requisiti di accessibilità dei prodotti e dei servizi

IMCO
08-05-2017 A8-0188/2017

RELAZIONE sulle norme minime per la protezione dei conigli d'allevamento

AGRI
30-01-2017 A8-0011/2017

RELAZIONE su come può la PAC migliorare la creazione di occupazione nelle zone rurali

AGRI
10-10-2016 A8-0285/2016

RELAZIONE su una strategia dell'UE per la regione alpina

REGI
13-07-2016 A8-0226/2016

Pareri in quanto relatore

1

PARERE sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che garantisce la portabilità transfrontaliera dei servizi di contenuti online nel mercato interno

IMCO
30-09-2016 IMCO_AD(2016)583879

Pareri in quanto relatore ombra

19

PARERE sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alla definizione, alla presentazione e all'etichettatura delle bevande spiritose, all'uso delle denominazioni di bevande spiritose nella presentazione e nell'etichettatura di altri prodotti alimentari nonché alla protezione delle indicazioni geografiche delle bevande spiritose

AGRI
21-11-2017 AGRI_AD(2017)604734

PARERE sulla raccomandazione al Consiglio relativa alla proposta di mandato a negoziare per i negoziati commerciali con l'Australia

AGRI
05-10-2017 AGRI_AD(2017)608141

PARERE sulla raccomandazione al Consiglio sulla proposta di mandato a negoziare per i negoziati commerciali con la Nuova Zelanda

AGRI
03-10-2017 AGRI_AD(2017)608081

PARERE sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce il codice europeo delle comunicazioni elettroniche

IMCO
08-09-2017 IMCO_AD(2017)602838

PARERE sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio sul diritto d'autore nel mercato unico digitale

IMCO
14-06-2017 IMCO_AD(2017)599682

PARERE sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che stabilisce norme relative all'esercizio del diritto d'autore e dei diritti connessi applicabili a talune trasmissioni online degli organismi di diffusione radiotelevisiva e ritrasmissioni di programmi televisivi e radiofonici

IMCO
06-06-2017 IMCO_AD(2017)597612

PARERE sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che stabilisce le regole finanziarie applicabili al bilancio generale dell'Unione e che modifica il regolamento (CE) n. 2012/2002, i regolamenti (UE) n. 1296/2013, (UE) n. 1301/2013, (UE) n. 1303/2013, (UE) n. 1304/2013, (UE) n. 1305/2013, (UE) n. 1306/2013, (UE) n. 1307/2013, (UE) n. 1308/2013, (UE) n. 1309/2013, (UE) n. 1316/2013, (UE) n. 223/2014, (UE) n. 283/2014, (UE) n. 652/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio e la decisione n. 541/2014/UE del Parlamento e del Consiglio

AGRI
12-05-2017 AGRI_AD(2017)599808

PARERE sull'iniziativa sull'efficienza sotto il profilo delle risorse: ridurre lo spreco alimentare, migliorare la sicurezza alimentare

AGRI
27-03-2017 AGRI_AD(2017)595767

PARERE sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio concernente l'introduzione di misure commerciali autonome temporanee per l'Ucraina che integrano le concessioni commerciali disponibili nel quadro dell'accordo di associazione

AGRI
14-03-2017 AGRI_AD(2017)595439

PARERE sull'olio di palma e sul disboscamento delle foreste pluviali

AGRI
02-03-2017 AGRI_AD(2017)592126

Proposte di risoluzione

19

Proposta di risoluzione MOZIONE DI CENSURA NEI CONFRONTI DELLA COMMISSIONE EUROPEA

12-05-2016 B8-0621/2016/riv. 1

Dichiarazioni scritte

8

Dichiarazione scritta sulla promozione di prodotti biologici nelle mense

24-10-2016 P8_DCL(2016)0117 Decaduta

Informazioni

Eric ANDRIEU , Maria Lidia SENRA RODRÍGUEZ , Ivan JAKOVČIĆ , Fabio Massimo CASTALDO , Edouard MARTIN , Marco ZULLO , Martin HÄUSLING , Viorica DĂNCILĂ , Zbigniew KUŹMIUK , Daniel BUDA

Data di apertura : 24-10-2016
Scadenza : 24-01-2017
Numero di firmatari : 75 - 25-01-2017

Dichiarazione scritta sul riesame della realizzazione della nuova linea ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione

24-10-2016 P8_DCL(2016)0111 Decaduta

Informazioni

Marco VALLI , Daniela AIUTO , Tiziana BEGHIN , Eleonora EVI , Curzio MALTESE , Eleonora FORENZA , Barbara SPINELLI , Karima DELLI , Michèle RIVASI , Isabella ADINOLFI , Marco AFFRONTE , Laura AGEA , David BORRELLI , Fabio Massimo CASTALDO , Ignazio CORRAO , Rosa D'AMATO , Laura FERRARA , Giulia MOI , Piernicola PEDICINI , Dario TAMBURRANO , Marco ZANNI , Marco ZULLO

Data di apertura : 24-10-2016
Scadenza : 24-01-2017
Numero di firmatari : 43 - 25-01-2017

Dichiarazione scritta sulla messa a punto di una strategia europea per la gestione, il controllo e la possibile eliminazione del calabrone asiatico (Vespa velutina nigrithorax)

27-04-2016 P8_DCL(2016)0047 Decaduta

Informazioni

Maria Lidia SENRA RODRÍGUEZ , Ángela VALLINA , José BOVÉ , Eric ANDRIEU , Patrick LE HYARIC , Marco ZULLO , Josu JUARISTI ABAUNZ , Jordi Vicent SEBASTIA TALAVERA , Marc TARABELLA , Paloma LÓPEZ BERMEJO , João FERREIRA , Miguel VIEGAS , Clara Eugenia AGUILERA GARCÍA , Rosa D'AMATO

Data di apertura : 27-04-2016
Scadenza : 27-07-2016
Numero di firmatari : 72 - 28-07-2016

Dichiarazione scritta sul cancro e la prevenzione primaria

05-10-2015 P8_DCL(2015)0054 Decaduta

Informazioni

Piernicola PEDICINI , Marco AFFRONTE , Laura AGEA , Daniela AIUTO , Tiziana BEGHIN , David BORRELLI , Fabio Massimo CASTALDO , Ignazio CORRAO , Rosa D'AMATO , Eleonora EVI , Laura FERRARA , Dario TAMBURRANO , Marco VALLI , Marco ZULLO , Rolandas PAKSAS , Nedzhmi ALI , Zigmantas BALČYTIS , Hugues BAYET , Brando BENIFEI , Mara BIZZOTTO , José BLANCO LÓPEZ , Biljana BORZAN , Lynn BOYLAN , Nicola CAPUTO , Nessa CHILDERS , Alberto CIRIO , Therese COMODINI CACHIA , Ian DUNCAN , Ismail ERTUG , Lampros FOUNTOULIS , Enrico GASBARRA , Juan Carlos GIRAUTA VIDAL , Antanas GUOGA , Hans-Olaf HENKEL , Stelios KOULOGLOU , Valentinas MAZURONIS , Victor NEGRESCU , Momchil NEKOV , Demetris PAPADAKIS , Pavel POC , Laurenţiu REBEGA , Matteo SALVINI , Christel SCHALDEMOSE , Ivan ŠTEFANEC , Tibor SZANYI , Ivo VAJGL , Tomáš ZDECHOVSKÝ

Data di apertura : 05-10-2015
Scadenza : 05-01-2016
Numero di firmatari : 146 - 06-01-2016

Dichiarazione scritta sulla protezione dei siti dell'UNESCO in Europa

16-09-2015 P8_DCL(2015)0050 Decaduta

Informazioni

Alberto CIRIO , Claudia ȚAPARDEL , Ivan JAKOVČIĆ , Enrico GASBARRA , Marco ZULLO , Igor ŠOLTES , István UJHELYI , Cláudia MONTEIRO DE AGUIAR , Marlene MIZZI , Alfred SANT

Data di apertura : 16-09-2015
Scadenza : 16-12-2015
Numero di firmatari : 76 - 17-12-2015

Dichiarazione scritta su impollinatori, salute delle api mellifere e settore dell'apicoltura

07-09-2015 P8_DCL(2015)0043 Decaduta

Informazioni

Ramon TREMOSA i BALCELLS , Mark DEMESMAEKER , Marco ZULLO , Morten Helveg PETERSEN , Marit PAULSEN , Ulrike MÜLLER , Paolo DE CASTRO , Jordi Vicent SEBASTIA TALAVERA , Ian DUNCAN , Andreas SCHWAB

Data di apertura : 07-09-2015
Scadenza : 07-12-2015
Numero di firmatari : 82 - 08-12-2015

Dichiarazione scritta sulla protezione del settore europeo dell'olio d'oliva e dell'olivicoltura

07-09-2015 P8_DCL(2015)0031 Decaduta

Informazioni

Ivan JAKOVČIĆ , Tonino PICULA , Nicola DANTI , Lampros FOUNTOULIS , Nicola CAPUTO , Franc BOGOVIČ , Maite PAGAZAURTUNDÚA RUIZ , Alessia Maria MOSCA , Michela GIUFFRIDA , Enrico GASBARRA , Ivo VAJGL , Marco ZULLO , Simona BONAFÈ , Nikos ANDROULAKIS , Davor Ivo STIER , Milan ZVER , Fernando MAURA BARANDIARÁN , Ulrike MÜLLER , Elena GENTILE , Salvatore Domenico POGLIESE , Ivana MALETIĆ , Lara COMI , Rosa D'AMATO , Igor ŠOLTES , Jozo RADOŠ , Ruža TOMAŠIĆ , Dubravka ŠUICA , Flavio ZANONATO , Alberto CIRIO , Daniela AIUTO , Marco AFFRONTE , Eva KAILI , Remo SERNAGIOTTO , Barbara MATERA

Data di apertura : 07-09-2015
Scadenza : 07-12-2015
Numero di firmatari : 101 - 08-12-2015

Dichiarazione scritta sulla compatibilità dell'estrazione petrolifera con la qualità dell'acqua destinata al consumo umano

18-05-2015 P8_DCL(2015)0021 Decaduta

Informazioni

Piernicola PEDICINI , Giovanni LA VIA , Pavel POC , Kateřina KONEČNÁ , Bas EICKHOUT , Michèle RIVASI , David BORRELLI , Marco AFFRONTE , Marco ZULLO , Dario TAMBURRANO , Marco ZANNI , Daniela AIUTO

Data di apertura : 18-05-2015
Scadenza : 18-08-2015
Numero di firmatari : 68 - 24-08-2015

Proposte di atti dellUnione

1

Proposta relativa a un atto dell'Unione sul rafforzamento della posizione degli agricoltori nella filiera alimentare

01-06-2017 B8-0303/2017

Interrogazioni parlamentari

104

Benessere dei polli negli allevamenti intensivi in Italia

06-10-2017 E-006300/2017 Commissione

Interpellanza principale - Sforzi coordinati a livello UE per aumentare la copertura vaccinale

15-09-2017 O-000074/2017 Commissione

Tutela dei prodotti DOP e IGP nell'ambito dell'accordo con la Cina

16-06-2017 P-004018/2017 Commissione

Un divieto dell'UE sulla circolazione degli animali selvatici da circo

16-05-2017 O-000042/2017 Commissione

Incidenza della proprietà pubblica sulla gestione del porto di Koper (Slovenia)

05-05-2017 E-003161/2017 Commissione

Affidamento dei servizi di istruzione e formazione nella Provincia di Trento

27-04-2017 E-002946/2017 Commissione

Finanziamento della BEI per il progetto del Trans Adriatic Pipeline (TAP)

12-04-2017 E-002686/2017 Commissione

Bilancio dell'UE per la convalida di metodi alternativi alla sperimentazione animale

28-02-2017 E-001306/2017 Commissione

Etichettatura delle carni bovine

15-02-2017 P-001038/2017 Commissione

Dichiarazioni di voto scritte

34

Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici 2017 (COP23) a Bonn (Germania) (B8-0534/2017)

04-10-2017

. – La prossima conferenza mondiale delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, la Cop 23 avrà il compito di sviluppare le linee guida sulle modalità di attuazione delle disposizioni dell'accordo di Parigi.
Con questa risoluzione il Parlamento definisce la propria posizione in vista dei negoziati che si terranno nel corso della Cop 23 il prossimo novembre a Bonn. Il progetto di risoluzione guarda con favore il ritmo senza precedenti delle ratifiche e della rapida entrata in vigore dell'accordo di Parigi, ma avverte che gli obiettivi ambiziosi dell'accordo non garantiscono un'evoluzione positiva del cambiamento climatico. Si chiede, quindi, con forza un impegno concreto da parte dell'UE e a livello internazionale per il raggiungimento di tali obiettivi sottolineando che anche i contributi nazionali (NDC) debbano essere aggiornati e implementati. Nel documento si invita inoltre la Commissione a predisporre una strategia per una UE a zero emissioni entro il 2050, allo scopo di mantenere l'aumento della temperatura media mondiale ben al di sotto di 2°C e proseguire gli sforzi per limitare tale aumento a 1,5°C. Alla luce di questi elementi ho dato il mio voto favorevole al documento.

Requisiti di accessibilità dei prodotti e dei servizi (A8-0188/2017 - Morten Løkkegaard)

14-09-2017

. – Ho votato a favore della normativa sui requisiti di accessibilità dei prodotti e dei servizi perché mira a migliorare la qualità di vita, nella sua quotidianità, di circa 80 milioni di cittadini europei con disabilità e di tutti i cittadini con limitazioni funzionali, quali l'età o invalidità temporanee.
Sono stati accolti dal Parlamento molti degli emendamenti presentati dal MoVimento 5 stelle per rendere più accessibili i prodotti e servizi, a partire da quelli fondamentali come telefoni, PC, trasporti, televisori, servizi bancari, biglietterie e altro.
Tra questi, la prescrizione di introdurre i criteri di accessibilità nella stesura dei bandi per gli appalti pubblici, la deroga per le microimprese che non hanno le risorse economiche e le competenze per poter rispettare i dettami della direttiva, la richiesta di una normativa che si preoccupasse anche del cosiddetto "ambiente costruito" e che soddisfacesse i criteri di accessibilità: risulterebbe quantomeno bizzarro, per esempio, preoccuparsi di rendere un bancomat accessibile se poi lo stesso bancomat viene collocato in un ambiente non raggiungibile o non utilizzabile da una persona con limitazioni funzionali.
Sono davvero soddisfatto del lavoro fin qua svolto. La strada è ancora lunga ma il nostro proposito è sempre e solo uno: nessuno deve rimanere indietro!

Mobilitazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea per fornire assistenza all'Italia (A8-0280/2017 - Giovanni La Via)

13-09-2017

. – Ho votato a favore della mobilitazione del Fondo di solidarietà qui proposta, che richiede una modifica del bilancio 2017 e un progetto di bilancio rettificativo al fine di incrementare di circa 1 167 milioni di euro -in stanziamenti d'impegno e di pagamento- l'apposita dotazione di bilancio, e che riguarda direttamente il nostro paese.
Una prima mobilitazione era infatti già stata domandata proprio dall'Italia il 16 novembre 2016 in relazione al terremoto che ha colpito l'Abruzzo, il Lazio, le Marche e l'Umbria il 24 agosto 2016. Successivamente però nuovi terremoti hanno colpito le zone già interessate, aumentando notevolmente il livello dei danni dichiarati in precedenza, e obbligando l'Italia a presentare, il 15 febbraio 2017, la domanda definitiva corredata di stime rivedute che comprendono tutti i danni verificatisi tra il 24 agosto 2016 e il 18 gennaio 2017.
Si tratta della seconda decisione di mobilitazione nel 2017 e del maggiore importo che sia mai stato mobilitato a titolo del FSUE. Va pertanto sostenuta, anche se la procedura per la mobilizzazione del fondo rimane sempre piuttosto lunga nonostante si sia cercato di ottenere i fondi in modo rapido.

Promozione della connettività Internet nelle comunità locali (A8-0181/2017 - Carlos Zorrinho)

12-09-2017

. – La rete libera e gratuita è sempre stata una delle priorità del Movimento 5 Stelle e il regolamento "WiFi4EU" istituisce un finanziamento dal 2018, per i Comuni che vogliono offrire una connessione Wi-Fi gratuita ai cittadini, nei luoghi pubblici, quali parchi, piazze, biblioteche, musei e ospedali.
Purtroppo però, lo stanziamento da spendere entro il 2020, è irrisorio: solo 120 milioni di euro, distribuiti tramite voucher agli enti pubblici locali che ne faranno richiesta.
Inoltre, a seguito dei negoziati tra Parlamento europeo, Consiglio e Commissione europea, i fondi verranno distribuiti anche col criterio del first come, first served (primo arrivato, primo servito) e non solo secondo un'equa distribuzione geografica - come avevamo inizialmente ottenuto in commissione REGI - favorendo i territori più svantaggiati e affetti dal digital divide.
Ho comunque votato a favore, perché è una prima, ancorché tardiva, risposta ai bisogni delle popolazioni, ma mi auguro che nel post-2020 si pensi a stanziare più risorse, a coinvolgere le PMI locali e le Start-Up, a favorire l'innovazione e la creazione di occupazione e ad assicurare la praticabilità e la sostenibilità, nel lungo periodo delle infrastrutture, rispettando i massimi standard di tutela della sicurezza, dei dati per tutti gli utenti.

Preparazione del programma di lavoro della Commissione per il 2018 (RC-B8-0434/2017, B8-0434/2017, B8-0435/2017, B8-0450/2017, B8-0451/2017, B8-0454/2017, B8-0455/2017, B8-0456/2017)

05-07-2017

Alla luce del fatto che l'Europa non è ancora uscita dalla crisi economica, e dei risvolti sulla società in generale che essa ha avuto e continua ad avere, ci saremmo aspettati un programma di lavoro da parte della Commissione europea che partisse dall'ammissione di aver compiuto finora molte scelte sbagliate per approdare ad un serio progetto di revisione della struttura vigente per avvicinarla alle necessità dei cittadini.
Purtroppo, anche quest'anno non è così. La relazione presentata da alcuni gruppi politici in merito include senza dubbio alcuni spunti positivi, come la richiesta di una maggiore attenzione alle fonti rinnovabili di energia, o la richiesta che i programmi di finanziamento UE siano sottoposti a valutazione per migliorarne l'efficienza e l'efficacia.
Tuttavia, essa appare ancora come una presa di posizione debole, che non si fa carico delle richieste che arrivano dalla popolazione, in particolare perché manca qualsiasi ripensamento nei confronti delle politiche economiche e fiscali imposte dalla Commissione che stanno strangolando molti Paesi.
Abbiamo nuovamente perso l'occasione di fissare un percorso per migliorare l'UE ed il rapporto tra istituzioni e i cittadini europei. Perciò non posso che esprimere questa insoddisfazione con il mio voto negativo.

Norme europee per il XXI secolo (A8-0213/2017 - Marlene Mizzi)

04-07-2017

. – Ho votato favorevolmente a questa relazione di iniziativa, che chiede alla Commissione europea, l'implementazione del regolamento 1025/2012, che fornisce una base giuridica per le norme europee che riguardano gli standard utilizzati per prodotti e servizi, identifica alcune specifiche tecniche ICT e affronta il tema del finanziamento, del processo di standardizzazione europea.
La standardizzazione nelle tecnologie dell'informazione e della comunicazione è un elemento cruciale e strategico per lo sviluppo del mercato unico digitale: solo con degli standard comuni infatti, si può garantire l'interoperabilità e permettere all'industria europea, legata ad internet, come ad esempio chi fabbrica smartphone, automobili e elettrodomestici, di svilupparsi in maniera coerente e coordinata.
La relazione inoltre, va ricordato, ha tenuto in buona considerazione anche la necessità di includere, nella definizione degli standard, tutte le parti interessate, a partire dai consumatori e senza dimenticare sindacati, associazioni e rappresentanti delle persone anziane e con disabilità.

Agenda europea per l'economia collaborativa (A8-0195/2017 - Nicola Danti)

15-06-2017

. – In questa relazione, di cui sono stato relatore ombra, in commissione IMCO, sono stati accolti molti emendamenti, che come M5S abbiamo proposto, promuovendo il ruolo della sharing economy, come salvagente contro la crisi, la tutela dei giovani, l'apertura del mercato, la distinzione tra servizi professionali e quelli svolti tra pari, attraverso l'introduzione di soglie, la massima trasparenza sui dati personali raccolti e processati dalle piattaforme, il chiarimento sui contenziosi per i consumatori, la necessità di avere meccanismi di recensione veritieri per aumentare la fiducia e - infine - il riconoscimento dell'importanza delle economie collaborative, anche nel settore dell'energia, consentendone l'autoproduzione, l'autoconsumo, lo stoccaggio e la distribuzione. Alcuni paragrafi che riconoscevano il ruolo dell'hardware e del software open source nel processo di innovazione delle economie collaborative e di diffusione dei creative commons, sono stati però bocciati, assieme alla nostra richiesta di far figurare lo spettro delle onde per le telecomunicazioni come bene comune.
Nel complesso comunque la relazione è positiva nei confronti delle innovazioni, che spesso rappresentano una risposta dal basso, a servizi che non soddisfano i bisogni dei cittadini, e non dimentica i possibili problemi legati alla concorrenza sleale verso gli operatori tradizionali e la tutela dei consumatori, perciò ho votato a favore.

Le piattaforme online e il mercato unico digitale (A8-0204/2017 - Henna Virkkunen, Philippe Juvin)

15-06-2017

. – Le piattaforme online europee si possono contare sulle dita di una mano e generano appena il 4% del valore di mercato globale, nonostante rappresentino un elemento chiave per il futuro del nostro mercato digitale. Eppure, sono proprio i principi contenuti nella direttiva sul commercio elettronico, che regola questo settore, che hanno permesso il fiorire del web negli ultimi 17 anni, primo tra tutti il principio della responsabilità limitata da parte delle piattaforme online, per cui una piattaforma non può essere responsabile dei contenuti o dei beni caricati dagli utenti. Senza questo principio infatti, i mercati online farebbero fatica ad esistere e le porte del web sarebbero chiuse alle start-up. Per non parlare delle piattaforme di condivisione di video, che dovrebbero, per legge, rimuovere i contenuti illegali o violenti, attraverso sistemi di riconoscimento dei contenuti, sostenibili economicamente, solo dai colossi del Web. Noi del M5S pensiamo che sia interesse delle piattaforme rimuovere le fake news, i contenuti violenti e quelli che infrangono il copyright e questa relazione, che ho approvato e di cui sono stato relatore ombra, chiede all'UE di fare più chiarezza nel quadro normativo corrente, senza introdurre un obbligo di legge in questo senso, che chiuderebbe le porte al loro sviluppo.

Riduzioni annuali vincolanti delle emissioni di gas a effetto serra per onorare gli impegni assunti a norma dell'accordo di Parigi (A8-0208/2017 - Gerben-Jan Gerbrandy)

14-06-2017

. – Il regolamento, a cui ho dato il mio voto favorevole, fissa i tetti di emissione di gas serra nei settori non industriali che i singoli Stati membri devono rispettare, affinché nel 2030, le emissioni a livello UE, si riducano del 30% rispetto ai valori del 2005. I settori toccati sono l'agricoltura, i trasporti, l'edilizia e i rifiuti, che rappresentano il 60% delle emissioni di gas a effetto serra, dell'Unione europea. La proposta contiene anche diversi strumenti di flessibilità che possono essere applicati per il raggiungimento del target annuale e finale. Ogni Stato membro, dovrà seguire un percorso di riduzione delle emissioni, calcolato a partire da un punto di partenza nel 2018, al fine di evitare un aumento delle emissioni nei primi anni o un rinvio delle riduzioni. Per l'Italia, l'obiettivo è di arrivare a tagliare le emissioni del 33% entro il 2030. L'impegno è dunque quello di effettuare i tagli in linea con l'accordo di Parigi; impegno che non posso che guardare con favore.

Obiezione al regolamento delegato della Commissione che modifica il regolamento delegato (UE) n. 639/2014 per quanto riguarda le misure di controllo relative alla coltivazione della canapa e alcune disposizioni relative ai pagamenti (B8-0395/2017)

14-06-2017

Pur concordando, con quanti hanno fatto notare, che l'atto delegato proposto dalla Commissione, contiene misure che riguardano aspetti molto differenti tra loro, e che perciò sarebbe stato meglio affrontare con singoli provvedimenti specifici, ho votato a contro la proposta di respingimento, perché condivido il principio che ne sta alla base.
Preservare la biodiversità dei diversi ecosistemi, anche in ambito agricolo, è infatti requisito fondamentale non solo per la sostenibilità della produzione, ma anche per la salvaguardia dell'ambiente in generale. Proprio a questo scopo, la nuova Politica agricola comune, ha previsto la conservazione di aree di interesse ecologico all'interno delle aziende agricole.
È pur vero che, queste aree non devono essere considerate come incolte o abbandonate, ma possono essere utilizzate per la coltivazione di specie vegetali, con comprovate caratteristiche di miglioramento del suolo e della salubrità. Tuttavia, concordo fermamente con la proposta che specifica come, in queste aree, sia in ogni caso vietato l'utilizzo di pesticidi e fitofarmaci: il rischio è quello di rendere vano, il positivo obiettivo prefissato e considerarle alla stregua di un qualsiasi altro terreno coltivato.
Per questa ragione, ho votato contro la proposta di respingimento.

Contatti

Bruxelles

  • Parlement européen
    Bât. Altiero Spinelli
    07H247
    60, rue Wiertz / Wiertzstraat 60
    B-1047 Bruxelles/Brussel

Strasbourg

  • Parlement européen
    Bât. Winston Churchill
    M03058
    1, avenue du Président Robert Schuman
    CS 91024
    F-67070 Strasbourg Cedex

Indirizzo postale

  • European Parliament
    Rue Wiertz
    Altiero Spinelli 07H247
    1047 Brussels