Voto sulle proposte contro la pianificazione fiscale aggressiva e l'evasione fiscale 

Le raccomandazioni del Parlamento per contrastare la pianificazione fiscale aggressiva delle imprese e l'evasione fiscale saranno discusse martedì e votate mercoledì. La risoluzione dovrebbe includere la richiesta alle multinazionali di fornire informazioni sui loro dati finanziari paese per paese, l'introduzione di una base imponibile consolidata comune per le società, accordi fiscali più trasparenti tra gli Stati membri e tali società e una maggiore protezione per i whistleblower.

Il progetto di risoluzione, preparato dai correlatori Elisa Ferreira (S&D, PT) e Michael Theurer (ALDE, DE), si basa sul principio che le compagnie multinazionali dovrebbero pagare le tasse nei luoghi in cui creano valore.


Entrambi sostengono che l'attuale concorrenza fiscale sulle aziende, che senza la presenza di qualsiasi struttura concordata induce a una pianificazione fiscale aggressiva e all'evasione, è dannosa. A parte la perdita per le entrate pubbliche, non è corretto, secondo i deputati, che le grandi imprese debbano pagare poche tasse sui loro profitti, mentre le piccole e medie imprese, e i cittadini, devono pagare interamente la loro quota.



Dibattito: martedì 24 novembre

Votazione: mercoledì 25 novembre

Procedura: risoluzione non legislativa

Conferenza stampa: mercoledì 25 novembre, ore 15:00

Hashtag #luxleaks #TaxTransparency