Gian Paolo GOBBO : 6ª legislatura 

Gruppi politici 

  • 08-11-2006 / 12-12-2006 : Non iscritti
  • 13-12-2006 / 22-06-2008 : Gruppo "Unione per l'Europa delle nazioni" - Membro

Partiti nazionali 

  • 08-11-2006 / 22-06-2008 : Lega Nord per l'indipendenza della Padania (Italia)

Deputati 

  • 31-01-2007 / 22-06-2008 : Commissione per i trasporti e il turismo
  • 15-03-2007 / 22-06-2008 : Delegazione alla commissione parlamentare mista UE-Messico

Membro sostituto 

  • 31-01-2007 / 22-06-2008 : Commissione per l'occupazione e gli affari sociali
  • 25-04-2007 / 22-06-2008 : Delegazione per le relazioni con la Penisola coreana

all-activities 

Interrogazioni parlamentari 
Le interrogazioni con richiesta di risposta orale possono essere presentate da una commissione, da un gruppo politico o da almeno il cinque per cento dei membri che compongono il Parlamento. I destinatari sono le altre istituzioni dell'UE. La Conferenza dei presidenti decide se e in quale ordine le interrogazioni devono essere iscritte nel progetto di ordine del giorno definitivo di una seduta plenaria. Articolo 128 del regolamento

Dichiarazioni scritte (fino al 16 gennaio 2017) 
**Questo strumento non esiste più dal 16 gennaio 2017** Una dichiarazione scritta era un'iniziativa riguardante un argomento rientrante fra le competenze dell'Unione europea. Poteva essere cofirmata dai deputati entro tre mesi dalla sua pubblicazione.

Dichiarazione scritta sull'inaccettabile ingerenza della Cina nei confronti dell´Italia e sul rischio di infiltrazione della mafia cinese in Europa  
- P6_DCL(2007)0049 - Decaduta  
Mario BORGHEZIO , Gian Paolo GOBBO , Francesco Enrico SPERONI  
Data di apertura : 09-05-2007
Scadenza : 14-09-2007
Numero di firmatari : 15 - 14-09-2007

Elenco di presenza 
Il presente elenco di presenza è un estratto del processo verbale della seduta plenaria della sesta legislatura. Le informazioni sono fornite a titolo puramente informativo e riguardano soltanto il mandato del deputato al Parlamento europeo. Si tratta di dati grezzi che non comprendono rettifiche per assenze giustificate a causa di malattia, congedo di maternità/paternità, attività autorizzate di delegazioni parlamentari, ecc.