• Massimiliano   SALINI  

Massimiliano SALINI : Skriftliga förklaringar - 8:e valperioden 

Ledamöterna kan lämna in skriftliga förklaringar till hur de röstat i plenum. Artikel 194

Tillsynskrav och särskilda bestämmelser för utstationering av förare inom vägtransportsektorn (A8-0206/2018 - Merja Kyllönen) IT  
 

In qualità di referente per Forza Italia in commissione Trasporti, ho seguito da vicino ogni fase del pacchetto mobilità per ben due anni, e ho infine votato a favore di questa relazione. Ho ritenuto infatti fondamentale difendere gli interessi dell'Italia contro le posizioni di altri Paesi che avrebbero invece voluto una maggiore liberalizzazione, ai danni delle nostre imprese e dei nostri lavoratori. I paesi dell'est Europa hanno infatti fino a oggi approfittato di un esagerato squilibrio tra salari e oneri assicurativi per fare "dumping sociale" e concorrenza sleale ai danni degli autotrasportatori dei Paesi a Ovest dell'Unione, tra cui l'Italia. Questa nostra vittoria in Parlamento, permetterà di modernizzare il settore europeo dei trasporti rendendolo più equo sul piano sociale e più competitivo sul piano economico. In particolare, essa garantirà: norme più chiare sulla retribuzione dei conducenti e sui loro periodi di riposo, affinché i conducenti possano tornare a casa a intervalli regolari e non debbano spendere il periodo di riposo obbligatorio alla fine della settimana nella cabina del camion; limite di tre giorni per i trasporti di "cabotaggio" e la registrazione dei passaggi di frontiera tramite i tachigrafi; meno controlli su strada, ma più efficaci.
Per tutti questi motivi ho deciso di sostenere con forza il pacchetto.

Daglig körtid och körtid per vecka, minimigränser för raster och minsta vila samt positionsbestämning med hjälp av färdskrivare (A8-0205/2018 - Wim van de Camp) IT  
 

In qualità di referente per Forza Italia in commissione Trasporti, ho seguito da vicino ogni fase del pacchetto mobilità per ben due anni, e ho infine votato a favore di questa relazione. Ho ritenuto infatti fondamentale difendere gli interessi dell'Italia contro le posizioni di altri Paesi, che avrebbero invece voluto una maggiore liberalizzazione, ai danni delle nostre imprese e dei nostri lavoratori. I paesi dell'est Europa, hanno infatti fino ad oggi, approfittato di un esagerato squilibrio tra salari e oneri assicurativi per fare "dumping sociale" e concorrenza sleale ai danni degli autotrasportatori dei Paesi a Ovest dell'Unione, tra cui l'Italia. Questa nostra vittoria in Parlamento permetterà di modernizzare il settore europeo dei trasporti rendendolo più equo sul piano sociale e più competitivo sul piano economico. Con riferimento alla relazione sui tempi di guida e di riposo, sono particolarmente soddisfatto delle misure che sono state adottate, relative al divieto di riposo in cabina: in questo modo gli autotrasportatori saranno maggiormente tutelati e sulle nostre strade verrà garantita una maggiore sicurezza.

Anpassning till utvecklingen inom vägtransportsektorn (A8-0204/2018 - Ismail Ertug) IT  
 

La relazione sull'adattamento all'evoluzione del settore dei trasporti, è il terzo testo del già citato Pacchetto mobilità. Anche in questo caso, ho deciso di sostenere la relazione dell'on. Ertug, perché ritengo di fondamentale importanza, porre un freno alla liberalizzazione del settore dell'autotrasporto e al dumping sociale esercitato in particolar modo, dalle imprese di trasporto dei paesi dell'est dell'Unione. Nello specifico, il Parlamento ha approvato un periodo massimo di cabotaggio di tre giorni, a seguito del quale il conducente dovrà ritornare nel paese di provenienza. Si tratta di un importante passo avanti a tutela dei nostri autotrasportatori, attualmente fortemente penalizzati dalla concorrenza dei paesi dell'est.
Per tutti questi motivi ho votato a favore del testo.

Gemensamma regler för den inre marknaden för naturgas (A8-0143/2018 - Jerzy Buzek) IT  
 

Ho votato a favore della relazione dell'on. Buzek, concernente le norme comuni per il mercato interno del gas naturale. La direttiva approvata permetterà la creazione di un mercato europeo del gas più competitivo, garantendo che la proprietà dei gasdotti, che entrano nel territorio dell'Unione, sia separata da quella dell'approvvigionamento di gas. L'obiettivo è quello di creare maggiore coerenza, assoggettando tutti i gasdotti, compresi quelli off-shore con Paesi terzi, ai principi della normativa europea, limitatamente al territorio della UE, creando così un quadro giuridico più chiaro e coerente e migliori prospettive in materia di concorrenza.
Ritengo inoltre che l'accordo finale raggiunto in trilogo, sia più che soddisfacente, in quanto tiene conto delle priorità poste dal mio Paese, come ad esempio, la richiesta di un regime di deroghe unilaterali di lungo periodo rinnovabili, che garantisce certezza giuridica, e permette quindi di tutelare i gasdotti costruiti in epoca storica con il Nord Africa e i contratti di fornitura ad essi legati.
Per tutti questi motivi ho deciso di votare a favore della direttiva.

Förvaltning av vägars säkerhet (A8-0008/2019 - Daniela Aiuto) IT  
 

Ho votato a favore della relazione sulla sicurezza delle infrastrutture stradali perché ritengo la sicurezza stradale un tema di imprescindibile importanza. Questa direttiva si pone l'obbiettivo primario di ridurre le morti e le ferite gravi a seguito di incidenti sulle strade UE, aumentando appunto la sicurezza delle relative infrastrutture.
Alcuni provvedimenti concreti promossi sono la corretta progettazione e manutenzione delle strade, la loro dotazione di segnaletica orizzontale e verticale chiara, al fine di ridurre la probabilità di incidenti, e la creazione di "strade intelligenti", ossia quelle concepite per assicurare che gli errori di guida non comportino immediatamente conseguenze gravi o fatali, al fine di ridurre la gravità degli incidenti, nel caso si verifichino.

Balans mellan arbete och privatliv för föräldrar och anhörigvårdare (A8-0270/2018 - David Casa) IT  
 

Ho votato a favore della relazione sull'equilibrio tra attività professionale e vita familiare perché credo sia giusto andare incontro ai lavoratori nel tentativo di non doverli più costringere a scegliere tra lavoro e famiglia, cosa che purtroppo sempre più spesso accade nei paesi occidentali. Tale proposta intende introdurre una serie di nuove norme minime, e più rigorose, che tutti gli Stati membri dovranno attuare al fine di migliorare l'accesso ai meccanismi per conciliare attività professionale e vita familiare. Nello specifico, le tre misure principali consistono in: un minimo di dieci giorni lavorativi di congedo di paternità retribuiti come l'indennità di malattia; due mesi di congedo parentale retribuito e non trasferibile; cinque giorni di congedo annuale per gli operatori di assistenza. Ho dunque votato a favore di questa relazione perché sono convinto che la famiglia sia uno dei valori fondanti della nostra società, e in quanto tale debba essere sostenuta e preservata.

Minimikrav på utbildning för sjöfolk (A8-0007/2019 - Dominique Riquet) IT  
 

Ho votato a favore della proposta della Commissione relativa ai requisiti minimi di formazione per la gente di mare in quanto ritengo giusto semplificare l'attuale quadro normativo dell'Unione europea in materia di formazione minima e certificazione in questo settore.
Tale proposta mira a mantenere le norme dell'Unione europea allineate al quadro internazionale, migliorando il livello di conoscenze e competenze dei marittimi, anche sul piano tecnologico; si propone inoltre di accrescere la chiarezza giuridica per quanto riguarda il reciproco riconoscimento dei certificati rilasciati dagli Stati membri ai lavoratori del settore e, infine, di riformare il meccanismo centralizzato per il riconoscimento dei paesi terzi, allo scopo di aumentarne l'efficacia.
In definitiva, questa proposta aiuterà l'Unione a mantenere un livello elevato di sicurezza marittima nonché di prevenzione dell'inquinamento marino, e per questo ho dato il mio voto a favore.

Kvaliteten på dricksvatten (A8-0288/2018 - Michel Dantin) IT  
 

Ho votato a favore della relazione sulla qualità delle acque destinate al consumo umano in quanto ritengo importante sostenere le nuove direttive europee in materia che permetteranno al contempo, tramite l'aumento del consumo di acqua del rubinetto rispetto a quello di acqua in bottiglia, un risparmio di oltre seicento milioni di euro l'anno per le famiglie e una notevole riduzione delle bottiglie di plastica, che costituiscono attualmente il tipo di rifiuto monouso in plastica più comune nei mari di tutto il mondo.
La relazione poggia naturalmente su un accurato studio scientifico i cui risultati incoraggiano la fiducia dei consumatori verso l'acqua di rubinetto, molto più economica e pulita per l'ambiente rispetto a quella in bottiglia. Il Parlamento propone infine di rendere più severi i limiti massimi per alcuni inquinanti come il piombo e i batteri nocivi, e introdurre nuovi limiti per le sostanze più inquinanti.

Åtgärder för att göra förfaranden för omstrukturering, insolvens och skuldavskrivning effektivare (A8-0269/2018 - Angelika Niebler) IT  
 

Ho votato a favore della relazione per aumentare l'efficacia delle procedure di ristrutturazione, insolvenza e liberazione dai debiti in quanto ne condivido pienamente l'obiettivo principale, ovvero eliminare gli ostacoli all'esercizio di alcune libertà fondamentali come la libera circolazione dei capitali e la libertà di stabilimento, sorti in passato a causa delle differenze tra le legislazioni e procedure nazionali in materia di ristrutturazione preventiva, insolvenza e seconda opportunità.
La direttiva mira a garantire alle imprese in difficoltà finanziarie la possibilità di accedere a quadri nazionali efficaci in materia di ristrutturazione preventiva che consentano loro di continuare a operare, e agli imprenditori onesti una seconda chance nel caso si siano sovraindebitati, una volta avvenuta la liberazione dai debiti e dopo un ragionevole periodo di tempo.

Erasmus: unionens program för utbildning, ungdom och idrott (A8-0111/2019 - Milan Zver) IT  
 

Ho votato a favore della relazione sul nuovo programma Erasmus (+) perché credo che costituisca un valido strumento per favorire la formazione di un'identità europea nelle nuove generazioni, che grazie alle nuove normative approvate dal Parlamento saranno ulteriormente incentivate a viaggiare, studiare e lavorare nei paesi dell'Unione.
In particolare, la relazione propone un bilancio triplicato per il periodo 2021-2027 al fine di abbattere ogni barriera economica, sociale e culturale, e consentire quindi la partecipazione di un maggior numero di cittadini. Saranno inoltre stanziati nuovi fondi per aiutare le persone con disabilità o in difficoltà economica, riducendo per esempio i costi della vita e del soggiorno all'estero.
Sono infine particolarmente lieto che il Parlamento abbia confermato il progetto Discover EU, da me personalmente sostenuto, che consentirà ai giovani europei di ricevere un pass Interrail per spostarsi gratuitamente all'interno dell'Unione con ben 35 diverse compagnie ferroviarie. Come ha giustamente affermato il relatore Milan Zver, investire in Erasmus significa investire nel futuro dell'Unione europea, e per questo ho deciso di dare il mio voto a questa proposta.

Avskaffande av säsongsbaserade tidsomställningar (A8-0169/2019 - Marita Ulvskog) IT  
 

Ho votato contro la proposta di abolizione del passaggio dall'ora solare a quella legale: i motivi sono molteplici, ma mi limiterò a citare qui i più importanti ovvero: la mancanza di una concreta valutazione d'impatto da parte della Commissione, tale da fornire un quadro esaustivo delle conseguenze del cambiamento di regime orario sulla vita sociale e produttiva, nonché sull'ambiente; il rischio che l'abolizione dei cambi semestrali dell'ora possa generare una frammentazione nel mercato interno europeo, dal momento che la direttiva prevede, in base al principio di sussidiarietà, la discrezionalità degli Stati membri in merito alla scelta del proprio regime orario; infine, il chiaro vantaggio a livello energetico e ambientale derivante dal cambio dell'ora, che si è tradotto, dal 2014 a oggi, in un minor consumo di elettricità stimato in circa 1,435 miliardi di euro e 320.000 tonnellate di CO2 in meno immesse in atmosfera.

Gemensamma regler för den inre marknaden för el (A8-0044/2018 - Jerzy Buzek) IT  
 

Ho votato a favore della relazione relativa alle norme comuni per il mercato dell'energia elettrica in quanto ritengo che questa direttiva, approvata lo scorso 26 marzo, porterà indiscutibili vantaggi sia al mercato interno europeo sia ai consumatori, tramite l'adozione di norme comuni per la generazione, lo stoccaggio e la fornitura dell'energia elettrica che, unitamente a disposizioni in materia di protezione dei consumatori, permetteranno di creare all'interno dell'Unione europea, mercati effettivamente integrati, flessibili e competitivi. In particolare, grazie a questa direttiva il 70% dell'energia elettrica totale potrà passare liberamente i confini tra gli Stati membri, favorendo così l'integrazione dell'energia rinnovabile nella rete elettrica e supportando di conseguenza il raggiungimento dell'obbiettivo europeo di arrivare a una riconversione al 32% in energie rinnovabili entro i 2030. Inoltre, i consumatori avranno ora la possibilità di cambiare fornitore, senza commissioni, in un periodo massimo di tre settimane, nonché di usufruire di "contatori intelligenti" che controlleranno automaticamente il consumo, e di contratti dinamici con le grandi compagnie elettriche.

Märkning av däck med avseende på drivmedelseffektivitet och andra väsentliga parametrar (A8-0086/2019 - Michał Boni) IT  
 

Ho votato a favore della relazione sulle nuove norme di etichettatura degli pneumatici in relazione al consumo di carburante innanzitutto perché tali nuove norme contribuiranno ad aumentare concretamente la sicurezza stradale (tramite, per esempio, l'inserimento nell'etichetta di informazioni più esaustive per quanto riguarda l'aderenza sulla neve e sul ghiaccio, nonché sul tasso di abrasione degli stessi pneumatici) permettendo allo stesso tempo agli automobilisti di compiere scelte oculate e optare per pneumatici più sicuri, più sostenibili, più silenziosi, che riducano il consumo di carburante. Oltre al fondamentale aspetto della sicurezza, la nuova modalità di etichettatura promuove infatti anche l'innovazione e gli investimenti a favore di prodotti più efficienti dal punto di vista energetico, andando quindi incontro in modo significativo al risparmio energetico, alla riduzione delle bollette e, non da ultimo, alla riduzione di emissioni serra e inquinamento acustico.

Upphovsrätt på den digitala inre marknaden (A8-0245/2018 - Axel Voss) IT  
 

Ho votato a favore della direttiva sul diritto d'autore nel mercato unico digitale, a mio avviso una delle battaglie più importanti di tutta la legislatura, in quanto credo sia inaccettabile che i big del web come Facebook, Youtube e altri possano continuare indisturbati, come hanno fatto finora, a lucrare sugli introiti pubblicitari dei contenuti che diffondono senza riconoscere il valore di tutti quei creativi che hanno prodotto quel contenuto in prima persona. Grazie a questa nuova legge approvata il 26 marzo dal Parlamento, creativi, editori e giornalisti potranno trarre dal mondo online e da Internet gli stessi benefici che traggono dal mondo offline, potendo così finalmente ricevere un riconoscimento economico proporzionato ai loro sforzi artistici. Prima di tale legge infatti, a causa di norme datate in materia di diritto d'autore, erano le piattaforme online e gli aggregatori di notizie a ricavare tutti i vantaggi, mentre tutti coloro che producevano i contenuti assistevano alla libera circolazione del loro lavoro ricevendo, nel migliore dei casi, una remunerazione esigua. Per tutti questi motivi ho dato il mio voto a favore.

Ekonomisk brottslighet, skatteundandragande och skatteflykt (A8-0170/2019 - Jeppe Kofod, Luděk Niedermayer) IT  
 

Come membro di TAX3 ho seguito a lungo i negoziati di questa commissione speciale, che per un anno intero ha lavorato a questa inchiesta, conclusasi il 28 febbraio e ho quindi votato a favore della relazione finale sui reati finanziari, l'evasione fiscale e l'elusione fiscale, in quanto ritengo fondamentale la lotta ai crimini fiscali, e il raggiungimento di un sistema finanziario quanto più trasparente possibile, all'interno dell'Unione europea. Le proposte della relazione, che conta oltre 300 raccomandazioni dirette dall'Europa agli Stati membri, comprendono la revisione del sistema per affrontare i reati finanziari, l'evasione e l'elusione fiscale, il supporto alla cooperazione in tutti i settori tra le molteplici autorità coinvolte e l'istituzione di nuovi organismi a livello UE e mondiale. In particolare, il Parlamento europeo si è fortemente opposto alla pratica dei Golden Visa, dal momento che considera sospetto, l'alto tasso di investimenti diretti esteri in ingresso e in uscita in percentuale del PIL, in sette Stati membri (Belgio, Cipro, Ungheria, Irlanda, Lussemburgo, Malta e Paesi Bassi) che può essere solo in parte spiegato dalle attività economiche reali svoltesi in tali Stati membri.

Årsrapport 2017 om skyddet av Europeiska unionens ekonomiska intressen – Kampen mot bedrägerier (A8-0003/2019 - Marian-Jean Marinescu) IT  
 

Ho votato a favore della relazione annuale sulla tutela degli interessi finanziari dell'Unione europea, di cui è relatore il collega onorevole Marinescu (PPE). Ogni anno il Parlamento europeo esprime la propria posizione sul tema della lotta antifrode, in questo caso rileva con soddisfazione un calo del 20% delle irregolarità fraudolente segnalate nel 2017 rispetto al 2016. Tuttavia allo stesso tempo si evidenzia la scarsa propensione degli Stati membri ad adottare le cosiddette "NAFS" (strategie nazionali antifrode). Da questo punto di vista l'Italia rappresenta un esempio molto positivo: a livello europeo infatti l'Italia ha conseguito risultati di grande importanza, confermandosi il paese che ha maggiormente ed efficacemente perseguito i fenomeni di frode ai danni del budget europeo, 58% contro 42% della media europea nel periodo 2010-2017.

Situationen i Venezuela (B8-0082/2019, B8-0083/2019, B8-0084/2019, B8-0085/2019, B8-0086/2019, B8-0087/2019) IT  
 

Coerentemente con la posizione del mio gruppo di appartenenza, il Partito popolare europeo, ho votato con forza a favore della risoluzione congiunta, relativa alla situazione attuale in cui versa il Venezuela. Il testo votato durante la mini plenaria di gennaio, a Bruxelles, riconosce Juan Guaidò, capo legittimo dell'esecutivo venezuelano, finché non saranno indette nuove elezioni.
Trovo assurdo che il governo italiano sia tutt'ora dissociato dalla posizione formale tenuta non solo da quest'aula, ma anche da una sessantina di Paesi a livello internazionale. Ritengo necessario che l'Italia si faccia al più presto portatrice di un messaggio positivo, unendosi al resto dell'Unione europea, nel sostenere una causa vera, democratica, fatta di un popolo che ha il semplice desiderio di dare una speranza ai propri figli.

Europeiska fonden för justering för globaliseringseffekter (A8-0445/2018 - Maria Arena) IT  
 

Il voto di oggi consente al Fondo Europeo di adeguamento alla Globalizzazione di essere inserito nel prossimo bilancio a lungo termine per il periodo 2021-2027.
Il Fondo esiste già ed è stato più volte impiegato per aiutare le persone che perdono il lavoro a causa di grandi ristrutturazioni dovute a un adeguamento alla globalizzazione, inclusi i casi di digitalizzazione, automazione e il passaggio verso un'economia a basse emissioni di carbonio. Come membro del PPE credo che questo strumento sia un'espressione molto concreata di solidarietà europea verso i lavoratori in difficoltà e le loro famiglie. In più la nuova versione del Fondo per il prossimo esercizio di bilancio consentirà agli Stati membri di chiedere aiuto per aziende con almeno 200 impiegati, mentre prima era solo per aziende di grosse dimensioni, con più di 500 lavoratori. È importante supportare la crescita della competitività delle aziende europee, ma allo stesso tempo l'Unione europea deve aiutare anche chi a causa di ristrutturazioni si trova in difficoltà.

Europeiska socialfonden+ (ESF+) (A8-0461/2018 - Verónica Lope Fontagné) IT  
 

Ho votato a favore della proposta di regolamento relativa al Fondo Sociale Europeo Plus, versione semplificata, che accorpa l'attuale Fondo sociale europeo ad una serie di iniziative rivolte all'occupazione giovanile, di aiuto agli indigenti e alla salute. Sono favorevole a questa logica della semplificazione; razionalizzare i diversi programmi esistenti permetterà infatti di ottimizzare le procedure attuali e di ridurre le barriere amministrative. Contemporaneamente sarà più facile per i potenziali beneficiari di accedere alle risorse messe a disposizione del Fondo.
Tengo a sottolineare infine che il nuovo FSE + prevede investimenti a favore di sistemi educativi per lo sviluppo di nuove competenze richieste dal mercato del lavoro, promuovendo politiche attive per l'integrazione lavorativa ed il supporto a strumenti di autoimprenditorialità. Confido che questo tipo di iniziativa - che mira a risolvere un problema molto ricorrente nel nostro Paese, ovvero il gap tra istruzione e mondo del lavoro - (la mancanza di competenze dei giovani d'oggi è infatti continuamente evidenziata dalle tante imprese presenti sul nostro territorio), possa portare benefici importanti. Per tutti questi motivi ho deciso di sostenere la relazione.

Inrättande av InvestEU-programmet (A8-0482/2018 - José Manuel Fernandes, Roberto Gualtieri) IT  
 

Ho votato a favore del piano di investimenti europei per il 2021-2027, perché InvestEU darà la spinta necessaria alla crescita europea. Il fondo sosterrà progetti in quattro aree principali: infrastrutture sostenibili; ricerca, innovazione e digitalizzazione; PMI; investimenti sociali; formazione.
Dobbiamo aiutare le nostre imprese a essere concorrenziali sul piano globale, non attraverso misure protezionistiche, ma con strumenti che stimolino crescita e innovazione, su tutto il territorio europeo, tenendo in considerazione le difficoltà che incontrano oggi soprattutto le imprese medio-piccole. InvestEU nasce come proseguimenti del Fondo europeo per gli investimenti strategici, istituito nel 2015 per stimolare crescita e creazione di posti di lavoro. L'Italia ha saputo trarre grandi vantaggi dal FEIS, per cui è molto importante che le imprese italiane possano continuare a poter contare in forme di sostegno agli investimenti offerte da InvestEU.